13 Settembre 2021

Noleggio dei veicoli commerciali: i numeri e i trend del 2021

Dopo il Covid, i veicoli commerciali si sono confermati una risorsa fondamentale per le aziende, le società di noleggio e tutta la filiera automotive. Ecco le ultime statistiche di Dataforce sul comparto.

Quali sono i numeri e i trend del noleggio dei veicoli commerciali? Cosa di prevede per i prossimi mesi? Quanto pesano oggi i veicoli commerciali elettrici e ibridi?

Abbiamo parlato di questi temi con Salvatore Saladino, country manager di Dataforce Italia. Il settore degli LCV sconta ancora la “crisi del Covid”, ma certamente, al tempo stesso, rappresenta una risorsa imprescindibile per le aziende, le società di noleggio e, in generale, tutta la filiera delle quattro ruote.

Leggi Anche: ecco come è andato il noleggio auto ad agosto 2021

NOLEGGIO DEI VEICOLI COMMERCIALI: I DATI DI MERCATO

“Se confrontiamo le immatricolazioni del 2021 con quelle dello scorso anno, il trend di crescita del noleggio a lungo termine dei veicoli commerciali segue la media del mercato (+36% vs. +38%), mentre il canale del noleggio breve termine, dopo il tremendo 2020, cresce in misura maggiore: + 49%. In ogni caso, anche il settore degli LCV sconta una crisi che quest’anno non permetterà di tornare volumi ante-pandemia” spiega Saladino.

“Non aiuta, in tutto questo, la situazione degli incentivi, che vanno e vengono, con stanziamenti irrisori e, per di più, non sempre riconosciuti dai noleggiatori ai clienti” aggiunge il country manager di Dataforce Italia.

Leggi Anche: come è andato nei mesi scorsi il mercato degli LCV?

L’andamento del noleggio a lungo termine

Per quanto riguarda il noleggio a lungo termine, “il mercato degli LCV viaggia a corrente alternata – prosegue Saladino –: alcuni mesi in crescita, altri in regresso, come ad esempio è accaduto proprio ad agosto. Ciò che abbiamo notato è che le Captive, ovvero le società controllate dai Costruttori, performano meglio rispetto alle Top, +39% vs +35%. Le immatricolazioni del Rent to Rent, occorre sottlinearlo, non aiutano ad identificare il reale trend del comparto”.

mercato dei veicoli commerciali: i trend del noleggio

L’andamento del noleggio a breve termine

Il noleggio a breve termine, invece, ha subito un nuovo stop nell’ultimo periodo. “Sembrava che il Rac, fino ad inizio estate, stesse viaggiando spedito, con una ripresa destinata ad avvicinare i numeri del 2019, poi c’è stato un nuovo rallentamento, dovuto in primis alla stagionalità e alla carenza di chip, che ha generato notevoli ritardi in termini di produzione”.

IL TREND DEI VEICOLI COMMERCIALI ELETTRICI

I veicoli commerciali elettrici sono un trend ormai affermato. Secondo Saladino, la transizione energetica degli LCV “mostra un andamento più veloce rispetto a quella delle vetture. La richiesta di veicoli commerciali elettrici da parte dei corrieri espressi è infatti altissima, anche se di contro oggi sono solo pochi brand ad offrirli. Sintetizzando, possiamo dire che il passaggio ad una mobilità commerciale a impatto minimo è un evento futuro ancora lontano, ma certamente meno lontano rispetto a quanto sta accadendo nel mondo delle auto”.

Leggi Anche: cosa pensano i Fleet Manager della mobilità elettrica in azienda?

“I numeri dimostrano che il Plug-in è una novità che si è affacciata solo quest’anno (203 immatricolazioni in tutto nel 2021), il Mild Hybrid è già una realtà (5.900 unità, pari al 5%), mentre l’elettrico puro è ancora marginale (1473 pezzi, pari all’1,29%), specie se confrontato con il diesel, che detiene tuttora l’84% di quota” sottolinea Saladino.

nuovi-veicoli-commerciali-elettrici

LE PREVISIONI DI DATAFORCE

Come finirà l’anno per il comparto dei veicoli commerciali? Ecco le stime di Dataforce. “Il mercato degli LCV chiuderà con 164mila immatricolazioni, ovvero +9% rispetto al 2020, ma in regresso del 8,5% rispetto al 2019. In questo contesto, il Nlt totalizzerà 39mila nuove targhe e il Rac 10mila, con un avanzamento minimo (2,7% e 2,6%) rispetto allo scorso anno” sottolinea Saladino. Ancora sostanziale sarà il delta con il 2019: -7% per il lungo termine e -14% per il breve termine.

Di certo, per una ripresa ancora più consistente del settore, occorrerebbero modifiche profonde all’attuale quadro fiscale, che, come per le vetture, è molto penalizzante per le aziende.

FOLLOW US

Per rimanere sempre aggiornato seguici sul canale Telegram ufficiale e Google News. Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderti le ultime novità di Fleet Magazine.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia