Smart Working: tutti gli strumenti per lavorare da casa

Con l'emergenza Coronavirus, lo smart working ha avuto uno sviluppo esponenziale. Ecco una panoramica completa su tutti gli strumenti che si possono utilizzare per lavorare da casa.

Prima dell’emergenza Coronavirus a praticare lo smart working Italia erano in 570mila, appena il 2% dei dipendenti. In piena pandemia, il numero è quasi raddoppiato, con oltre 554.754 lavoratori mandati a lavorare da casa, così come richiesto dal Decreto Legge del 4 marzo.

smart working strumenti

Secondo i consulenti del lavoro, i dipendenti che non svolgono mansioni manuali o a contatto con il pubblico, e che quindi hanno la possibilità di lavorare da casa, sono circa 8 milioni. Oggi, l’emergenza Covid (scopri perché le misure restrittive sono giuste) ha costretto la maggior parte di lavoro a convertirsi in fretta allo smart working.

SMART WORKING E TELELAVORO

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali definisce lo smart working, in italiano anche lavoro agile, “una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato caratterizzato dall’assenza di vincoli orari o spaziali e un’organizzazione per fasi, cicli e obiettivi, stabilita mediante accordo tra dipendente e datore di lavoro”. In smart working, si lavora quando si vuole, per quanto tempo si sceglie; l’importante è rispettare consegne e scadenze.

Ben altra casa è il telelavoro, quello cioè che la maggior parte degli italiani ha iniziato a svolgere nell’ultimo mese. Con telelavoro si intende, semplicemente, lo svolgere in casa il lavoro d’ufficio, mantenendone il più possibile orari e modalità.

GLI STRUMENTI PIÙ UTILI PER LAVORARE DA CASA

Che si tratti di smart working o di telelavoro, esistono numerosi strumenti ideati per rendere il lavoro da casa più efficiente e agile. Dalle piattaforme cloud di condivisione file alle app di messaggistica pensate per gli uffici: tutti gli strumenti indispensabili agli smartworker.

Gestire il flusso di lavoro

Il lavoro agile è, letteralmente, una metodologia flessibile. L’assenza di controlli e orari se da un lato concede un maggiore equilibrio tra vita privata e vita lavorativa, d’altro lato rischia di intaccare organizzazione e produttività. Ecco allora gli strumenti adatti a organizzare e gestire il flusso di lavoro.

smartworking strumenti trello

Trello

Il più semplice e intuitivo tra gli strumenti di project management, Trello è un software gestionale in stile “kanban”, cartello in giapponese. E Trello si presenta proprio come una bacheca digitale sul quale appendere i propri post-it virtuali. Il fine è quello di creare bacheche condivise da tutti i membri del team, sulla quale rendere visibili singole mansioni individuali, idee, to do list, progetti terminati e progetti da concludere.

smart working trumenti asana

Asana

Asana è il più utilizzato degli strumenti gratuiti di project management. Ideata per agevolare il lavoro aziendale, la sua struttura presenta diversi livelli: organizzazione, team, progetti, task. Un’organizzazione (azienda) può racchiudere al suo interno diversi team, ogni team può gestire diversi progetti, ogni progetto è composto da singoli task.

smartworking strumenti stormboard

Stormboard

Stormboard è la versione grafica e digitale di una riunione. Basato, come Trello, sullo stile “kanban”, permette a ogni membro del team di annotare la propria idea sulla bacheca condivisa e di commentare le idee altrui. Le idee possono essere poi suddivise per priorità ed esportate su fogli di calcolo per un report completo delle ultime innovazioni.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia