La storia di Lella Lombardi, la prima donna “a punti” in Formula 1

Maria Grazia “Lella” Lombardi, al Gran Premio di Spagna del 1975 cambiò la storia dei motori, diventando la prima e unica donna a segnare punti in Formula Uno. Oggi un documentario ripercorre la sua storia e quella delle altre donne del Motorsport.

Se esiste una serie tutta al femminile, la W Series, e se il numero di donne sulla scena automobilistica sta pian piano aumentando è anche grazie a Lella Lombardi. La seconda pilota in assoluto a guidare una monoposto in Formula 1. La campionessa che, il 27 aprile 1975, durante uno dei Gran Premi più travagliati della storia, riuscì a ottenere punti iridati correndo sul circuito del Montjuic a Barcellona.

Lella-lombardi-biografia

Oggi, un documentario ripercorre la storia di questa sportiva spesso trascurata. Presentato a Cannes nel 2019, “Beyond Driven” è un omaggio a Lella e a tutte le donne del Motosport che continuano a dimostrare che i motori non sono una prerogativa maschile.

LA CAMPIONESSA LELLA LOMBARDI

All’anagrafe Maria Grazia, Lella nasce il 26 marzo 1941 da una modesta famiglia di Frugarolo. Con una passione innata per la velocità e i motori, impara a guidare a soli 13 anni. Continua a coltivare la sua passione per tutta la giovinezza fino ad arrivare, dopo una lunga gavetta tra kart e formule minori, alla Formula 1. L’esordio avviene al Gp d’Inghilterra del 1974, a bordo di una Brabham BT42 della scuderia Allied Polymer Group.

Il Gran Premio del ‘75

Se l’esordio non fu tra i più brillanti, l’anno successivo rappresenta una svolta storica, nella vita di Lella e nel Motorsport tutto. Siamo a Barcellona, Spagna, sul circuito di Montjuic, quarta prova mondiale. Gara tra le più travagliate del secolo scorso, con i piloti che boicottano le prove del venerdì a causa del pessimo stato delle barriere di sicurezza. Si salvano le prove del sabato, dopo qualche lavoro frettoloso e molte minacce legali da parte degli organizzatori. Quel giorno, Lella Lombardi si qualifica col 24° tempo, a soli 7 secondi dalla pole position di Niki Lauda. Nel frattempo, Emerson Fittipaldi della McLaren rinuncia alla gara e il fratello Wilson e Arturo Merzario si fermano dopo un solo giro per protesta.

lella lombardi

Siamo giunti al 25° giro, la Hill di Rolf Stommelen perde l’alettone e vola in mezzo alla folla, provocando quattro morti e numerosi feriti. Pace si ritira. La gara viene interrotta, decretando l’unica vittoria nella carriera di Jochen Mass. Il punteggio di tutti, per la prima volta dalla nascita della Formula 1, viene dimezzato, essendo stato percorso un solo quarto di gara. Al momento dell’interruzione, Lella, partita ventiquattresima, è al sesto posto e viene quindi onorata di un mezzo simbolico punto. Punto che rimane tuttora il record conquistato da una donna nel campionato di Formula 1. Quella fu l’ultima volta che il circuito di Montjuic ospitò il Gran Premio di Spagna.

Approfondisci: Le donne che hanno fatto la storia dell’auto

In seguito alla scampata tragedia, Lella prosegue la propria carriera da pilota fino al 1988, quando si ritira e diventa team manager della scuderia da lei fondata, la Lombardi Autosport. Muore di cancro poco prima di compiere 51 anni, il 3 marzo 1992 a Milano.

BEYOND DRIVEN

Per una donna non è impossibile competere per il podio di Formula 1, non è qualcosa di improbabile, ma qualcosa che un giorno accadrà. Dobbiamo iniziare a sostenere questa nuova generazione di donne incredibilmente talentuose che sta arrivando”. Con queste parole Riyaana Hartley e Vincent Tran hanno presentanto “Beyond Driven”, di cui sono produttori.

 

Il documentario, presentato in anteprima a Cannes racconta la storia e raccoglie le testimonianze di Lella Lombardi e delle sue colleghe Desiré Wilson, Divina Galica e Giovanna Amati. A queste pilote che hanno fatto la storia, si affiancano quelle di nuova generazione: Carmen Jordà, Alice Powell, Beitske Visser, le sorelle Anna e Hamda Al Qubaisi e Tatiana Caderòn. Novanta minuti per scoprire la carriera di donne che hanno e stanno rivoluzionando l’automobilismo, cercando di raggiungere le vette del Motorsport.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia