23 Agosto 2018

ABS compie 40 anni: la prima Mercedes dotata di anti-bloccaggio dei freni

Il primo sistema ABS fu messo sul mercato il 22 agosto 1978 da Mercedes, che dopo 15 anni di perfezionamento è riuscita a fare un notevole passo in avanti in materia di sicurezza stradale.

Mercedes Classe S. il test Abs, 1978

L’introduzione del sistema anti-bloccaggio dei freni, il primo ADAS della storia, ha apportato numerosi vantaggi alla guida, come la diminuzione degli spazi d’arresto in caso di frenate d’emergenza e il mantenimento della direzionabilità durante bruschi rallentamenti.

Approfondisci: quali sono gli ADAS indispensabili sulle auto aziendali?

COME FUNZIONA IL SISTEMA ABS?

Il sistema ABS garantisce una maggiore sicurezza alla guida, poiché consiste in una tecnologia capace di evitare il bloccaggio delle ruote durante le frenate più intense, così da non permettere lo slittamento delle ruote o la perdita di direzionabilità.

sistema Abs,, il primo Adas del 1978

Questo è possibile grazie a dei sensori, posti su ciascuno pneumatico, che trasmettono a una centralina elettrica il numero di giri compiuti dalle ruote. Senza il sistema ABS, durante una frenata improvvisa, lo pneumatico si blocca e smette di fare attrito con il terreno, quindi di conseguenza slitta e compromette lo spazio di frenata (che aumenta) e la direzionabilità dell’auto.

Grazie al sistema di anti-bloccaggio delle ruote in frenata, la centralina comanda la pompa idraulica dei freni e fa diminuire la forza frenante sulla ruota bloccata. In questo caso lo pneumatico non si blocca e torna a far presa sul terreno.

Leggi anche: quali sono i sistemi ADAS più diffusi?

Con questo questo primo sistema di assistenza alla guida, è possibile premere il pedale del freno fino in fondo, nei casi di emergenza, e i sensori intervengo quando percepiscono lo slittamento, reagendo nel giro di pochi secondi.

IL SISTEMA ABS, DAGLI ANNI ’50 AD OGGI

Il 22 agosto 1978 Mercedes ha organizzato 3 giorni di dimostrazioni, invitando la stampa ad assistere alla presentazione del sistema ABS, montato per l’occasione sulla Mercedes Classe S.

La dimostrazione, svolta al centro prove di Untertürkheim, ha dato prova del comportamento dell’auto dotata di sistema ABS, rispetto a un’auto sprovvista di tale tecnologia.

Mercedes Classe S, confronto auto con Abs e auto senza Abs

L’idea di un dispositivo anti-bloccaggio dei freni è stata concepita inizialmente negli Anni ’50, quando Mercedes brevettò nel 1953 un sistema molto simile a quello lanciato nel 1978, ma data la scarsità di tecnologie analoghe nel campo dell’aviazione, era impossibile adattare questo sistema sulle auto, che richiedevano una maggiore precisione.

La casa tedesca tornò a lavorare sul sistema ABS nel 1963, quando le tecnologie erano più mature per questo tipo di prove, ma solo nel 1970 si poté effettuare concretamente una dimostrazione del suo funzionamento e dopo 8 anni il sistema anti-bloccaggio dei freni poteva essere ordinato e montano come optional sul tutte le Mercedes Classe S, al prezzo di 2.217 marchi.

Nel giro di due anni tutti i modelli Mercedes potevano essere dotati del sistema ABS e dal 1992 viene montato di serie su tutti i nuovi modelli.

Dal 2004 in Europa tutte le auto nuove devono, per legge, essere dotate di sistema anti-bloccaggio dei freni.

Approfondisci: Adas presto di serie su tutte le auto, ecco la proposta del Parlamento Europeo

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia