25 Luglio 2019

Segmenti Auto, come distinguere le diverse categorie di vetture

La classificazione è ufficiosa, ma largamente usata. Le auto si distinguono in 6 grandi categorie, che vanno dal segmento A (le citycar di piccole dimensioni) al segmento F (le auto di lusso). Ecco come distinguerle e le più vendute per ogni segmento.

Cosa si intende per segmenti auto e come distinguerli? Si tratta di un modo per classificare le automobili in categorie.

Nuova Volkswagen Tiguan Business

Non si tratta di una differenziazione ufficiale, utili ai fini dell’immatricolazione, visto che tutte le auto in Europa sono immatricolate nella categoria M (veicoli a motore progettati e costruiti per il trasporto di persone ed aventi almeno quattro ruote) e in particolare M1“Veicoli progettati e costruiti per il trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente”.

SEGMENTI AUTO CLASSIFICAZIONE

Come abbiamo già accennato, differentemente da quanto accade nel mercato del nord America, in Europa Occidentale non esiste una classificazione ufficiale delle vetture. Tuttavia le classi di auto sono distinte attraverso una graduatoria ufficiosa, che prevede sei voci: ovvero le lettere che vanno dalla A alla F. Nello specifico:

  • Segmento A (mini cars): le citycar di piccole dimensioni (per intenderci Fiat Panda e Fiat 500)
  • Segmento B (small cars):  le citycar di dimensioni leggermente superiori (come la Lancia Ypsilon, per fare un esempio)
  • Segmento C (medium cars): berline compatte a due o tre volumi
  • Segmento D (large cars): berline di dimensioni medio-grandi
  • Segmento E (executive cars): berline tre volumi di grandi dimensioni
  • Segmento F (luxury cars): lussuose berline di grandi dimensioni

Ovviamente, gli ultimi tre segmenti riguardano in maniera esclusiva la fascia alta delle car policy. Vediamo ora quali sono i segmenti più trendy.

LE AUTO PIÙ VENDUTE PER SEGMENTO

Le auto più vendute sono, in ordine, quelle appartenenti al segmento B, C e A (dati Unrae sull’anno in corso aggiornati al maggio 2019). I segmenti E e F sono decisamente minoritari. L’auto più venduta in assoluto appartiene al segmento A: è la Fiat Panda (68.604 unità gennaio-maggio 2019).

Leggi anche: Quali sono le auto più noleggiate in Italia nel 2019

Fiat Panda

Ecco la classifica, sempre con dati Unrae che si rifanno ai primi 5 mesi del 2019:

Auto più vendute del segmento A (in totale 151.563)
  1. Fiat Panda (68.604)
  2. Fiat 500 (19.699)
  3. Opel Karl (10.019)
Auto più vendute del segmento B (in totale 345.766)
  1. Lancia Ypsilon (30.332)
  2. Renault Clio (23.095)
  3. Citroen C3 (21.158)
Auto più vendute del segmento C (in totale 290.630)
  1. Fiat 500x (21.112)
  2. Dacia Duster (20.644)
  3. Jeep Renegade (19.134)
Auto più vendute del segmento D (in totale 106.464)
  1. Volkswagen Tiguan (10.860)
  2. Ford Kuga (7.437)
  3. Bmw X1 (5.408)
Auto più vendute del segmento E (in totale 16.374)
  1. Bmw Serie 5 (2.052)
  2. Audi A6 (1.952)
  3. Mercedes Classe E (1.657)
Auto più vendute del segmento F (in totale 2.323)
  1. Porsche 911 (335)
  2. Maserati Ghibli (300)
  3. Porsche Panamera (203)

NOLEGGIO: VINCE IL MID SIZE

Possiamo dire con certezza che questi ultimi sono stati gli anni delle medie. Molti Costruttori, non a caso, hanno puntato le loro strategie sul segmento C. Per la loro versatilità, ovvero la capacità di adattarsi sia agli spostamenti cittadini sia ai lunghi viaggi che richiedono un maggiore livello di comfort e tecnologia, le “segmento C” sono le più apprezzate dal mondo del noleggio a lungo termine. Specie grazie ai C-Suv, segmento da anni in grande espansione. Da gennaio a maggio 2019  sono stati immatricolati 450.000 Suv/crossover, con una crescita di quasi 30.000 unità. Anche il segmento D, però, dopo il periodo del downsizing, è tornato in auge nelle flotte aziendali: merito anche dei nuovi lanci, come quello di Audi Q3 e Toyota Rav4.

GRANDI DI NICCHIA

Le grandi, infine, ovvero i segmenti E e F sono una nicchia nelle fasce alte delle car policy. I numeri, però, dimostrano che il mercato del “superpremium” sta tenendo bene, grazie ai noti brand tedeschi (Audi, BMW, Mercedes), a Jaguar Land Rover e al rilancio, nelle flotte, di brand come Maserati (grazie a Ghibli e Levante) e Porsche.

 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia