6 Novembre 2019

Gamma Land Rover 2020: nuova Discovery Sport, nuova Defender e la prima berlina Road Rover

La gamma Land Rover 2020 sarà capitanata dalle nuove Defender e Discovery Sport. In arrivo anche la prima berlina del marchio britannico: la Road Rover. Ecco qui una panoramica su tutti i modelli della Casa.

La gamma Land Rover 2020 prosegue l’ormai ben noto cammino verso la riduzione delle emissioni. Senza rinunciare a una novità attesissima, la nuova Road Rover, prima berlina del brand, e al ritorno di due miti, quali la nuova Land Rover Defender, presentata al Salone di Francoforte 2019, e la nuova Land Rover Discovery Sport

Nuova Land Rover Discovery Sport 2020 restyling su strada

Una strategia a 360 gradi, quella della Casa britannica, che continua a puntare sulla premiumness dei suoi modelli e sull’anima off-road, rendendo allo stesso tempo le motorizzazioni più moderne.

GAMMA LAND ROVER 2020

NUOVA LAND ROVER DISCOVERY SPORT

Nel 2020 sarà innanzitutto protagonista assoluta la nuova Land Rover Discovery Sport.  Nata nel 2014 e presentata in maniera spettacolare sulle rive della Senna al Salone di Parigi di quell’anno, nel 2016 la versione sportiva della Discovery è stata sottoposta ad un primo aggiornamento. Adesso si è rinnovata completamente, ispirandosi all’estetica, specie nel frontale, delle sorelle: spiccano, in particolare, la nuova fanaleria e nuova calandra.

Nuova Land Rover Discovery Sport 2020 tra le novità del salone di Francoforte 2019

L’abitacolo diventa più versatile e spazioso, con l’adozione di nuovi sedili, in ottica di comfort. Al fianco dei motori benzina e dei motori diesel della famiglia Ingenium, ci sono anche la versione ibrida plug-in e la versione mild hybrid 48 V. Il sistema Terrain Response 2 garantisce elevate prestazioni fuoristrada. A livello tecnologico, spicca il nuovo Smart Rear View Mirror, lo specchietto centrale che diventa un vero e proprio schermo.

Leggi Anche: le caratterstiche della nuova Discovery Sport 2020

NUOVA LAND ROVER DEFENDER

Ritorno assoluto di un mito, la nuova Land Rover Defender è un modello completamente cambiato rispetto al passato, che però mantiene il suo spiccato dna off road. Anche qui il cuore del sistema è rappresentato dal Terrain Response 2. Lo stile, in generale, mantiene le forme squadrate, anche se le armonizza in chiave più moderna. 

Land Rover al Salone di Francoforte 2019

Uno degli aspetti più importanti è l’introduzione del sistema Mild Hybrid sulla potente versione benzina sei cilindri da 400 Cv. La carrozzeria nasce su una nuova scocca in alluminio e si presenta in due versioni: passo corto e tre porte e passo lungo e cinque porte. 

Leggi Anche: la nuova Defender al Salone di Francoforte 2019

NUOVA ROAD ROVER

Nel 2020, poi, è attesissima la nuova Road Rover, ovvero la prima Range Rover “a ruote basse”. Spicca, ovviamente, rispetto alle sorelle la linea abbassata del tetto, che si abbina a un muso che, invece, rispecchia in tutto e per tutto il family feeling del brand. I vetri sottili e la silhouette la renderanno un modello davvero sportivo.

Rendering Road Rover
Un render della nuova Road Rover

Stando alle notizie sarà la prima auto elettrica del brand che, estendendosi all’intero Gruppo, andrà ad affiancare la Jaguar I-Pace. Il prezzo? Nulla di ufficiale, ma dovrebbe attestarsi attorno ai 100.000 euro.

RANGE ROVER EVOQUE

Primo anno pieno di vita per la nuova Range Rover Evoque, che ha debuttato quest’anno. Lo stile è rimasto quello che ha portato il modello al successo, ma i ritocchi, ispirati alla Velar, hanno contribuito a rendere la piccola Range ancora più moderna. 

Range Rover Evoque

Le novità sotto il cofano, invece, hanno riguardato l’avvento dei motori Mild Hybrid. Tutti i motori benzina e diesel, in questo caso, sono supportati da un generatore a 48 Volt, che contribuisce a ridurre nettamente i consumi. In arrivo in gamma anche una Range Rover Evoque Plug-in Hybrid.

Leggi Anche: la nostra prova della nuova Range Rover Evoque

RANGE ROVER VELAR

La gamma Land Rover 2020, poi, vedrà la presenza ormai affermata della Range Rover Velar, lanciata nel 2020. Si tratta del quarto modello nella storia di Range Rover, una novità senza precedenti perché per la prima volta ha reso il brand britannico competitivo anche nel segmento dei Suv premium compatti. Nel corso del prossimo anno potrebbe arrivare anche un primo restyling, ma a riguardo non ci sono voci ufficiali.

Range Rover Velar, test drive - video

La linea è quella di una vera premium, con il tetto che ricorda quello di una coupé. La spaziosità, allo stesso tempo, non manca, come dimostra il bagagliaio da 673 litri. A livello tecnologico, sulla Velar spicca una batteria completa di Adas, capitanata dall’Autonomous Emergency Braking, dal Traffic Sign Recognition e dall’Adaptive Cruise Control con Queue Assist e Intelligent Emergency Braking.

La gamma dei motori è guidata dal 2.0 diesel Ingenium a quattro cilindri, nelle versioni da 180 Cv e 240 Cv. Per gli amanti della potenza e delle prestazioni, poi, c’è un motore V6 3.0 da 300 Cv.

Leggi Anche: il nostro test drive della nuova Velar

LAND ROVER DISCOVERY

Concludiamo poi con un tris di modelli affermati: la Land Rover Discovery, quinta serie del Suv a sette posti. Lanciats nel 2017, presenta un’innovativa piattaforma di alluminio con sospensioni posteriori Integral Link, che ha consentito di ridurre notevolmente il peso della carrozzeria.
Nuova Land Rover Discovery SVX Salone Francoforte 2017

Lunga quasi 5 metri, la nuova Discovery ha aumentato la sua capacità di guado fino a 90 cm, un aspetto che evidenzia l’innata vocazione “off-road”. A livello tecnologico, sempre a sottolineare il piglio fuoristratistico, spicca il sistema All-Terrain Progress Control, che consente di selezionare una velocità e di procedere automaticamente su terreni insidiosi, senza dover azionare acceleratore e freno.  Il motore top è il 2.0 quattro cilindri da 240 Cv.

Leggi Anche: la Discovery al Fleet Motor Day 2017 (VIDEO)

RANGE ROVER

C’è poi la “veterana delle veterane” tra le protagoniste della gamma Land Rover 2020. Stiamo parlando, ovviamente, della Range Rover, rinnovata un paio d’anni fa.  L’ennesima serie della best-seller presenta un muso più moderno e sportivo, mentre la coda rimane quella classica delle Range. L’evoluzione più importante, però, è all’interno, con l’adozione di nuovi dettagli di comfort (su tutti le 24 regolazioni e le 25 funzioni massaggio dei sedili) e di tecnologia, con il sistema wi-fi che consente di connettere a bordo ben 8 dispositivi.

Range Rover LWB

Per quanto riguarda i motori, il top è un potentissimo V8 5.0 da 565 Cv, ma, come anticipato, la vera novità è il propulsore ibrido plug-in, frutto dell’abbinamento tra un 2.0 Ingenium da 300 Cv e un’unità elettrica da 116 Cv.

Leggi Anche: le caratteristiche della nuova Range Rover

RANGE ROVER SPORT

Anche la Range Rover Sport di ultima generazione è frutto di un refresh degli esterni e degli interni. Piccoli ritocchi che non stravolgono il dna di un modello di grande successo. L’abitacolo è elegante e caratterizzato da tre schermi, il Touch Pro Duo, con il doppio display centrale, e un quadro strumenti diventato interamente digitale.

A livello meccanico, spicca come sulle sorelle la presenza del Terrain Response 2, che garantisce stabilità e comfort durante la guida. Come per la nuova Range Rover, anche la nuova Range Rover Sport sarà equipaggiata con l’unità ibrida plug-in, in grado di erogare la bellezza di 404 Cv e di percorrere fino a 51 km in modalità completamente elettrica.

Leggi Anche: nuova Range Rover Sport, l’ibrida plug-in che va alla conquista delle flotte

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia