Nuova Honda Jazz, ibrida tutto spazio e anche Crosstar

L'uscita sul mercato italiano, in estate, avverrà esclusivamente in versione full hybrid. Nuova Jazz conferma il cavallo di battaglia di interni modulari e offre un ampio pacchetto di Adas di serie

Di certo è un’interpretazione alternativa nel segmento B. Per proporzioni e lettura del concetto di crossover, nuova Honda Jazz e:HEV. Il passaggio generazionale porta un’offerta che sarà esclusivamente ibrida, senza rinunciare ai punti di forza che storicamente hanno definito Honda Jazz.

Nuova Honda Jazz ibrida eHEV

NUOVA HONDA JAZZ IBRIDA

È la versatilità offerta a bordo l’elemento distintivo. I Sedili Magici vanno ben oltre semplici soluzioni di un bagagliaio perfettamente piatto a schienali abbattuti. Si conta una moltitudine di configurazioni, compresa la possibilità di reclinare le sedute e guadagnare tanto spazio extra in altezza dietro i sedili anteriori.

Leggi anche: Honda a Ginevra, Civic e Jazz accanto all’elettrica

In posizione standard, il bagagliaio offre 298 litri di volume, diventano 1.203 litri abbattendo i sedili posteriori e caricando fino al tetto.

PREZZI E USCITA DI JAZZ IBRIDA 2020

Il design dell’utilitaria monovolume è un affinamento dai tratti evidenti, senza contare l’arrivo di Honda Jazz Crosstar, versione crossoverizzata nel look. A segnare un’evoluzione netta, invece, ci pensano le dotazioni tecnologiche e di sicurezza attiva (Adas) e passiva (l’airbag centrale anteriore).

Nuova Honda Jazz Crosstar

L’uscita sul mercato italiano è prevista nel corso della prossima estate, con Honda Jazz ibrida a partire da 22.500 euro e Jazz Crosstar da 26.900 euro.

MOTORE IBRIDO DI NUOVA HONDA JAZZ

Il cuore del nuovo progetto è il sistema full hybrid, in grado di offrire tre modalità di guida e una Hybrid Drive in grado di distinguersi. Anzitutto, va detto di una trasmissione monomarcia e della presenza di una frizione di accoppiamento tra motore termico e trasmissione, per garantire la modalità di guida Engine Drive, nella quale è il motore benzina 1.5 litri a trasmettere trazione alle ruote.

In Hybrid Drive, invece, il motore termico attiva il motogeneratore a sua volta responsabile di alimentare il motore elettrico di trazione. Tradotto: in ibrido la guida ha le caratteristiche di un elettrico.

Leggi anche: Auto elettriche e ibride entrano nel paniere Istat

Non è un dettaglio di poco conto, specialmente per le caratteristiche di erogazione della coppia, il cui dato è particolarmente elevato se si pensa alla ridotta cubatura del motore benzina 1.5 litri, aspirato. Jazz e:HEV sviluppa ben 253 Nm, affiancati da 109 cavalli.

La modalità Engine Drive è ritagliata per un utilizzo alle velocità autostradali, alle quali il motore benzina può far valere la propria efficienza. In Hybrid Drive, l’energia in eccesso prodotta dal generatore di energia sotto l’impulso del propulsore termico, viene immagazzinata nel pacco batterie agli ioni di litio, collocato al posteriore, sotto il bagagliaio.

La classica modalità EV Drive, infine, permette la guida in elettrico a zero emissioni, alimentata dall’energia presente nella batteria. L’elettronica di controllo è responsabile delle strategie ideali di funzionamento del sistema.

CONSUMI E PRESTAZIONI DI JAZZ 2020

L’efficienza di nuova Jazz ibrida (approfondisci la classificazione decisa dal Ministero dei Trasporti in funzione della Co2 emessa) è nelle emissioni di Co2, dichiarate in 102 g/km nel ciclo WLTP, a fronte di consumi di carburante pari a 4,5 lt/100 km (0,3 lt/100 km in più la Crosstar). Le prestazioni “velocistiche” sono coerenti con la filosofia del progetto: 175 km/h di velocità massima, 9”4 in accelerazione sullo 0-100 orari.

INFOTAINMENT CON ASSISTENTE PERSONALE

Il secondo, importante, aspetto di innovazione di Honda Jazz 2020 è sul piano tecnologico. Gli interni presentano un impianto moderno e ben curato, con il touchscreen centrale su quale Honda dichiara una riduzione dei tempi nell’eseguire una funzione pari al 58%.

Sistema configurabile nella schermata principale, è dotato di interfaccia Apple CarPlay e Android Auto anche con collegamento wireless. Parte integrante dell’infotainment sono i comandi vocali e la proposta di un assistente personale che risponde al “nome” di Ok, Honda. Interpreta le istruzioni con linguaggio comune e, grazie all’intelligenza artificiale, interagisce con i passeggeri.

ADAS DI NUOVA HONDA JAZZ

Sul mercato, Honda Jazz andrà forte del pacchetto Honda Sensing, insieme di Adas che possono contare su una telecamera frontale dalla copertura più ampia. Di serie troviamo la frenata automatica d’emergenza con rilevamento di ciclisti e pedoni anche di notte, il cruise control adattivo, l’avviso all’uscita di carreggiata, il controllo della traiettoria per mantenere la corsia di marcia, l’alert sul rischio di collisione con auto nel senso di marcia opposto.

Motore di Nuova Honda Jazz ibrida

Honda Jazz ibrida in allestimento Executive integra la dotazione con il Blind Spot Monitor e l’avviso di veicoli in avvicinamento. Un lungo elenco di funzioni standard al quale aggiungere l’automatismo legato ai fari abbaglianti e il limitatore di velocità “intelligente”, in grado di riconoscere la segnaletica stradale e adeguare l’andatura.

AIRBAG CENTRALE LA NOVITÀ

Dai sistemi di tipo attivo, alla protezione dei passeggeri quando l’incidente è inevitabile. Nuova Jazz offre 10 airbag di serie, la novità è nel cuscino posto tra i sedili anteriori, ospitato nello schienale laterale del posto guida. L’attivazione permette di evitare l’impatto con la testa tra i passeggeri anteriori. Di fatto replica, sul lato interno dell’abitacolo, gli effetti degli airbag a tendina.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia