Henry Schein Krugg, alla guida con il sorriso

Il noleggio rappresenta ormai una soluzione imprescindibile per la gestione del parco auto. La testimonianza arriva dalla Henry Schein Krugg, azienda top in Italia nella distribuzione di prodotti e servizi per odontoiatri e odontotecnici, con sede a Buccinasco (Milano), 15 filiali e 500 collaboratori. Abbiamo intervistato Maurizio Capogrosso, direttore delle risorse umane dal 2008 e responsabile dell’attività di Fleet Management.

LA CAR POLICY  – “La nostra flotta – spiega Capogrosso nell’illustrare come è strutturata la gestione del parco auto della sua azienda – è ad oggi composta da qualche centinaio di mezzi, organizzata con specifica car policy e strutturata su cinque differenti fasce, ognuna con 4-5 marchi diversi. Sono tutti veicoli con contratto di Nlt e a uso promiscuo. Circa il 65% del parco è destinato all’area sales: i nostri colleghi presidiano zone anche molto ampie con percorrenze elevate a volte superiori ai 65mila chilometri in un anno. Il 25% del parco riguarda i veicoli commerciali in dotazione ai servizi tecnici e di assistenza, connessi alle apparecchiature che, una volta scelte dai nostri clienti, devono essere installate e controllate. La rimanente parte dei veicoli è quella assegnata alla direzione che, come fascia premium, usufruisce di un’offerta specifica. Circa il 46% delle auto fa capo alla sede di Buccinasco, il resto è distribuito sul territorio”.

ROTTA VERSO IL GREEN – “Il parco è composto al 90% da veicoli diesel. L’anno scorso seguendo la nostra green environment policy, abbiamo volutamente sperimentato il full electric come alternativa per i piccoli spostamenti in Milano, con due veicoli atti a facilitare l’accesso giornaliero al centro, per raggiungere alcuni servizi di quotidiano utilizzo. Abbiamo avuto modo di provare veicoli di marchi diversi, come BMW, Nissan e, da ultimo, Renault. Questi veicoli dalle prestazioni eccellenti restano ancora relegati ad un uso cittadino, vista la contenuta autonomia posseduta e la ridotta disponibilità di stazioni di ricarica fuori dal centro urbano. Attualmente abbiamo in flotta uno dei primi furgoni elettrici, in valutazione per i servizi di assistenza tecnica”.

(L’articolo completo sarà pubblicato sul numero di giugno di Fleet Magazine)

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia