Strade più pericolose, ecco i tratti dove si verificano più incidenti
 

Le 13 strade più pericolose d’Italia: ecco la classifica dell’ACI


Quali sono le strade più pericolose in Italia? Una domanda che spesso ci siamo posti. Adesso c’è la risposta. In testa, si posiziona l’A51 tangenziale est di Milano. A seguire, la ss 36 del Lago di Como e dello Spluga e l’autostrada A4 Torino-Trieste. È questo il podio delle strade più pericolose d’Italia.

strade più pericolose statistiche incidenti stradali Aci

Il dato emerge dallo studio sulla “localizzazione degli indicenti stradali 2016”, realizzato dall’Aci (Automobile club d’Italia). Sotto la lente, 36.885 incidenti (1.159 mortali), 1.264 decessi e 59.886 feriti, avvenuti su circa 55.000 chilometri di strade lungo lo stivale.

Approfondisci: Rapporto Aci-Istat, gli incidenti stradali sono in crescita

QUALI SONO LE STRADE PIÙ PERICOLOSE D’ITALIA

L’A51 tangenziale est di Milano, nel tratto compreso tra i chilometri 10 e 12, è al primo posto nella classifica delle strade più pericolose d’Italia, dove si verificano più incidenti: 23 sinistri ogni chilometro. La media italiana (per quanto riguarda la rete extraurbana nella quale è avvenuto almeno un incidente) è di 1,9 incidenti al chilometro.

In seconda posizione troviamo la ss 36 del Lago di Como e dello Spluga (in provincia di Monza e Brianza, tra i chilometri 13 e 17 -19,5 incidenti/km) e l’autostrada A4 Torino-Trieste (tra i chilometri 135 e 137, in provincia di Milano – 18,5 incidenti/km). Solo su questi tratti, il numero di incidenti è 7 volte superiore al resto della rete extraurbana.

 PROVINCIA  STRADA  DA  A  ESTESA  INCIDENTI  INC per KM
 Milano  A51 tangenziale est di Milano  10  12  2  46  23
 Monza e Brianza  SS 36 del Lago di Como e dello Spluga  13  17  4  78  19,5
 Milano  A4 Torino-Trieste  135  137  2  37  18,5
 Bologna  Raccordo tangenziale nord città di Bologna  11  14  3  55  18,3
 Messina  A20 Messina-Palermo  6  9  3  54  18
 Rimini  SS 16 Adriatica  203  206  3  48  16
 Roma  A90 – Grande raccordo anulare di Roma  36 46  10  152  15,2
 Roma  A24 – Penetrazione urbana  0  7  7  100  14,3
 Napoli  Tangenziale est-ovest Napoli  15  19  4  54  13,5
 Milano  A4 Torino-Trieste  126  130  4  48  12
 Roma  SS 6 via Casilina  11  19  8  93  11,6
 Reggio Calabria  Raccordo autostradale di Reggio Calabria  0  5,6  5,6  58  10,4
 Milano  A51 tangenziale est di Milano  0  5  5  43  8,6

Al quarto posto c’è il raccordo tangenziale nord città di Bologna (Casalecchio-aeroporto-San Lazzaro), nel tratto compreso tra i chilometri 11 e 14 (18,3 incidenti/km). A seguire, l’autostrada A20 Messina-Palermo (tra i chilometri 6 e 9 – 18 incidenti/km).

L’ELENCO È LUNGO

Tra le strade più pericolose in Italia ci sono pure ss 16 Adriatica (in provincia di Rimini, tra i chilometri 203 e 206 – 16 incidenti/km), il Grande raccordo anulare di Roma (A90, tra i chilometri 36 e 46 – 15,2 incidenti/km), l’A24 penetrazione urbana (GRA-Portonaccio, nei primi sette chilometri – 14,3 incidenti/km) e la tangenziale est-ovest di Napoli (tra i chilometri 15 e 19 – 13,5 incidenti/km).

Tornano ancora l’autostrada A4 Torino-Trieste (sempre in territorio milanese), stavolta dal chilometro 126 al chilometro 130 (12 incidenti/km), e l’A51 tangenziale est di Milano, nei primi cinque chilometri (8,6 incidenti/km).

Nell’elenco delle strade più pericolose d’Italia, trovano spazio anche la ss 6 via Casilina (in provincia di Roma, tra i chilometri 11 e 19 – 11,6 incidenti/km) e il raccordo autostradale di Reggio Calabria (nei primi sei chilometri – 10,4 incidenti/km).

Leggi anche: Sicurezza stradale, il driver è il primo nemico di se stesso

STATISTICHE

Secondo i dati elaborati dall’Aci, 7,5 incidenti su 10 avvengono sulle strade urbane, 2,5 su quelle extraurbane. In crescita il numero di sinistri su tutte le tipologie di strada (+2% autostrada, +1,2% extraurbane, +0,5% urbane). La buona notizia è che calano i morti (-10,2%) e i feriti (-0,4%) sulle autostrade.

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*