Nuova BMW Serie 4 Coupé, volto inedito e prestazioni mild-hybrid

Dal Concept 4 a nuova BMW Serie 4 Coupé, è la calandra verticale il grande cambiamento stilistico della sportiva media. Sotto al cofano, motori benzina e diesel mild-hybrid

Diversa, non potrebbe esserlo maggiormente. Segmento D dal versante coupé, su una base tecnica già di Serie 3, eppure, nuova BMW Serie 4 Coupé rappresenta un’idea a sé per come interpreta la sportività attraverso il design.

BMW Serie 4 Coupe

NUOVA BMW SERIE 4 COUPÉ

“A bordo” salgono il mild-hybrid, gli Adas di Livello 2, l’infotainment con le inedite mappe BMW con scambio dati continuo via cloud. L’impatto assoluto però è quello regalato dallo stile, campo sul quale Serie 4 Coupé introduce un totale rinnovamento della griglia frontale.

Il doppio rene si ispira fedelmente al Concept 4 del 2019, sarà anche sulla prossima BMW M3, M4, su BMW i4 elettrica, per dire di quanto andrà a creare familiarità.

STILE, FARI LASERLIGHT ADATTIVI

Nel taglio dinamico e sportivo della coupé, tanto più in allestimento M Sport, la visione d’insieme è apprezzabile. Un frontale con fari full led di serie, a richiesta nella specifica adattiva e con Laserlight.

Si tratta di una variante in grado di regolare il fascio di luce – massima luminosità fino a 550 metri di copertura oltre i 60 km/h – e attenuare l’intensità là dove si trovano altri automobilisti, per evitare di abbagliarli.

DIMENSIONI DI NUOVA BMW SERIE 4 COUPÉ

Su strada, nuova BMW Serie 4 Coupé – seguirà anche la Gran Coupé quattro porte, sebbene il top dell’emozionalità stilistica sia in questa Coupé 2 porte – va con dimensioni sviluppate su architettura CLAR come BMW Serie 3 (leggi il test dell’ibrida plug-in).

Profondamente riviste per un baricentro 21 mm più basso, del quale ringrazia la dinamica di marcia, che può contare su sospensioni M Sport irrigidite nell’allestimento relativo, oppure la soluzione adattiva a controllo elettronico continuo.

Rispetto al passato è una coupé ben 13 centimetri più lunga, a fronte di un incremento di 2,7 cm in larghezza. A vantaggio dell’abitabilità vanno i 4 cm extra del passo

Dimensioni

Lunghezza

Larghezza

Altezza

Passo

Bagagliaio

in metri

4,76

1,85

1,38

2,85

440 lt

MOTORE MILD HYBRID DI M440I COUPÉ

L’uscita sul mercato è programmata dal prossimo ottobre, quando su strada sarà possibile guidare quattro diverse motorizzazioni, in attesa di due diesel 3 litri sei cilindri, in arrivo nel marzo del 2021.

Motori di BMW Serie 4

Capitolo motori per dire come tutte le Serie 4 Coupé diesel e il benzina 3 litri sei cilindri abbiano il supporto del mild-hybrid 48 volt (approfondisci il sistema di Serie 3), un surplus di spinta da 11 cavalli e non solo. Permette il recupero dell’energia nelle fasi di decelerazione, alimenta la rete di bordo a 12 volt e permette il coasting a motore spento.

Tra le numerose funzioni dello starter-generatore a cinghia, l’ottimizzazione del carico motore. Tecnicismi per dire della visione a tutta efficienza che ha uniformato il progetto.

Leggi anche: Il futuro elettrico BMW a fuel cell

PRESTAZIONI E CONSUMI DI BMW SERIE 4 COUPÉ

Il cambio è di serie l’automatico Steptronic 8 marce, mentre la trazione xDrive rappresenta un’opzione sul diesel 2 litri da 190 cavalli, standard su M440i xDrive. Oltre al design, la versione M440i si distingue per scelte tecniche votate a esaltare l’appagamento al volante, tra differenziale sportivo, freni M Sport dall’idraulica differente, le già elencate sospensioni sportive e braccetti di irrigidimento supplementari.

Tutti i motori diesel sono dotati di turbo a doppio stadio e trattamento dei gas di scarico del tipo SCR.

Motori

420i

430i

M440i

420d

430d

M440d

Tipo

L4 2.0

L4 2.0

L6 3.0

L4 2.0

L6 3.0

L6 3.0

Potenza

184 cv

258 cv

374 cv

190 cv

286 cv

340 cv

Coppia

300 Nm

400 Nm

500 Nm

400 Nm

650 Nm

 

Consumi

5,8 lt

6,1 lt

7,1 lt

4,2 lt

6,2 lt

 

Co2 g/km

Da 122

Da 131

Da 155

Da 103

Da 146

 

Velocità

240 km/h

250 km/h

250 km/h

240 km/h

250 km/h

 

0-100 km/h

7”5

5”8

4”5

7”1

6”2

 

INTERNI DA GRANTURISMO

Coupé con mire da granturismo, BMW Serie 4 2020 ha tratti ispirati a Serie 8 nel design del tre quarti posteriore. All’interno, il turismo di altissimo livello è ritagliato su quattro sedili singoli e comfort garantito anche dal climatizzatore a tre zone, la possibilità di un impianto ausiliario di riscaldamento – controllabile via app – e le consuete, ampissime, possibilità di personalizzazione.

Interni di BMW Serie 4

Il comparto infotainment sviluppa la soluzione top di gamma in un Control Display centrale da 10,25 pollici del quale va detto come sia stata ottimizzata l’interfaccia uomo-macchina dell’iDrive, affiancata dalla strumentazione da 12,3 pollici. Un “quadro” arricchito di rappresentazioni 3D dell’ambiente circostante durante la guida, con indicazioni utili anche sul fronte degli Adas.

ADAS DI BMW SERIE 4 COUPÉ

A tal proposito, a segnalare l’integrazione della guida su corsie multiple con i dati del navigatore. L’Active Navigation è in grado di segnalare la necessità di cambiare corsia in corrispondenza di uscite autostradali per proseguire lungo il percorso pianificato.

Approfondisci: Adas e infotainment, così Serie 5 si rinnova

Un’operazione accompagnata dalla riduzione autonoma della velocità per gestire in sicurezza il cambio corsia rispetto a veicoli che potrebbero sopraggiungere.

Adas di BMW Serie 4

Navigazione che poggia sulle BMW Maps via cloud, scambio dati continuo grazie al quale è possibile prevedere con precisione l’orario d’arrivo, esaminare la presenza di traffico lungo il percorso e ottenere informazioni in tempo reale.

Leggi anche: Android Auto sale a bordo delle BMW

ASSISTENZA AVANZATA A RICHIESTA

L’assistenza alla guida sviluppa il Livello 2 con il pacchetto Driving Assistant Professional, opzionale. Il controllo dello sterzo e della velocità, insieme al Lane Control Assistant, corregge la traiettoria a migliora il comfort sulle lunghe distanze, a patto che il guidatore tenga almeno una mano sul volante.

Strumentazione di BMW Serie 4

Altri sistemi sono funzionali a incrementare sicurezza e comfort, si passa dal cruise control adattivo con stop&go al parcheggio automatizzato e con la possibilità di controllo da remoto. Il BMW Drive Record registra ciò che accade intorno all’auto, lo fa per un lasso di tempo di 40” prima della sovrascrittura dei dati.

L’Evasion Assist supporta il guidatore nelle manovre di aggiramento di un ostacolo, mentre il dispositivo di formazione automatica di una via di fuga rileva la presenza di una coda davanti all’auto e opta se necessario per la corsia più sicura nella quale rallentare l’auto.

 

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia