Enel e Smart: ecco l’app per ricaricare l’auto elettrica

Si chiama “Ready to charge” ed è un servizio che, attraverso l’utilizzo di un’app, integra tutte le fasi della ricarica dell’auto elettrica: dalla prenotazione, all’accesso alla colonnina, fino al pagamento. Il progetto è frutto della sinergia tra Smart e Enel.

App auto elettrica Smart Enel
Da sinistra, Marcel Guerry (Mercedes-Benz Italia) e Francesco Venturini (Enel)

Mercedes-Benz ha annunciato che nei prossimi anni le vetture del marchio Smart diventeranno esclusivamente elettriche e, in partnership con la nota società di energia, sta elaborando alcuni servizi ad hoc. Dopo “Ready to park“, la app che consente già adesso ai clienti Smart di Roma, Firenze e Genova di parcheggiare all’interno di autorimesse convenzionate, ecco “Ready to charge”, che da luglio 2018 diventerà una funzione integrata nella stessa applicazione.

Approfondisci: anche la quattro posti Smart diventa a zero emissioni

AUTO ELETTRICA: COME FUNZIONA READY TO CHARGE

Per usufruire di “Ready to Charge”, occorre scaricare da Google Play, App Store, oppure sul sito Smart l’app “Smart Ready to“, inserire la targa della propria Smart e indicare gli estremi della carta utilizzata per il pagamento. Attraverso la mappa interattiva, si possono scegliere il parcheggio e l’eventuale colonnina di ricarica, prenotare e raggiungere il luogo entro un’ora, senza alcun addebito extra.

Come fare per accedere al parcheggio e avviare la ricarica? Basta attivare il Bluetooth e avvicinare lo smartphone all’apposita sbarra. L’app permette di monitorare il tempo di sosta, lo stato della ricarica ed effettuare il pagamento tramite carta di credito o Paypal.

ENEL E SMART

Il progetto è frutto della sinergia tra Mercedes-Benz e Enel X, la divisione di Enel dedicata a prodotti innovativi e soluzioni “digital” per la mobilità elettrica.

Leggi anche: elettrica e scoperta, ecco la Smart fortwo cabrio a zero emissioni

A Roma sono disponibili già 96 parcheggi convenzionati con “Smart Ready to” e nei prossimi mesi ognuno sarà dotato di un numero di punti di ricarica variabile da 2 a 8. Enel e Smart stanno anche sviluppando una rete di strutture di ricarica ad uso pubblico, che parte dalla Capitale e nei prossimi mesi si espanderà anche a Firenze, Genova e Milano.

Auto elettrica Smart

Secondo Marcel Guerry, presidente di Mercedes-Benz Italia, l’auto elettrica “ha bisogno di servizi e infrastrutture che ne facilitino l’utilizzo”: per questo motivo “crediamo che sia necessario fare sistema con tutti gli attori coinvolti”.

“Prosegue il nostro impegno al fianco delle più importanti Case automobilistiche per la realizzazione di un’infrastruttura di ricarica capillare, che elimini la paura di restare a secco di energia” sottolinea Francesco Venturini, responsabile di Enel X.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia