Plug-in Hybrid, Mild Hybrid e Full Hybrid: le tre anime della nuova Ford Kuga

Con tre diverse motorizzazioni ibride, la nuova Ford Kuga si propone come la vettura dell’Ovale Blu più elettrificata di sempre. Non solo. La terza generazione del modello nasce sulla nuova piattaforma globale C2 e offre un livello di tecnologia senza precedenti.

La Ford più elettrificata di sempre. Basta questa definizione, coniata e comunicata dalla Casa dell’Ovale Blu, per dare l’idea della portata innovativa della nuova Ford Kuga 2020, terza generazione del modello di maggior successo del marchio in Europa.

La nuova Ford Kuga “strappa” nettamente rispetto al passato. Nuova piattaforma costruttiva, maggiore eleganza nella linea, che mostra temi da crossover e dimensioni generose (aumentano lunghezza e larghezza), proporzioni più “stradali” (cofano più lungo, tetto più basso), sicurezza attiva e passiva al top. E soprattutto i motori, che offrono per la prima volta nella storia del brand tre diverse versioni ibride: Plug-in Hybrid, Mild Hybrid e Full Hybrid.

Approfondisci: il nostro test drive della Puma Hybrid

L’obiettivo è quello di confermarsi un mid-size Suv di grande appeal (non a caso, dal lancio della Kuga sono stati prodotti oltre un milione di esemplari), anche per i driver delle flotte aziendali. Ecco, quindi, le principali caratteristiche della vettura, partendo proprio dai motori.

Nuova Ford Kuga su strada

I MOTORI IBRIDI DELLA NUOVA FORD KUGA

La gamma della nuova Ford Kuga è caratterizzata dai motori a benzina 1.5 Ecoboost, dai motori diesel 2.0 EcoBlue e, soprattutto, dalle tre declinazioni di ibrido, che qui vi presentiamo nei dettagli.

LA NUOVA FORD KUGA PLUG-IN HYBRID

La nuova Ford Kuga Plug-In Hybrid è senza dubbio la più sofisticata della gamma: il suo cuore pulsante è un 4 cilindri benzina 2.5 a ciclo Atkinson abbinato a un motore elettrico con batteria agli ioni-litio da 14,4 kWh, per un totale di 225 Cv. L’autonomia in modalità elettrica è di oltre 50 km, i consumi dichiarati appena 1,2 litri/100 km e le emissioni 26 g/km.

Nuova Ford Kuga ibrida 2020

La batteria si carica attraverso la presa sul parafango anteriore, oppure tramite la ricarica rigenerativa in frenata. Per la ricarica esterna, occorrono circa 6 ore con una presa esterna da 230 Volt.

Ricarica nuova Ford Kuga plug-in hybrid

LA NUOVA FORD KUGA ECOBLUE HYBRID

Passando alla Mild Hybrid, denominata Ford Kuga EcoBlue Hybrid, il motore, qui, è un diesel 2.0 litri da 150 Cv: un alternatore/generatore recupera energia nelle decelerazioni e ricarica un pacco batterie ioni-litio da 48 Volt, raffreddato ad aria. L’alternatore funge anche da motore ausiliario, utilizzando l’energia accumulata per fornire coppia addizionale durante la guida, oltre a far funzionare gli accessori elettrici del veicolo.

Consumo medio dichiarato: 5,0 litri/100 km. Emissioni: 132 g/km. Una buona soluzione, dunque, per i driver che non vogliono rinunciare ai plus del gasolio.

Leggi anche: come funzionano i motori ibridi?

LA NUOVA FORD KUGA FULL HYBRID

Entro fine anno, è attesa sul mercato anche la nuova Ford Kuga Hybrid, caratterizzata da un sistema ibrido con funzione self-charging, che permette l’attivazione di guida in modalità completamente elettrica abbinando un motore benzina ciclo Atkinson da 2.5 litri, un motore elettrico, una batteria agli ioni-litio e un cambio automatico sviluppato da Ford.

La nuova Kuga ibrida sarà a trazione anteriore e abbinata all’Intelligent All-Wheel Drive. Per quanto riguarda emissioni e consumi, le previsioni dichiarate sono di 130 g/km e 5,6 litri/100 km.

Profilo nuova Ford Kuga

GLI ALLESTIMENTI

Consentire ad ogni driver di trovare la giusta combinazione di motore e allestimento: questa è una delle mission principali della nuova Ford Kuga. Che infatti presenta una gamma molto articolata. Le versioni Titanium, ST-Line X e Vignale offrono caratterizzazioni distintive e ben riconoscibili.

La Titanium per i particolari in tinta, la ST-Line X per la sportività più evidente (minigonne, doppio scarico, sedili sportivi con cuciture a contrasto, volante a fondo piatto), la Vignale per i dettagli più “preziosi” come le finiture in alluminio satinato e le poltrone in pelle con design a esagoni.

NUOVA PIATTAFORMA

La terza generazione della Kuga è costruita sulla nuova piattaforma globale C2, più leggera rispetto alla precedente di 80 kg e, allo stesso tempo, più performante dal punto di vista della rigidità torsionale.

La maggiore larghezza del corpo vettura contribuisce ad aumentare la tenuta di strada, la stabilità e la sensazione generale di sicurezza. E, proprio grazie alla revisione dei volumi esterni, anche all’interno sono stati guadagnai centimetri di spazio.

retro nuova Ford Kuga

TECNOLOGIA E ADAS

I sistemi di bordo della nuova Ford Kuga, non da ultimo, sono pensati per la massima usabilità: spicca in particolare l’impianto di infotainment Sync 3, supportato da un touchscreen da 8’’ molto più grande di quello della Kuga di seconda generazione. Inoltre, il quadro digitale da 12.3’ è improntato alla massima chiarezza e leggibilità.

A diminuire i cablaggi nell’abitacolo contribuisce il pad di ricarica wireless e, per l’efficacia della connessione, c’è il modem integrato FordPass Connect che, oltre ad agire come hotspot Wi-Fi  (accetta fino a 10 dispositivi), consente aggiornamenti Live Traffic sul sistema di navigazione, ma anche alcune funzioni in remoto come il Vehicle Locator (per trovare l’auto nei grandi parcheggi), il Vehicle Status (livello carburante, olio e stato dell’antifurto), l’apri-chiudi porte, l’avviamento a distanza e l’eCall di emergenza. Alla qualità dell’audio, infine, sovrintende il sistema Bang&Olufsen.

Interni nuova Ford Kuga

Per quanto riguarda gli Adas, il pacchetto Co-Pilot permette di raggiungere il traguardo della guida autonoma di livello 2 (leggi il nostro approfondimento sui diversi livelli di guida autonoma): sono da segnalare il Lane-Keeping con Blind Spot Assist, che combina il Blind Spot Information System (BLIS) e il Lane-Keeping System per monitorare l’angolo cieco e gestire l’arrivo dei veicoli mentre si viaggia su carreggiate a più corsie, oltre all’Adaptive Cruise Control con Stop & Go, Speed Sign Recognition e Lane-Centring.

Anche le luci sono progettate per la massima efficacia abbinata a un maggior comfort visivo, per esempio le funzionalità predictive curve light e sign-based light riducono le zone d’ombra o il fenomeno di auto-abbagliamento. L’Head-up display (in prima assoluta sui Suv Ford europei) favorisce la concentrazione del driver.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia