21 Giugno 2018

Nuova Volvo S60, sfida le berline medie sportive rinunciando al diesel

Restava solo lei da mandare alla SPA. Nuova Volvo S60 completa il rinnovamento del marchio nei segmenti superiori, avviato con Volvo XC90 e proseguito a cascata, fino alla V60, che di S60 è l’interpretazione wagon. SPA è la Scalable Platform Architecture, la piattaforma modulare che verrà impiegata nell’impianto di Charleston, primo stabilimento del marchio sul suolo USA.

Nuova Volvo S60 R-design

A parità di piattaforma, di dimensioni, di linguaggio stilistico, la nuova S60 riscrive del tutto il volume della coda, per candidarsi a berlina sportiva e provare a contrastare alternative del calibro di BMW Serie 3, Audi A4, Mercedes Classe C, proseguendo con Jaguar XE fino al paradigma della sportività formato medio: Alfa Romeo Giulia. Avversarie agguerritissime che Volvo sfida rinunciando alle motorizzazioni turbodiesel.

NUOVA VOLVO S60, NIENTE DIESEL: SIAMO SVEDESI

Il piano di completa elettrificazione a partire dal 2019 porta S60 a essere il primo modello del marchio a offrire una gamma composta esclusivamente da motori turbo benzina o ibridi plug-in. Il gradino d’accesso di S60 T5 ruota intorno al 2 litri turbo benzina Drive-E, con 250 cavalli e trazione anteriore.

Motori di nuova Volvo S60

Tutte avranno il cambio automatico Geartronic 8 rapporti, tutte – tranne T5 – la trazione quattro ruote motrici. A partire da Volvo S60 T6, che è turbo e volumetrico insieme sul 2 litri, per 310 cavalli di potenza massima, la sovralimentazione doppio stadio con i 3.500 giri/min limite oltre il quale la spinta del volumetrico insieme al turbo cede spazio a quest’ultimo.

Leggi anche: Volvo XC60, la prova dell’ibrida plug-in

Un’altra T6, ma Twin Engine AWD, incrementa la potenza a 340 cavalli, sulla medesima impostazione tecnica del propulsore termico. Il sistema ibrido abbina il supporto del motore elettrico sull’asse posteriore, prima alternativa in grado di offrire autonomia di marcia in modalità zero emissioni. La seconda, T8 Twin Engine, incrementa la cavalleria fino a 400 cavalli di sistema, specifica che verrà offerta anche in allestimento Polestar Engineered, ovvero, un ulteriore boost di potenza per arrivare a 415 cavalli con una diversa mappatura, affiancato da interventi di ottimizzazione sulle sospensioni e i freni.

DIMENSIONI DA WAGON, BAGAGLIAIO UN PO’ MENO

Le dimensioni di Volvo S60 ricalcano le quote della V60, quindi una lunghezza di 4 metri e 76 centimetri, per un’altezza di 1 metro e 43, in un passo di 2 metro e 87 centimetri. L’impronta stilistica Volvo a bordo passa da linee essenziali, il grande infotainment Sensus al centro della plancia con servizi connessi, l’abbinamento di rivestimenti in pelle ed elementi metallici.

Bagagliaio Volvo S60 Inscription

Sobrietà che potrà personalizzarsi nei diversi step che comporranno l’offerta, tra gli allestimenti Momentum, Inscription e R-Design. Differenze sostanziali si avranno, nel confronto con la carrozzeria wagon, alla voce capacità di carico: un volume di 442 litri è il valore standard del bagagliaio, 80 litri meno di V60.

SICUREZZA E AUTOMAZIONE FORMATO INTELLISAFE

Nel formato tre volumi sportivo ritroviamo tutti i dispositivi di sicurezza e assistenza alla guida che hanno scritto il passato recente di Volvo. La suite IntelliSafe include, tra gli altri dispositivi, la frenata automatica e il City Safety, in grado anche di ridurre il rischio di un potenziale incidente rallentando l’auto prima che avvenga. Accanto al rilevamento di altri veicoli e pedoni, il dispositivo riconosce anche la presenza di animali di grossa taglia.

Interni di Volvo S60 2019

Non è nuova, in casa Volvo, nemmeno la presenza del Run Off-Road Mitigation, sistema che rallenta il veicolo in caso di uscita di strada e prepara gli occupanti all’impatto provando a mitigarne le conseguenze, né l’Oncoming Lane Mitigation, supporto utile per evitare incidenti con altri veicoli in marcia nel senso opposto durante le fasi di sorpasso.

Approfondisci: Volvo V60, sicurezza al top

Quanto all’automazione più avanzata, il Pilot Assist è la soluzione di assistenza alla guida offerta su strade con segnaletica orizzontale ben definita. L’auto gestisce le operazioni di sterzata, accelerazione e frenata in autonomia, sempre con la supervisione del conducente: opera fino a 130 km/h e nell’applicazione su Volvo V60 e S60 si è lavorato per incrementare le prestazioni della guida in curva.

Abitacolo di nuova Volvo S60

Da ultimo, come avere nuova S60? Alla formula classica dell’acquisto si affianca il Care by Volvo (leggi come funziona). Sarà possibile utilizzare l’auto pagando un abbonamento mensile, onnicomprensivo – spesa per il carburante esclusa – e senza versare alcun anticipo. Dopo il lancio su Volvo XC40 un altro modello da guidare preoccupandosi esclusivamente del suo utilizzo senza vincoli di proprietà.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia