2 Aprile 2021

Bollo auto in Trentino-Alto Adige: costi, esenzioni e come pagarlo

Cerchiamo di riassumere tutte le informazioni riguardanti il Bollo auto 2021 in Trentino-Alto Adige, quanto costa e come si calcola.

Il bollo auto 2021 in Trentino-Alto Adige corrisponde alla tassa sull’automobile che va pagata da tutti i cittadini della regione proprietari o intestatari di un veicolo inserito nel Pubblico  Registro Automobilistico.

Il bollo cambia a seconda di diversi fattori, su tutti il tipo di veicolo che si possiede. Si paga per la prima volta entro il mese successivo all’immatricolazione e, in seguito, l’ultimo giorno del mese in cui il veicolo è stato immatricolato.

Le Province Autonome di Trento e Bolzano mandano a trentini e tirolesi un promemoria con tutte le informazioni riguardanti il pagamento del bollo auto, che può essere ricevuto anche con app esterne (Telepass Pay, per esempio).

Sono previste delle esenzioni per alcuni cittadini e alcune categorie di veicoli.

Leggi Anche: Tutti i casi di esenzione del Bollo 2021

COME SI CALCOLA IL BOLLO AUTO IN TRENTINO-ALTO ADIGE 2021

Il calcolo del bollo auto 2021 in Trentino-Alto Adige è molto semplice, e il procedimento è il medesimo sia nella Provincia Autonoma di Trento che in quella di Bolzano.

Il calcolo si può effettuare sul sito ufficiale dell’ACI, inserendo i seguenti dati:

  • Regione o Provincia Autonoma di Residenza;
  • Targa del veicolo;
  • Tipologia di veicolo;

esenzione-bollo-2021

In alternativa, per sapere l’importo del bollo auto 2021 in Trentino-Alto Adige, è possibile anche rivolgersi ai centri autorizzati presenti sul territorio.

Leggi Anche: Multe auto, la guida completa

LE MODALITÀ DI PAGAMENTO

Il bollo auto in Trentino-Alto Adige può essere pagato in diverse modalità, sia digitali che fisiche:

  • Bollonet o PagoBollo, il servizio online di ACI;
  • Delegazioni ACI;
  • Agenzie Sermetra;
  • Sisal e Lottomatica; 
  • Poste Italiane (online o presso gli uffici postali);
  • Home Banking e Satispay;
  • Sportelli ATM delle banche che permettono il servizio;
  • Tabaccherie Autorizzate;
  • Sul sito ufficiale di Telepass;
  • Tramite App IO della Pubblica Amministrazione;

immagine generica di persona che paga con la carta di credito

Come anche nelle altre regioni, chi si reca a pagare il bollo auto in un punto fisico usando un metodo di pagamento elettronico (bancomat, carta di credito, Satispay) può ottenere  un rimborso del 10% fino a un massimo di 15 euro, secondo quanto previsto dall’iniziativa Cashback promossa dal Governo.

È sempre possibile richiedere la verifica del pagamento, sia sul sito dell’ACI, mentre non è ancora prevista la domiciliazione bancaria del bollo

Leggi Anche: L’assicurazione temporanea per auto e moto è vantaggiosa?

CHI GODE DELL’ESENZIONE DAL PAGAMENTO DEL BOLLO AUTO IN TRENTINO-ALTO ADIGE 2021

Per venire incontro a cittadini con disabilità psico-motorie, e per premiare i cittadini più virtuosi, sia la Provincia Autonoma di Trento che quella di Bolzano hanno previsto delle esenzioni totali o parziali.

LE ESENZIONI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

ESENZIONE PER PERSONE CON DISABILITÀ

Nella Provincia Autonoma di Trento, i veicoli intestati a persone disabili o a persone con a carico individui disabili non sono tenuti al pagamento del bollo auto 2021. 

L’esenzione vale per un solo veicolo, la cui cilindrata non deve essere superiore a:

  • 2000 cc (benzina, benzina/gpl, benzina/metano e ibride benzina/elettrico);
  • 2800 cc (diesel o ibridi/diesel)
  • 150 kW (elettrici)

Le modifiche apportate al veicolo per agevolare ingresso e seduta del disabile devono essere segnalate sulla patente speciale.

Leggi Anche: Constatazione amichevole, come compilare il CID dopo un incidente

ESENZIONE PER I VEICOLI A BASSE EMISSIONI

Trento prevede anche delle esenzioni per i veicoli a impatto ambientale ridotto. Tutti i veicoli con motore elettrico, e con alimentazione esclusiva a metano e GPL, godono di un‘esenzione dal pagamento del bollo per 5 anni.

dacia-spring

Terminati i cinque anni, i veicoli a Metano e GPL mantengono una riduzione del bollo del 75%, mentre le auto elettriche pagano 1/4 della tassa automobilistica.

Leggi Anche: Dal 2022 potrebbero arrivare nuovi criteri UE per il rilascio della patente

ESENZIONE PER LE AUTO D’EPOCA

Sono esentati dal pagamento del bollo auto anche i veicoli considerati auto d’epoca, ovvero quelli con più di 30 anni. Tali veicoli sono tenuti a pagare la una tassa di circolazione di 25,82 euro, e solo in caso si decida di usarli su strade pubbliche.

I veicoli con età tra i 20 e i 29 anni, con possesso di certificato di rilevanza storica, hanno una riduzione del 50% sull’importo dovuto.

Leggi Anche: Cos’è, come funziona e a cosa serve la Valvola EGR

LE ESENZIONI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO

ESENZIONE PER PERSONE CON DISABILITÀ

Anche nella Provincia Autonoma di Bolzano il bollo è sospeso per i veicoli destinati al trasporto di persone con disabilità psico-motorie.

L’esenzione vale per un solo veicolo, la cui cilindrata non deve essere superiore a:

  • 2000 cc (benzina, benzina/gpl, benzina/metano e ibride benzina/elettrico);
  • 2800 cc (diesel o ibridi/diesel)
  • 150 kW (elettrici)

Le modifiche apportate al veicolo per agevolare ingresso e seduta del disabile devono essere segnalate sulla patente speciale.

Leggi Anche: Il significato dei cartelli stradali, divieto, indicazione, pericolo e obbligo

ESENZIONE PER I VEICOLI A BASSE EMISSIONI

La Provincia Autonoma di Bolzano vuole premiare i cittadini che hanno scelto veicoli ecologici. Tutti i veicoli con motore elettrico godono di un’esenzione dal bollo per 5 anni.

Ricarica nuova Peugeot 3008

I veicoli a doppia o esclusiva alimentazione a idrogeno, metano, GPL, e i veicoli ibridi elettrici/termici vedono un’esenzione dal bollo per tre anni.

Leggi Anche: Revisione auto 2021, cosa prevede la normativa e le sospensioni per il COVID

ESENZIONE PER LE AUTO D’EPOCA

Sono esentati dal pagamento del bollo autoanche i veicoli considerati auto d’epoca, ovvero quelli con più di 30 anni. Tali veicoli sono tenuti a pagare la una tassa di circolazione di 25,82 euro, e solo in caso si decida di usarli su strade pubbliche.

I veicoli con età tra i 20 e i 29 anni, con possesso di certificato di rilevanza storica, hanno una riduzione del 50% sull’importo dovuto.

Leggi anche
Consigliati per te
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia