14 Dicembre 2017

Test Drive della nuova Seat Ibiza 2018: è la migliore di sempre?

La nuova Seat Ibiza 2018 porta al debutto nella sua quinta generazione una nuova piattaforma, che offre un’ottima sintesi fra comfort e piacere di guida. In più, le innovative tecnologie di connettività e sicurezza contribuiscono a renderla una delle auto più attese tra le novità Seat per il 2018.

Con queste premesse, il Test Drive di Seat Ibiza è stata l’occasione giusta per provare sul campo se ciò che dice la casa catalana corrisponde alla realtà: siamo di fronte alla migliore Ibiza di sempre?

Nella nostra prova su strada di Seat Ibiza abbiamo valutato:

Ecco le nostre impressioni!

IL TEST DRIVE DELLA NUOVA SEAT IBIZA 2018

DESIGN

Onestamente, sulla quinta generazione dell’Ibiza gli spagnoli della Seat si sono superati. Vista dall’esterno, la vettura colpisce subito per le linee tese e scolpite, che trapelano una vocazione alla sportività. Stesso discorso una volta calati al posto di guida (caratterizzato da un’impostazione piuttosto bassa, a 49 centimetri dall’asfalto), tra specchietti aguzzi e inserti metallici spigolosi lungo la linea orizzontale della plancia (fino alle portiere).

design Seat Ibiza 2018

Il modello più  venduto della Casa di Martorell (oltre 5,4 milioni di esemplari), nonché la vettura del marchio da più tempo sul mercato, sfoggia uno stile inedito, pur rimanendo fedele a quello spirito giovane, funzionale, sportivo e confortevole che da sempre lo rendono riconoscibile.

Approfondisci: ecco perché ha i valori residui al Top della categoria

La nuova Seat Ibiza 2018 rappresenta un ulteriore passo avanti nella più grande offensiva di prodotto mai intrapresa dalla Seat. Iniziata con il lancio della Ateca, seguito dalla rinnovata Leon, ora è la volta della Ibiza, che rinforza così il terzo pilastro del marchio. A fine anno, poi, tocca al crossover compatto Arona mentre, nel 2018, è il turno del terzo Suv che si posizionerà in un segmento superiore a quello dell’Ateca.

DIMENSIONI E MOTORIZZAZIONE

Protagonista della prova della nuova Ibiza, che porta al debutto la piattaforma modulare MQB A0 (la stessa adottata dalla cugina Volkswagen Polo), è la 1.0 da 75 Cv, equipaggiata con il tre cilindri aspirato a benzina. Allestimento Xcellence, ma la si può scegliere anche in versione Reference, Style, FR  o con allestimento Business specifico per le aziende che di serie ha il navigatore da 8”, i cerchi in lega da 15”, fari fendinebbia e vernice metallizzata.

dimensioni Seat Ibiza 2018

Gli effetti del nuovo pianale si percepiscono subito dall’impostazione stessa della vettura: a parità di lunghezza (4,06 metri) e altezza (1,44 metri), risulta ben piantata a terra, grazie all’allargamento delle carreggiate (60 mm per l’asse anteriore e di 48 mm per il posteriore) e al passo allungato (ora misura 2,56 metri, in crescita di 95 mm).

In pratica, le ruote si trovano alle estremità della carrozzeria, mentre il frontale, i fari allungati e rimarcati dai Led, i tagli laterali e le minigonne contribuiscono a conferirle questo aspetto acquattato.

La gamma di motori benzina comprende anche il 1.0 Eco TSI tre cilindri da 95 o 115 CV con turbocompressore (quest’ultimo disponibile anche con cambio automatico DSG a 7 rapporti) e il più potente 1.5 TSI EVO 150CV . Un unico motore turbo diesel 1.6 disponibile nelle varianti da 80 e 95CV e prossimamente anche 115CV. Ibiza può contare anche su un propulsore 1.0 TGI a doppia alimentazione benzina / metano da 90CV.

GLI INTERNI DELLA NUOVA SEAT IBIZA

Negli interni della nuova Seat Ibiza 2018, si trovano misure decisamente più generose rispetto ai modelli precedenti, sia davanti sia dietro. Adesso il guidatore ha più spazio per le ginocchia e parecchia aria sopra la testa, mentre sul divano posteriore nemmeno i più alti possono lamentarsi.

interni Seat Ibiza 2018

Anche la capacità del bagagliaio (interamente foderato di moquette)  è cresciuta di 63 litri, con una capacità complessiva di 355 litri (la soglia di carico è stata inoltre ribassata). In generale l’ambiente è molto curato e si apprezzano la precisione degli accoppiamenti, la qualità dei materiali e l’illuminazione affidata ai Led. A dominare, sulla plancia, c’è il touchscreen da 8 pollici, in ottima posizione, al centro della fascia trasversale.

Uno dei plus della piccola spagnola è l’infotainment, che offre la possibilità di utilizzare le principali estensioni degli smartphone (Android Auto, Apple CarPlay o MirrorLink), pure per visualizzare le mappe presenti sul proprio telefonino. Gli smartphone, tra l’altro, possono essere ricaricati anche in modalità wireless. In più, un booster per l’antenna Gsm amplifica il segnale telefonico.

Leggi Anche: per il navigatore nessun problema, ci pensa Waze

Anche sul fronte dei sistemi di assistenza alla guida, la nuova Ibiza fa un salto in avanti: offre infatti Front Assist con frenata di emergenza automatica e sistema di riconoscimento dei pedoni, cruise control adattivo ACC, sistema di accesso e avviamento senza chiave Kessy, pulsante di accensione con funzione Heart Beat, sensori di parcheggio anteriori e posteriori di ultima generazione e telecamera posteriore.

COME VA SU STRADA

Si preme il tasto Start, ben in evidenza in orizzontale sul tunnel, e il tre cilindri della nuova Seat Ibiza 2018 si avvia con poche vibrazioni e un rumore quasi inavvertibile. I suoi 75 cavalli non sembrano particolarmente scalpitanti, ma garantiscono andature tranquille. Meglio la progressione rispetto all’allungo. Il tutto accompagnato da cambiate abbastanza rapide, contraddistinte da una frizione leggera e ben modulabile.

prova su strada Seat Ibiza 2018

Quanto ai rapporti del cambio, si scala sotto i 1.300 giri/minuto, tanto che si riesce perfino ad affrontare una rampa autostradale in quinta marcia. La potenza massima viene erogata a 6.200 giri/minuto. Da ciò, derivano i 4.000 giri/minuto a 130 km/h, in autostrada.

Per quanto riguarda i consumi, il computer di bordo ha indicato una media di circa 17 km al litro. In marcia, l’Ibiza trasmette sensazioni positive, di compattezza e agilità, assecondata da uno sterzo pronto e progressivo. L’abitacolo appare ben isolato dalla meccanica. Il prezzo parte da  13.800 euro (chiavi in mano).

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia