L’estate accende il Rac

Mentre si avvicina l’estate, periodo d’eccellenza per il noleggio auto per vacanze, il Rac si prepara a vivere il periodo più caldo dell’anno. Dopo un inizio di 2014 positivo, i player guardano ai prossimi mesi con fiducia, pur non nascondendo le criticità, in particolare i furti, una piaga che colpisce soprattutto il sud Italia. Nel Primo Piano del prossimo numero di Fleet Magazine, pubblicheremo un’inchiesta con le voci dei vari operatori del Rac. Intanto, vi anticipiamo i principali trend del settore.

INNOVAZIONE – Il noleggio a breve termine cresce, nel segno dell’innovazione. Per rispondere alle esigenze di una clientela che si sta ampliando, andando oltre i tradizionali confini che hanno sempre rappresentato il bacino di utenza per il settore, ovvero professionisti e turisti con un reddito medio-alto. Gli operatori del Rac, che si apprestano a vivere il periodo più caldo in ottica noleggio auto per vacanze, hanno risposto con dinamismo all’evoluzione di una tipologie di clientela variegata, alla ricerca di un delicato equilibrio tra costi, qualità e flessibilità. C’è chi si è diversificato, puntando a una partnership per diventare erogatore di servizi di car sharing, chi ha puntato ai legami con il territorio e chi ha ripensato a dei pacchetti ad hoc rivolti al low cost.

CACCIA AL LOW COST –  Queste innovazioni, apportate anche per fronteggiare il fenomeno sempre più rilevante dei furti, “richiamano” una nuova clientela, che, come accennavamo sopra, va oltre lo steccato abituale dell’utente business o leisure. A questo proposito sono sempre di più le proposte che prevedono un’offerta low cost, anche se non manca qualche campanello d’allarme sul rischio che una corsa al ribasso possa nel lungo periodo danneggiare chi per tradizione ha sempre fatto della qualità dell’offerta un punto saliente della propria strategia.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia