Share Now, arriva la piattaforma unica di prenotazione: cosa cambia?

Share Now completa il processo di fusione tra car2go e DriveNow. Adesso tutte le auto (smart, BMW e Mini) sono disponibili su un’unica piattaforma. Più auto, più modelli e aree operative più estese. Modifiche anche alle tariffe. Ecco cosa cambia per i vecchi utenti di car2go e DriveNow.

A poco meno di un anno dall’annuncio della fusione tra DriveNow e car2go, la nuova società di car sharing Share Now lancia una piattaforma unica di prenotazione per le auto di entrambi i servizi. Con qualche aggiustamento operativo e alle tariffe, i 700mila iscritti potranno così noleggiare smart, Mini o BMW con più facilità.

Car sharing Share Now, arriva la piattaforma unica per noleggiare le auto

Sono circa 3mila le vetture di Share Now in Italia: 1.700 auto a Milano (200 BMW, 200 Mini e Mini cabrio, più 1.300 tra smart fortwo, forfour e fortwo cabrio), circa 800 a Roma (smart fortwo, forfour e fortwo cabrio) e circa 500 a Torino (smart fortwo, forfour e fortwo cabrio). Addio a Firenze. Il 29 febbraio 2020 sarà l’ultimo giorno in cui il servizio di car sharing dell’ex car2go sarà operativo nel capoluogo toscano.

Approfondisci: il car sharing Share Now lascia Firenze

SHARE NOW: ECCO COSA CAMBIA CON LA PIATTAOFRMA UNICA DI PRENOTAZIONE AUTO

Dopo l’Austria e la Germania, l’Italia è il terzo Paese nel quale Share Now ha integrato le due piattaforme di prenotazione, finora ancora autonome, concludendo il processo di fusione tra DriveNow e car2go.

Share Now, compretata la fusione tra car2go e DriveNow: ecco la nuova flotta

Il cambiamento più rilevante riguarda i clienti di Milano, unica location italiana in cui sia car2go sia DriveNow hanno operato distintamente prima dell’integrazione. Adesso, le flotte di entrambi i servizi sono unificate e rese disponibili esclusivamente sull’app Share Now. Nel capoluogo lombardo è attiva l’ex area operativa di DriveNow di 123 chilometri quadrati, più estesa rispetto a quella di car2go.

Con la fusione, anche il tariffario del car sharing è stato armonizzato. La tariffa “flex fee” (in passato disponibile per gli ex veicoli car2go), in base all’orario e alla zona del noleggio, è valida anche per i veicoli BMW e Mini. Scompare, invece, la tariffa “sosta”, adottata da DriveNow. Anche le tariffe per il rilascio del veicolo negli aeroporti di Malpensa, Linate, Fiumicino e Caselle subiscono leggere variazioni.

Leggi anche: quando il car sharing deve arrendersi

REGISTRAZIONE CAR SHARING SHARE NOW

I clienti che precedentemente erano registrati solo al servizio di DriveNow migrano su Share Now, con eventuali crediti e senza dover cambiare user, password e sistema di pagamento: tramite app, si visualizza il link attraverso cui scaricare la nuova applicazione di Share Now e trasferire il proprio precedente account, gratuitamente sulla nuova piattaforma.

Share Now app car sharing

Gli ex utenti di DriveNow possono accedere alla nuova app utilizzando i vecchi dati di accesso dell’account. Non serve una nuova registrazione. Eventuali crediti personali o aziendali sono trasferiti automaticamente all’account Share Now.

Già dal 12 novembre scorso, invece, l’app di car2go ha effettuato un rebrand completo, diventando Share Now. Gli utilizzatori del car sharing, precedentemente iscritti a car2go, devono solo aggiornare la propria app, se non ancora fatto, per vedere il nuovo look di Share Now e noleggiare i nuovi modelli BMW e Mini, oltre alle smart.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia