7 Dicembre 2017

La gamma Skoda 2018 punta su una coppia di K (Karoq/Kodiaq)

La gamma Skoda 2018 corre su due binari paralleli. Appare infatti ancorata, da un lato, alle tendenze del mercato, mentre, dall’altro lato, a un passato comunque importante.

Škoda Karoq sarà parte della gamma Skoda 2018

In un arcobaleno di carrozzerie e dimensioni, si va dai Suv Karoq e Kodiak alla nuova generazione della “Segmento-B” Fabia. In chiave flotte aziendali, invece, si impone uno sguardo attento su Octavia, Superb, nonché, ancora una volta, sullo Sport Utility Vehicle più grande a listino per la Casa della Freccia Alata.

Una caratteristica che accomuna molti dei modelli che saranno lanciati sul mercato il prossimo anno dal Marchio boemo è la trasversalità. Sfrutteranno infatti piattaforme comuni di proprietà del Gruppo Volkswagen, il colosso di Wolfsburg a cui Škoda appartiene.

GAMMA SKODA 2018

Škoda Citigo

Nel partire dalle proposte di taglia più ridotta (alludiamo al segmento delle super utilitarie o “cittadine”) ci imbattiamo da subito nella rinnovata Citigo, arrivata in concessionaria nell’agosto del 2017, a cinque anni dal suo esordio commerciale.

Più lunga di 34 mm rispetto alla versione precedente, rivista nella parte frontale (cofano, calandra e paraurti), potenziata sul fronte della sicurezza e dell’infotainment, viene offerta al momento a scelta tra quattro allestimenti: Active, Ambition, Style e Design Edition (l’ultimo è una novità assoluta).

L'aspetto generale di Škoda Citigo

Le dotazioni disponibili su richiesta includono il volante multifunzione, i fendinebbia con luci di svolta, il climatizzatore automatico, il sistema di frenata di emergenza, il riscaldamento per i sedili del conducente e del passeggero che gli siede accanto, il tetto panoramico che si apre elettricamente e il sensore per la pioggia e le luci diurne.

Le motorizzazioni inserite “sottopelle” vanno dal mille benzina MPI con due classi di potenza (60 Cv e 75 Cv), con trasmissione sia manuale sia robotizzata ASG, al propulsore di eguale cilindra G-TEC a metano da 68 Cv.

Leggi anche: La passerella di nuova Skoda Citigo al Salone di Ginevra 2017

Nuova Škoda Fabia

Tacciata di evidenti “legami di parentela” sia con Seat Ibiza e sia con Volkswagen Polo, entrambe recentemente rivisitate, l’utilitaria ceca, ferma dal 2014 alla sua terza generazione, è attesa nel corso del prossimo anno a un “cambio d’abito”.

Škoda Fabia Monte Carlo
Škoda Fabia Monte Carlo

Secondo quanto si conosce oggi, la nuova Škoda Fabia dovrebbe essere sviluppata sulla stessa piattaforma MQB A0 da cui derivano le pari categorie del Marchio di Wolfsburg,

Anche le motorizzazioni previste dovrebbe essere le stesse in uso sui due modelli richiamati. Parliamo quindi di soluzioni benzina/diesel, a tre/quattro cilindri, da 1.0 a 1.6 cc, con un range minimo-massimo di cavalli a disposizione sotto al cofano compreso tra 65 e 115.

Leggi anche: Tre anni di successi per Škoda in attesa di chiudere il 2017

Škoda Octavia

Non si ha notizia di ulteriori interventi sulla berlina boema dopo quelli con cui si è ripresentata a inizio 2017 nelle concessionarie. Nell’occasione, ai contenuti consueti se ne sono aggiunti di nuovi, comunque legati a quel pacchetto di soluzioni “tecno-pratiche” che la Casa della Freccia Alata raggruppa sotto l’etichetta “Simply Clever”.

Come si presenta Škoda Octavia

Parliamo di dotazioni, a volte “elementari”, introdotte per elevare il livello di comfort e di abitabilità del veicolo, ma dove non manca una certa impronta “smart”, come nella chiave personalizzabile, che permette a un massimo di tre utenti diversi di memorizzare una serie di impostazioni: quale temperatura preferiscono nell’abitacolo, la regolazione specifica del sedile di guida, la modalità preferita al volante (assetto più o meno sportivo).

Sulla gamma legata a Škoda Octavia è recente l’introduzione di aggiornamenti per quanto riguarda sia la variante più sportiva (Škoda Octavia RS) e sia quella più destinata ai percorsi fuoristrada (Škoda Octavia Scout).

Leggi anche: Le nostre prime impressioni di guida al volante di Škoda Octavia

Nuova Škoda Rapid e Rapid Spaceback 

Al pari dell’utilitaria Fabia, anche la seconda generazione di questa berlina compatta tre volumi pare già abbinata alla piattaforma MQB A0 in dotazione all’interno del Gruppo Volkswagen. Potrà così proporre dimensioni contenute (compatte) senza che il dato penalizzi lo spazio a bordo.

È invece già in circolazione il restyling operato sulla versione Spaceback, con interventi ripartiti sia sulla componente meccanica sia a livello di sicurezza/intrattenimento di bordo.

Škoda Rapid Spaceback

Si segnala in particolar modo l’aggiunta nella gamma propulsori del nuovo motore 1.0 TSI declinato su due classi di potenza (95 Cv e 110 Cv), che è andato a sostituire l’1.2 per quanto riguarda le soluzioni alimentate a benzina.

Per la nuova Škoda Rapid si parla invece, ad oggi, accanto a una selezione di motori turbo a tre e quattro cilindri, di propulsori che sfruttano la tecnologia ibrida.

Leggi anche: Svelati a Ginevra i contenuti del restyling della Rapid Spaceback

Škoda Karoq

L’erede della Yeti, il cui sbarco commerciale è previsto per il primo mese del nuovo anno (gennaio 2018), tesse una trama che ancora una volta abbraccia l’intero Gruppo Volkswagen, dal momento che condividerà lo stesso pianale di Seat Ateca e della Tiguan firmata dal Marchio di Wolfsburg.

Škoda Karoq

Skoda Karoq, che riprende in formato più piccolo le cifre stilistiche e la filosofia costruttiva portata al debutto sulla Kodiaq, è disponibile con quattro diverse soluzioni di propulsione, equamente ripartite tra benzina (1.0 e 1.5 TSI con potenza rispettivamente pari a 115 Cv e a 150 Cv) e diesel (1.6 e 2.0 TDI da 115 Cv e 150 Cv).

Proposto anche nella variante a trazione integrale, consente di scegliere tra tre diversi allestimenti (Ambition, Executive e Style).

Le dotazioni tecnologiche comprendono una serie di dispositivi per l’assistenza alla guida (tra cui il supporto in fase di parcheggio,  l’avviso di mantenimento della corsia e l’aiuto in caso di marcia in colonna) e la sicurezza (copertura dell’angolo cieco, controllo frontale con riconoscimento predittivo dei pedoni, Emergency Assistant), a cui si aggiunge il Trailer Assistant, in caso di aggancio di un rimorchio.

Leggi anche: La “furia ceca” di Škoda Karoq al Salone di Francoforte 2017

Škoda Kodiaq

A differenza del “fratellino minore” Karoq, il Big-Suv Skoda Kodiaq è già approdato sul mercato italiano, da pochissimi giorni anche nella versione Scout, presentata in anteprima al Salone di Francoforte 2017 e sviluppata per rispondere alle esigenze degli amanti dei “fondi sconnessi”.

Škoda Kodiaq Scout

Il modello che ha segnato l’ingresso del Marchio boemo in un segmento inedito, quello dei Suv di taglia grande, è lungo 4,7 metri e consente il trasporto di sino a sette passeggeri.

Nel mondo corporate Škoda Kodiaq si è subito ritagliato uno spazio importante. A determinare il successo dello Sport Utility Vehicle boemo presso la clientela aziendale ha concorso anche il valore residuo accreditato alla vettura dagli analisti di settore.

La versione appena lanciata, la Scout, offerta con l’unica possibilità della trazione integrale 4×4 a controllo elettronico, è spinta da un motore diesel 2.0 TDI declinato su due classi di potenza: 150 Cv (abbinato al cambio manuale o a quello automatico DSG a sette rapporti) o 190 Cv (sola trasmissione DSG). Ambedue le propulsioni sono collegabili alla specifica funzione Off-Road.

Leggi anche: Scopri nel dettaglio Śkoda Kodiaq grazie al nostro dossier

Škoda Superb

L’ammiraglia di casa Škoda, che ha festeggiato nel 2016 i quindici anni di vita (nella foto, la prima generazione del 2001) si è da poco aggiornata, proponendo la soluzione del cambio automatico DSG a sette rapporti abbinato al motore diesel duemila da 190 Cv e alla trazione anteriore/integrale 4×4. 

Le ultime novità di Škoda Superb, disponibile nelle due carrozzerie berlina e wagon, vedono ad oggi l’inserimento, per l’allestimento più alto a listino (Laurin&Klement), del sistema di riconoscimento dei cartelli stradali, oltre che della regolazione elettrica per il sedile passeggero (con memorizzazione delle impostazioni) e della radio DAB+.

Leggi anche: Scopri i contenuti della storia di successo di Škoda Superb

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia