Sharing mobility a Milano: tutti i servizi

Dal car sharing al monopattino sharing: tutte le soluzioni di mobilità condivisa presenti a Milano, per scoprire le novità e i servizi più adatti alle proprie esigenze.

Il fenomeno della sharing mobility sta conquistando una fetta sempre più ampia nelle soluzioni alternative di trasporto: car sharing e scooter sharing sono solo alcune delle offerte di mobilità messe a disposizione dalle città.
Milano, pioniera della mobilità condivisa, presenta innumerevoli iniziative che comprendono, oltre alle auto e moto, anche il bike sharing e la neonata “monopattino sharing”.

Car sharing e tutte le forme di mobilityà condivisa a Milano

Ecco la guida dei principali servizi di sharing a Milano per tutte le esigenze, dall’auto elettrica a mezzi meno convenzionali come il monopattino elettrico.

Leggi anche: tutte le formule della sharing mobility

CAR SHARING A MILANO

Milano è la capitale della mobilità e in quanto tale offre numerosi servizi di car sharing sia station based (iniziare e terminare il noleggio in postazioni fisse) sia free floating (possibilità di noleggiare l’auto ovunque).

Leggi anche: le iniziative di sharing a Milano

Attualmente i servizi di car sharing attivi a Milano:

  • Enjoy
  • Share Now
  • E-Vai
  • Ubeeqo
  • Kinto Share

IL CAR SHARING DI ENJOY

Enjoy è il car sharing di Eni Fuel S.p.A. con servizio free floating e parking dedicato in alcuni aeroporti d’Italia. La flotta di veicoli si compone di Fiat 500 rosse e Fiat Doblò Cargo rossi.

Enjoy: tutti i servizi di car shafing a milano

Il car sharing di Enjoy è disponibile tramite app sia per patenti italiane che per patenti estere e per accedere all’iscrizione è necessario essere in possesso della patente B da almeno un anno.

Il costo di Enjoy va da 0,25 €/min fino a un massimo di 50 € per la tariffa 24 ore. Ogni noleggio impone un limite massimo di 50 km, oltre i quali si paga un prezzo di 0,25 €/km.

Leggi anche: quanto costa il car sharing di Enjoy nelle città italiane

Il cargo sharing di Enjoy impone una tariffa fissa per le prime 2 ore di noleggio di 25 € e successivamente il prezzo torna a 0,25 €/min fino a un massimo di 80 € per la tariffa giornaliera. Anche per il noleggio dei Doblò è imposto il limite a 50 km a tariffa agevolata, superati i quali si paga un prezzo di 0,25 €/km.

IL CAR SHARING DI SHARE NOW

Share Now è il nuova società dedicatà alla mobilità nato dalla joint venture tra Daimler AG e BMW Group. La società ha di recente fuso insieme i due vecchi servizi di car sharing Car2Go e DriveNow, ora sotto un unico logo e con un grande parco auto condiviso.

La flotta di Share Now è, infatti, una delle più grandi per un servizio di car sharing, e spazia da auto piccole, da città, fino a SUV e vetture medio grandi, senza tralasciare anche vetture cabrio. Varia anche la tipologia di propulsione, che vede motori termici a combustione e motori elettrici.

Proprio per la flotta così grande, Share Now non ha una tariffa unica, ma i prezzi cambiano da vettura a vettura:

  • Smart ForTwo e Smart ForTwo Cabrio:
    • 0,19€/minuto;
    • 5,83€/ora;
    • 13,00€/giorno;
  • Smart ForFour:
    • 0,26€/minuto;
    • 5,83€/ora;
    • 13,00€/giorno;
  • BMW i3:
    • 0,29€/minuto;
    • 7,50€/ora;
    • 16,00€/giorno;
  • BMW Serie 1:
    • 0,29€/minuto;
    • 7,50€/ora;
    • 14,33€/giorno;
  • BMW Serie 2 Active Tourer:
    • 0,29€/minuto;
    • 7,50€/ora;
    • 16,00€/giorno;
  • BMW Serie 2 Cabrio:
    • 0,32€/minuto;
    • 8,33€/ora;
    • 16,00€/giorno;
  • BMW X1:
    • 0,32€/minuto;
    • 8,34€/ora;
    • 17,67€/giorno;
  • MINI Clubman:
    • 0,26€/minuto;
    • 6,67€/ora;
    • 14,33€/giorno;
  • MINI Cabrio:
    • 0,26€/minuto;
    • 7,50€/ora;
    • 16,00€/giorno

Nelle tariffe di Share Now sono inclusi una serie di servizi utili al consumatore: prima di tutto, le vetture del servizio di Daimler e BMW arrivano fino all’aeroporto di Milano-Linate, nel quale hanno dei parcheggi dedicati. Le vetture, inoltre, includono l’accesso all’Area C e a non poche ZTL, escluse però:

  • Garibaldi
  • Sarpi
  • Arco della Pace
  • Ticinese
  • Navigli

Le vetture possono anche andare fuori Milano per tutto il tempo necessario all’utente, che ha la possibilità di parcheggiarle chiudendole normalmente e senza, quindi, terminare il noleggio. I parcheggi sono gratuiti in tutta l’area operativa di Milano, e oltre a questo la società ha disposto dei parcheggi riservati che si rintracciano facilmente dall’app ufficiale.

Leggi anche: come funzionano deducibilità e detraibilità nel car sharing

IL CAR SHARING DI E-VAI

e-Vai è il primo car sharing ecologico a stazione fissa con oltre 100 e-Vai Point attivi in tutta la Lombardia, aeroporti compresi, dove sarà possibile ritirare e consegnare l’auto.

Sharing Mobility a Milano: E-Vai

La flotta di e-Vai si compone unicamente di veicoli elettrici, in modo da favorire una mobilità a emissioni 0 e l’accesso incondizionato a tutte le zone della città. Le vetture attualmente in gamma sono:

  • Renault Zoe, sia con batteria da 21 kWh sia con batteria da 41 kWh.
  • Toyota Auris Hybrid con motore full hybrid da 99 CV.
  • Toyota Yaris Hybrid con motore full hybrid da 73 CV.

Leggi anche: le 10 auto elettriche più vendute in Italia

e-Vai presenta due formule di iscrizione:

  • Profilo Silver: iscrizione gratuita e costo fisso per noleggio di 6 €
  • Profilo Gold: iscrizione gratuita e quota minima prepagata di 60 € senza costi fissi per noleggio

Le tariffe per il noleggio invece dipendono dal tipo di veicolo: per le auto elettriche è di 6 €/ora, mentre per i veicoli con motore a combustione è di 2,40 €/ora più 0,48 €/km.

IL CAR SHARING DI UBEEQO

Ubeeqo è il car sharing station based di Europcar che offre soluzioni di noleggio da qualche ora fino a 3 settimane.

Sharing mobility Milano: Ubeeqo

La sua flotta negli anni è cresciuta notevolmente, e comprende non solo auto ma anche veicoli commerciali. 

Approfondisci: come funziona il van sharing di Ubeeqo

Le vetture disponibili di Ubeeqo:

  • Volkswagen Up! da 6€ l’ora;
  • Renault Twingo da 6€ l’ora;
  • Fiat Panda da 6€ l’ora;
  • Renault Master da 11€ l’ora;
  • Renault Kangoo da 11€ l’ora;
  • Opel Astra K da 6,50€ l’ora;
  • Renault Zoe da 6,50€ l’ora;
  • Fiat 500 da 6,50€ l’ora;
  • Citroën CZero da 6€ l’ora;
  • Ford C-Max 7 da 7,50€ l’ora;
  • Nissan Leaf da 7,50€ l’ora;
  • Smart ForTwo da 6€ l’ora;
  • Volkswagem Sportvan da 6€ l’ora;

Le tariffe si dividono in Flexy, che comprende un costo di noleggio minore con un canone mensile di 5 €, e Easy, senza canone mensile ma con un costo di noleggio leggermente più alto.

IL CAR SHARING DI KINTO SHARE

Novità degli ultimi mesi è KINTO Share, il servizio di Car Sharing ex “YUKÕ With Toyota” messo a disposizione direttamente dalla casa automobilistica giapponese. Appena sbarcato a Milano, KINTO Share si distingue per essere un servizio che propone prevalentemente auto ibride o che, comunque, consumino poco. 

La flotta, infatti, si compone di:

  • Toyota Aygo: 0,3€/km o 3€ l’ora;
  • Nuova Toyota Yaris Hybrid: 0,3€/km o 3€ l’ora;
  • Toyota RAV4 Hybrid: 0,5€/km o 3,5€ l’ora;
  • Toyota Corolla Hybrid: 0,4€/km o 3,5€ l’ora;

Le auto vanno prenotate con un minimo di 30 minuti di anticipo, e si ritirano poi presso uno dei concessionari convenzionati.

Leggi anche: YUKÕ With Toyota si rinnova, ora è KINTO Share e aggiunge Yaris Hybrid alla sua flotta

SCOOTER SHARING A MILANO

Lo scooter sharing è una nuova forma di mobilità condivisa introdotta da qualche anno, principalmente a flusso libero.

Oltre ai diversi modelli di moto e scooter in circolazione, chiunque ricorra a questa modalità di trasporto può anche scegliere tra una vasta gamma di motorizzazioni e cilindrate, adatte alle proprie esigenze.

Leggi anche: le novità 2019 delle moto elettriche

Attualmente i servizi di scooter sharing attivi a Milano:

  • MiMoto
  • eCooltra
  • Zig Zag
  • GoVolt
  • Cityscoot
  • Acciona

MIMOTO

MiMoto è il primo servizio italiano di scooter sharing elettrico a flusso libero. La sua flotta di compone di ciclomotori a zero emissioni e, di conseguenza, il servizio è fruibile da qualsiasi maggiorenne in possesso della patente che abilita la conduzione di questo tipo di veicoli.

Sharing Mobility Milano: MiMoto

L’iscrizione a MiMoto è gratuita e prevede un bonus di benvenuto pari a 5€ di noleggio. Le tariffe per il noleggio partono da 0,23 €/min, casco incluso. L’offerta di noleggio comprende anche una tariffa oraria forfettaria di 4,90 €, mentre quella giornaliera è di 19,90 €.

MiMoto ha poi delle convenzioni con alcuni atenei meneghini: gli universitari possono iscriversi al servizio usando la loro mail universitaria e inserire un codice promo specifico, che riportiamo qui di seguito:

  • mied” per lo IED;
  • mimotoiulm” per l’Università IULM;
  • polimimoto” per il Politecnico di Milano;
  • micatt” per l’Università Cattolica del Sacro Cuore;

Leggi anche: lo scooter sharing MiMoto debutta a Milano

ECOOLTRA

Lo scooter sharing di eCooltra è 100% elettrico e la sua flotta si compone di ciclomotori 50 cc. Anche in questo caso hanno accesso al noleggio coloro che hanno raggiunto la maggiore età e sono in possesso di qualsiasi patente che abiliti alla conduzione dei ciclomotori.

Sharing Mobility Milano: Ecooltra

L’iscrizione a eCooltra è totalmente gratuita, mentre le tariffe di noleggio si dividono in pacchetti o semplice noleggio a tempo.

Approfondisci: eCooltra festeggia gli oltre 500.000 utenti registrati

Il prezzo al minuto per il noleggio di un motorino eCooltra è di 0,29 , i pacchetti si dividono in:

  • Changer: costa 10€ e riduce la tariffa al minuto a 0,24€. Il pacchetto prevede 2€ gratis di utilizzo e uno sconto del 17%.
  • Eco: costa 20€ e riduce la tariffa al minuto a 0,23€. Il pacchetto prevede 5€ gratis di utilizzo e uno sconto del 20%.
  • Sustainable: costa 50€ e riduce la tariffa al minuto a 0,21€. Il pacchetto prevede 20€ gratis di utilizzo e uno sconto del 29%.
  • Earth Lover: costa 90€ e riduce la tariffa al minuto a 0,20€. Il pacchetto prevede 40€ gratis di utilizzo e uno sconto del 31%.

ZIG ZAG

Zig Zag è il nuovo servizio di scooter sharing a flusso libero, la cui flotta si compone di scooter Yamaha Tricity 125 a tre ruote e di scooter elettrici Etropolis.

Zig Zag scooter sharing a Milano

L’iscrizione a Zig Zag è gratuita e il servizio è fruibile da chiunque abbia raggiunto la maggiore età e sia in possesso della patente di guida per questa categoria di veicoli.

Lo scooter sharing di Zig Zag prevede 3 tariffe di noleggio calcolate sulla base dell’utilizzo, e divise per due modelli:

  • Tariffe per lo scooter più grande e potente, con due ruote anteriori:
    • Tariffa al minuto: 0,29 €/min
    • Tariffa oraria: 14,90 €/ora
    • Tariffa giornaliera: 59,00 €/giorno
  • Tariffe per lo scooter urbano più piccolo:
    • Tariffa al minuto: 0,26€/min
    • Tariffa oraria: 9,90€/ora
    • Tariffa giornaliera: 39,00€/giorno

GOVOLT

Lo scooter sharing di GoVolt è 100% elettrico e il noleggio è a flusso libero all’interno della sua area operativa.

GoVolt: scooter sharing elettrico a Milano

Il servizio è disponibile ai maggiori di 18 anni  in possesso della patente che abilita alla conduzione dei ciclomotori. Il costo di iscrizione è di 1 €, mentre il costo del noleggio è a tariffa unica di 0,26 €/minuto.

Leggi anche: i 5 principi della mobilità del futuro

CITYSCOOT

Cityscoot, il scooter sharing a flusso libero arrivato dalla francia, mette a disposizione una flotta di ciclomotori a zero emissioni, noleggiabili da qualunque maggiorenne in possesso almeno della patente AM.

Cityscoot: scooter sharing elettrico a Milano

Senza nessun costo di iscrizione, lo scooter sharing di Cityscoot prevede due tipi di offerta:

  • Offerta CityRider a 0,29 €/min: l’azienda accredita solamente i minuti effettivi di noleggio entro un mese dall’utilizzo.
  • Offerta CityRider 250: 250 minuti di utilizzo al costo di 60€ (0,24€/minuto).

ACCIONA

L’ultima novità per quanto riguarda lo Scooter Sharing milanese è Acciona, una società spagnola che propone a noleggio solamente scooter elettrici. Il servizio è attivo in praticamente tutta la città, con però sospensione, in questo periodo, dalle 2 alle 6 del mattino per le operazioni di sanificazione.

Due le tariffe:

  • 0,29€ / minuto per scooter fino a 50 km/h (Standard);
  • 0,34€ / minuto per scooter fino a 80 km/h (Custom);

BIKE SHARING A MILANO

Mobilità a due ruote, sì. Zero emissioni? Al 100%. La mobilità condivisa arriva anche nel settore delle biciclette con i due servizi attualmente attivi a Milano di bike sharing, uno a flusso libero e l’altro a postazioni fisse.

Leggi anche: il bike sharing a flusso libero arriva a Milano

All’appello manca Ofo, il servizio di bike sharing giapponese revocato dal Comune di Milano a marzo 2019, poiché non rispettava i termini di contratto (non tutte le bici erano dotate degli accessori indispensabili per l’utilizzo).

MOBIKE

Mobike è la più grande rete di bike sharing al mondo a flusso libero, gestibile interamente tramite app.

Mobike: i servizi di Bike Sharing di Milano

Al momento della registrazione bisogna versare 1 € come deposito  per l’utilizzo “legale, appropriato e civile” delle Mobike, rimborsabile in qualsiasi momento. Il servizio di bike sharing è fruibile da chiunque abbia raggiunto il 16° anno di età.

Il costo di Mobike è di 1 € a corsa, prelevati direttamente dal “borsellino elettronico” ricaricabile con 5, 10, 20 o 50 euro.

BIKEMI

BikeMi è il servizio di bike sharing station based fornito dal Comune di Milano con ATM.

L’accesso al servizio bike sharing di BikeMi è possibile solo tramite abbonamento giornaliero (4,50 €), settimanale (9,00 €) o annuale (36,00 €). Il costo del noleggio dipende principalmente dal tipo di bicicletta noleggiata (tradizionale o e-bike con seggiolino)

BikeMi: il bike sharing station based a Milano

Bici tradizionale:

Il noleggio è gratuito per la prima mezz’ora, successivamente fino a due ore complessive di noleggio, il costo è di 0,50 € ogni 30 minuti. Superate le 2 ore la tariffa aumenta a 2 € ogni ora o frazione di ora.

E-Bike (con o senza seggiolino):

La prima mezz’ora di noleggio costa 0,25 €, successivamente altri 30 minuti costano 0,50 €, poi 1 € e 2 € fino a un tempo complessivo di 2 ore, superate le quali il costo è di 4 € ogni ora o frazione di ora.

MONOPATTINO SHARING A MILANO

La nuova frontiera della mobilità condivisa: il monopattino sharing (in gergo: kick sharing). Un’iniziativa nata in America, già collaudata a New York e Washington. All’appello mancano Helbiz, Bird e Circ in quanto dal mese di Novembre Milano ha deciso di ritirare i loro monopattini a causa della guida troppo spesso avventata.

  • Bit Mobiliy
  • Dott
  • Lime
  • Voi
  • Wind Mobility

BIT MOBILITY

La tariffa di Bit Mobility, altro importante player del noleggio di monopattini, chiede:

  • 1€ per lo sblocco;
  • 0,15€ al minuto;
  • 0,05€ al minuto durante le pause.

Sharing Mobility Milano: Bit Mobility

Bit propone anche dei pacchetti:

  • Easy Bit: 5€ un’ora;
  • Unblock Daily: 3,99€ per 15 minuti e sblocchi illimitati per un giorno;
  • Unblock Weekly: 10,99€ per 110 minuti e sblocchi illimitati per una settimana.

DOTT

Sharing Mobility Milano: Dott

Molto semplice la tariffa di Dott, una delle più recenti società di kick sharing a Milano: il costo è infatti unico, di 0,15€ al minuto più un euro per lo sblocco.

LIME

Sharing Mobility Milano: Lime

Altra novità nel panorama meneghino: Lime, i cui monopattini si distinguono per le livree bianche con contrasti verde fluo. La tariffa è unica: 1€ per lo sblocco e 0,19€ ogni minuto di utilizzo.

VOI

Il costo del servizio di VoiScooter è di 1€ per lo sblocco più 0,19€ al minuto. 

La società prevede anche dei pacchetti:

  • 9,99€ per 24 ore di utilizzo;
  • 39€ al mese con anche assicurazione gratuita per tutte le corse.

WIND MOBILITY

1€ di sblocco e 0,15€ al minuto anche per Wind Mobility, la quale propone anche 3 tipi di abbonamento per avere 3 bonus ricarica:

  • 10€ per avere 13€ di ricarica;
  • 25€ per avere 35€ di ricarica;
  • 50€ per avere 75€ di ricarica;
Leggi anche
Consigliati per te
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia