Flotte aziendali e WLTP: se n’è parlato al Fleet Motor Day 2018

Mancano ancora alcuni mesi – parliamo infatti di settembre 2018 – all’applicazione del nuovo protocollo europeo WLTP (“World harmonized Light vehicles Test Procedure”) non più ai soli modelli di nuova omologazione, bensì a tutti quelli in vendita nel territorio europeo.

VIDEO: IL PENSIERO DI ALCUNI OPERATORI DEL SETTORE RENTING AL FMD 2018

Tradotto nel concreto, le Case costruttrici dovranno poter dimostrare – dati alla mano – che la dispersione di anidride carbonica nell’ambiente dichiarata al momento della produzione in serie di un veicolo è la stessa che si ricava al termine di una serie di test, decisamente più probanti rispetto a quelli previsti dal ciclo di rilevazione che il WLTP ha mandato in pensione a livello continentale, ossia il NEDC (New European Driving Cycle).

Leggi anche: Perché il protocollo WLTP è più attendibile di quello NEDC

CHI ABBIAMO SENTITO A VALLELUNGA SUL WLTP

Abbiamo affrontato l’argomento con due soggetti distinti, entrambi protagonisti in occasione del quarto appuntamento con l’evento organizzato dalla nostra rivista con il patrocinio di ANIASA e dell’Osservatorio Top Thousand.

Fleet Motor Day 2018

Innanzitutto, i gestori di flotte aziendali, a cui l’appuntamento è dedicato, e che saranno direttamente investiti da tutte le azioni messe in campo dai marchi automobilistici per rispettare la time-line sempre più stringente riguardante il tetto alle emissioni inquinanti.

Quindi, le società di noleggio, che svolgono un importante ruolo consulenziale nei confronti dei fleet manager, forti anche dei rapporti diretti intrattenuti con le Case costruttrici.

VIDEO: L’OPINIONE DEI FLEET MANAGER SUL WLTP (video di Antonella Pilia)

COME SI STA MUOVENDO IL MONDO DEL NOLEGGIO

A rappresentare il 5 aprile scorso il settore del renting, in qualità di sponsor del Fleet Motor Day 2018, c’erano Alphabet, Arval, Europcar, LeasePlan, Leasys, Program e SIFÀ.

È emersa nitida la differenza tra i settori del noleggio a lungo e a breve termine, il secondo meno influenzato dal discorso delle emissioni inquinanti, considerati i ridotti tempi di durata dei contratti e il continuo rinnovo dei veicoli in flotta che consente di puntare sulle ultime novità di mercato

Un discorso che investe tuttavia solo il lato delle passenger car, giacché categorie professionali come quella dei corrieri stanno orientando il discorso alimentazioni, per i veicoli commerciali leggeri, su soluzioni alternative, in particolare l’elettrico.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia