Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020, benvenuti Adas di Livello 2

Il simbolo della sportività Alfa Romeo, Quadrifoglio, si aggiorna. Giulia e Stelvio guadagnano nuovi Adas, uno scarico sportivo, l'infotainment con informazioni specifiche sulla prestazione, nuovi colori e rivestimenti. Confermate le caratteristiche cruciali della sportività, a partire dal motore V6

Migliore celebrazione dei 110 anni di storia non poteva esserci per Alfa Romeo. Un 2020 che ha regalato due interpretazioni GTA e, adesso, introduce Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio MY2020 e Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio 2020. Modelli che seguono il rinnovamento proposto sulla gamma “ordinaria”, di una berlina media e un suv che hanno nel dinamismo e nell’appeal stilistico la cifra distintiva.

Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020

ALFA ROMEO QUADRIFOGLIO 2020

Quadrifoglio è la prestazione elevata a potenza, segnatamente un motore V6 biturbo da 2.9 litri che costituisce lo stato dell’arte della tecnica. Non cambiano i valori in gioco, 510 cavalli e 600 Nm, con la distinzione, su Stelvio Quadrifoglio MY 2020, di una trazione quattro ruote motrici Q4. Il cambio automatico 8 marce assicura passaggi di marcia fulminei in modalità Race – accanto ai programmi del selettore DNA Pro -.

Approfondisci: 7 giorni al volante di Giulia Quadrifoglio, il test

Chi vorrà apprezzare ancor di più la sonorità allo scarico potrà scegliere l’impianto Akrapovic in titanio e terminali in carbonio, sempre una linea dual mode come quella di serie, ma più aggressiva nella tonalità.

I NUOVI ADAS SU GIULIA E STELVIO QUADRIFOGLIO 2020

Fin qui la base tecnica invariata, sulla quale Alfa Romeo interviene per aggiornare l’infotainment e, soprattutto, introdurre un pacchetto di Adas di Livello 2 che riportano Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio in pari con le altre motorizzazioni.

I sistemi di assistenza alla guida riassumono tutto il necessario per una guida più comfortevole specialmente sulle lunghe distanze, poiché sulle strade più guidate e belle sarebbe un delitto anteporre filtri tra guidatore, meccanica e asfalto. Il Lane Keeping Assist aiuta a correggere la traiettoria e restare all’interno della corsia di marcia, il cruise control attivo regola l’andatura e lo fa anche in abbinamento al sistema di riconoscimento della segnaletica: propone al guidatore la riduzione della velocità nel caso in cui la segnaletica imponga un limite inferiore a quello dell’auto.

Leggi anche: Alfa Giulia 2020 raccontata in 10 punti chiave

Adas di Alfa Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020

Cruise control attivo e mantenimento della corsia sono sistemi che, in abbinamento, realizzano il Traffic Jam Assist e l’Highway Assist: velocità e traiettoria – con possibilità di stop dell’auto -, nella guida in colonna o su autostrada, sono regolati dall’elettronica, in funzione dei dati rilevati dai sensori degli Adas, sviluppati insieme a Bosch. Resta, ovviamente, l’obbligo del guidatore di tenere le mani sul volante e controllare quanto accade intorno all’auto.

Guidatore che diventa pilota sulle Quadrifoglio, sul quale l’Adas del monitoraggio della stanchezza verifica e suggerisce eventualmente uno stop per riposare. Ultimo ausilio alla guida introdotto dal model year 2020, il monitoraggio dell’angolo morto di tipo attivo, cioè in grado di correggere la traiettoria e riportare l’auto in corsia per evitare una possibile collisione con altri veicoli.

INFOTAINMENT CON PAGINE PERFORMANCE 

Interni di Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 2020

Quella degli Adas è l’innovazione di maggior portata, non l’unica visto l’infotainment evoluto. Sul display da 8,8 pollici sarà possibile fruire dei servizi connessi e di una nuova interfaccia, con la specificità delle Performance Pages, esclusiva delle Quadrifoglio. Parametri di funzionamento dell’auto che diventano particolarmente rilevanti nella guida sportiva, tra cui la temperatura di alcuni organi meccanici (freni, motore, trasmissione), la potenza istantanea utilizzata, la distribuzione della coppia motrice, la pressione di sovralimentazione dei turbocompressori, molteplici cronometri per misurare la prestazione.

Dei servizi connessi abbiamo già raccontato dal rinnovamento di Giulia e Stelvio 2020, i pacchetti My Assistant, My Remote, My Navigation, My Fleet Manager e My Theft Assistance.

COLORI OLDTIMER RICHIAMANO LA STORIA ALFA

Ultime ma non ultime, le differenze stilistiche delle Quadrifoglio model year 2020. Stelvio è proposta anche con cerchi da 21 pollici in stile Teledial, al pari di Giulia, invece, avrà colorazioni Oldtimer, tra cui l’inedita Verde Montreal, accanto al Rosso 6C Villa d’Este e l’Ocra GT Junior, tutte evocative di modelli iconici del passato Alfa Romeo.

Dettagli rivisti anche all’interno, dal nuovo disegno del volante – per integrare i nuovi Adas e il sensore aptico per rilevare la presenza delle mani sulla corona – e leva del cambio, alla proposta del rivestimento in pelle traforata sui sedili sportivi a regolazione elettrica: un optional alternativo alla soluzione di primo equipaggiamento, sedili sportivi in pelle e Alcantara; per i più corsaioli, largo ai sedili Recaro in fibra di carbonio. Personalizzazione estesa ai colori delle cinture di sicurezza, con il rosso e il verde alternativi al classico nero. Infine, rinnovato il look dei fari posteriori a led, con lenti brunite e della calandra, il trilobo Alfa avrà cornici in nero lucido.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia