cover157

Fleet Magazine n.157

Sommario

In questi giorni, è in distribuzione Fleet Magazine n.157, il numero di novembre 2019 della nostra rivista. Nel Primo Piano, un approfondimento sul Mobility as a Service, nuova frontiera intrapresa dal mondo del noleggio e, in generale, dai vari attori dell’universo automotive: ce ne parlano Alessandro Fossato, CEO di Interlogica, Massimiliano Archiapatti, presidente di Aniasa, Antonio Cernicchiaro, vicedirettore generale di Unrae, e Paolo Scudieri, presidente di Anfia. A seguire, un approfondimento sugli altri attori che stanno entrando in questo universo, con la case history di Europ Assistance e Generali Jeniot.

Spazio poi, come sempre, al prodotto, con le prove: in particolare la nuova Audi Q3 Sportback, la nuova Lexus RX e la nuova Hyundai Kona Hybrid. Infine, parliamo di futuro della mobilità con Mauro Caruccio, amministratore delegato di Toyota Motor Italia.

EDITORIALE

Mobility as a Service

Nella nuova era della mobilità su quattro ruote, un acronimo sta entrando ormai nel vocabolario comune degli addetti ai lavori: MaaS, ovvero Mobility as a Service. Un nuovo modo di pensare l’auto ma, in generale, di considerare la gestione degli spostamenti a 360 gradi, aziendali o privati che siano.

Lo abbiamo scritto tante volte in questi ultimi mesi: il veicolo non viene più visto come un semplice prodotto, ma come un “unicum” ferro + servizi, in cui proprio quest’ultima parte (il servizio) ha un ruolo preponderante. All’interno delle aziende, poi, il concetto classico di flotta aziendale sta inesorabilmente cedendo il passo alla cosiddetta “mobilità integrata”. Non solo in termini di mezzi, ma anche e soprattutto per quel che concerne le formule d’uso (noleggio, car sharing, Fleet Management) e i provider.

Una vera e propria rivoluzione. Che, come sottolinea Alessandro Fossato – CEO di Interlogica -nell’interessante scenario che traccia nel Primo Piano di questo numero, “parte dal basso”: l’interesse dei privati nei confronti della formula del noleggio a lungo termine e, in generale, del pianeta dei servizi sta spingendo molti player ad affacciarsi in maniera convinta su questo universo. Ci sono, naturalmente, i noleggiatori, ma ci sono anche i broker, le banche e nuovi protagonisti come le Compagnie dell’Insurance. Indicativi, in tal senso, sono gli esempi di Unipol e del Gruppo Generali, che, rispettivamente con l’acquisizione di Car Server e la creazione di una società di IoT denominata Jeniot, si sono “lanciati” con decisione in nuove sfide, fino a qualche anno fa impensabili.

E ci sono i concessionari: la nostra survey su dealer e noleggio (che trovate nelle prossime pagine), effettuata su un campione di 30 operatori di diverse dimensioni, testimonia che ormai il binomio tra gli attori della distribuzione automobilistica e il Nlt è maturo. I concessionari ci credono, creano strutture interne dedicate e sono convinti che valga la pena puntare sul renting. Perché oggi sono i servizi e la loro qualità a determinare la soddisfazione e la fidelizzazione della clientela. Buona lettura.

roberto.perazzoli@fleetmagazine.com

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia