Auto Francesi: 10 icone che hanno fatto la storia delle quattro ruote
 

Il Blog - Flotte che passione

di Marco Castelli, Marina Marzulli e Ottavia E. Molteni

Auto Francesi: 10 icone che hanno fatto la storia [FOTO]


In occasione della ricorrenza di una data storica come il 14 Luglio 1789, la presa della Bastiglia durante la rivoluzione francese, ci siamo divertiti a comporre un elenco di 10 modelli di auto francesi che in qualche modo hanno fatto la storia dei motori transalpini e non solo, diventando delle icone.

Auto francesi-renault_4

Renault 4. Pensata nel 1956 come “l’automobile blue jeans” dopo 5 anni di studi e lavoro nel 1961 arriva il debutto. La R4 è la prima trazione anteriore Renault, la prima ad avere un design sfrontato, bassi costi di esercizio, spazio record e un comfort invidiabile. Amata da tutti (compreso Papa Francesco) diventa subito l’auto dei record fino a toccare una produzione totale di 8.135.424 unità, in trentun anni di carriera. Prodotta o assemblata in 28 paesi, compresi i più distanti, come l’Australia, il Sud Africa, il Cile o le Filippine è la prima world car.

APPROFONDISCI: Al volante della nuova C3

auto-francesi-peugeot_205_gti

Peugeot 205 GTi. Un posto speciale, oltre che nella classifica delle auto francesi, anche nei cuori di tutti i ragazzini sportivi degli anni ’80 e dei primi anni ’90. O almeno quelli che non sono finiti in un fosso. Bolide di media cilindrata del segmento B, prodotta tra il 1983 ed il 1999, è stata campione d’incassi per una decina d’anni con oltre cinque milioni di esemplari venduti. Oggi rivive in versione moderna sotto la scocca della Peugeot 208 GTI.

auro-francesi-renault_5_turbo

Renault 5 Turbo. Versione sportiva della piccola utilitaria, chiamata semplicemente R5 costrutita dal 1972 al 1984, è stata prodotta tra il 1980 e il 1985 e venne progettata per essere impiegata nelle competizioni di rally, dove vinse alcune prove del Campionato del mondo rally tra il 1981 e il 1986. Spinta da una trazione posteriore e da una frizione bidisco a secco con cambio meccanico a 5 rapporti, raggiungeva una velocità massima di 200 km/h con accelera da 0 a 100 km/h in 6,5 secondi.

auto-francesi-renault_clio_williams

Renault Williams Clio. Classico molto amato che puntava tutto sulle prestazioni grazie ad un potente 2 litri 16v da 147 CV in grado di spingere la vettura a 215 km/h di velocità massima, con scatto da 0 a 100 km/h in 8 secondi. Presentata nel 1993, 3 anni dopo l’arrivo della Clio, venne realizzata per celebrare la conquista del titolo Costruttori da parte della Williams-Renault nella stagione 1992.

auto-francesi-renault_alpine_a310

Alpine A310. Prodotta dal 1971 al 1984 dalla fabbrica automobilistica francese Alpine-Renault e svelata per la prima volta nel 1971 al Motor Show di Ginevra, questo coupé sportivo in fibra di vetro ha rappresentato e incarna ancora oggi un esempio straordinario del design degli anni ’70. I suoi successi nel motorsport hanno dimostrato come non fosse solo bello.

AUTO FRANCESI STORICHE: NON SOLO PRESTAZIONI MA SOPRATUTTO DESIGN

Auto-francesi-citroen_ds

Citroen DS. Presentata al salone dell’automobile di Parigi del 1955, la DS con la sua linea anticonformista e innovativa, caratterizzata da una silhouette allungata, con linee tese all’indietro e la coda corta, divenne presto un simbolo. Non solo design ma anche innovazioni tecnologiche legate al sistema di sospensioni auto-livellante idropneumatica. Per la realizzazione, di quella che sarebbe diventata un’icona francese, furono chiamati personaggi del calibro di André Lefèbvre (progettista) e Flaminio Bertoni (designer), oltre a Paul Magès ideatore delle sospensioni.

Auto francesi-citroen_traction_avant

Citroen Traction Avant. Un vero e proprio classico, il cui design innovativo ancora oggi persegue e si ritrova in molti modelli. Pioniera del mercato dei mass-market europeo era l’auto preferita dai gangster, della resistenza francese e scelta anche dai tedeschi. In realtà, la Traction Avant è solo la denominazione di un gruppo di vetture costruite dalla Citroën, che partono da un unico progetto e realizzate su chassis simili, ma differenti per esempio nella misura del passo e nelle caratteristiche del motore.

auto-francesi-citroen_2cv

Citroen 2CV. La deux chevaux – letteralmente “due cavalli” (dalla valutazione dei cavalli fiscali in Francia) – è un’autovettura utilitaria prodotta dal 1948 al 1990. Autentico classico del dopoguerra è un esempio di “utilitarismo minimalista” che doveva portare la gente dei campi con carri e cavalli su un’auto. Diventata un classico tra le auto francesi venne apprezzata anche da giovani autisti anche grazie alla sua erede: la Dyane.

auto-francesi-peugeot_404

Peugeot 404. Amata e apprezzata anche da Enzo Ferrari che ne possedeva diverse la Peugeot 404, in produzione dal 1960, lasciò il segno in tutte le sue versioni: dalla coupé, alla familiare, passando per l’elegantissima cabriolet.

auto-francesi-citroen_sm

Citroen SM. Prodotta tra il 1970 e 1975 e conosciuta più come Citroën-Maserati, è un’autovettura di fascia alta nata sulla base del DS. La SM era la vettura GT di lusso e ad alte prestazioni della Citroen caratterizzata da una bellezza elegante, e prestazioni derivate e certificate da Maserati.

Related Posts

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*