21 Dicembre 2020

Sharing mobility a Torino: tutti i servizi

Dal car sharing al monopattino sharing: tutte le soluzioni di mobilità condivisa presenti a Torino, per scoprire le novità e i servizi più adatti alle proprie esigenze.

Il fenomeno della sharing mobility a Torino sta conquistando una fetta sempre più ampia nelle soluzioni alternative di trasportocar sharing e scooter sharing sono solo alcune delle offerte di mobilità messe a disposizione dalla città.

Torino, quarto centro italiano per numero di abitanti, non manca di servizi per la mobilità condivisa, per muoversi in maniera più pratica e intelligente nella città dai grandi vialoni che si perdono in vicoli stretti. Ecco la guida dei principali servizi di sharing a Torino per tutte le esigenze, dall’auto elettrica a mezzi meno convenzionali come il monopattino elettrico.

Leggi anche: tutte le formule della sharing mobility

CAR SHARING A TORINO

Torino  vuole essere una città moderna ed efficiente, e per questo propone un buon numero servizi di car sharing sia station based (iniziare e terminare il noleggio in postazioni fisse) sia free floating (possibilità di noleggiare l’auto ovunque).

Attualmente i servizi di car sharing attivi a Torino sono:

  • Enjoy
  • Share Now
  • BlueTorino
  • LeasysGO!

IL CAR SHARING DI ENJOY

Enjoy è il car sharing di Eni Fuel S.p.A. con servizio free floating e parking dedicato in alcuni aeroporti d’Italia. La flotta di veicoli si compone di Fiat 500 rosse e Fiat Doblò Cargo rossi.

Il car sharing di Enjoy è disponibile tramite app sia per patenti italiane che per patenti estere e per accedere all’iscrizione è necessario essere in possesso della patente B da almeno un anno.

Sharing Mobility Torino: il car sharing di Enjoy

Il costo di Enjoy va da 0,25 €/min fino a un massimo di 50 € per la tariffa 24 ore. Ogni noleggio impone un limite massimo di 50 km, oltre i quali si paga un prezzo di 0,25 €/km.

Il cargo sharing di Enjoy impone una tariffa fissa per le prime 2 ore di noleggio di 25 € e successivamente il prezzo torna a 0,25 €/min fino a un massimo di 80 € per la tariffa giornaliera. Anche per il noleggio dei Doblò è imposto il limite a 50 km a tariffa agevolata, superati i quali si paga un prezzo di 0,25 €/km.

Leggi anche: quanto costa il car sharing di Enjoy nelle città italiane

IL CAR SHARING DI SHARE NOW

Share Now è il nuova società dedicatà alla mobilità nato dalla joint venture tra Daimler AG e BMW Group. La società ha di recente fuso insieme i due vecchi servizi di car sharing Car2Go e DriveNow, ora sotto un unico logo e con un grande parco auto condiviso.

La flotta di Share Now è, infatti, una delle più grandi per un servizio di car sharing, e spazia da auto piccole, da città, fino a SUV e vetture medio grandi, senza tralasciare anche vetture cabrio. Varia anche la tipologia di propulsione, che vede motori termici a combustione e motori elettrici.

Sharing Mobility Torino: il servizio di ShareNow

Proprio per la flotta così grande, Share Now non ha una tariffa unica, ma i prezzi cambiano da vettura a vettura:

  • Smart ForTwo e Smart ForTwo Cabrio:
    • 0,19€/minuto;
    • 5,83€/ora;
    • 13,00€/giorno;
  • Smart ForFour:
    • 0,26€/minuto;
    • 5,83€/ora;
    • 13,00€/giorno;
  • BMW i3:
    • 0,29€/minuto;
    • 7,50€/ora;
    • 16,00€/giorno;
  • BMW Serie 1:
    • 0,29€/minuto;
    • 7,50€/ora;
    • 14,33€/giorno;
  • BMW Serie 2 Active Tourer:
    • 0,29€/minuto;
    • 7,50€/ora;
    • 16,00€/giorno;
  • BMW Serie 2 Cabrio:
    • 0,32€/minuto;
    • 8,33€/ora;
    • 16,00€/giorno;
  • BMW X1:
    • 0,32€/minuto;
    • 8,34€/ora;
    • 17,67€/giorno;
  • MINI Clubman:
    • 0,26€/minuto;
    • 6,67€/ora;
    • 14,33€/giorno;
  • MINI Cabrio:
    • 0,26€/minuto;
    • 7,50€/ora;
    • 16,00€/giorno

Nelle tariffe di Share Now sono inclusi una serie di servizi utili al consumatore: prima di tutto, le vetture del servizio di Daimler e BMW arrivano fino all’aeroporto di Torino-Caselle, nel quale hanno dei parcheggi dedicati. Le vetture, inoltre, includono l’accesso all’Area C e in due ZTL: Centrale e Romana.

Le vetture possono anche andare fuori Torino per tutto il tempo necessario all’utente, che ha la possibilità di parcheggiarle chiudendole normalmente e senza, quindi, terminare il noleggio. I parcheggi sono gratuiti in tutta l’area operativa di Milano, e oltre a questo la società ha disposto dei parcheggi riservati che si rintracciano facilmente dall’app ufficiale.

Leggi anche: come funzionano deducibilità e detraibilità nel car sharing

IL CAR SHARING DI BLUETORINO

Esclusivamente a Torino si trova il car sharing di BlueTorino, che propone il noleggio di auto esclusivamente elettriche. Si tratta di uno dei servizi più accessibili della città con tariffe davvero molto convenienti, divise per fasce d’età. L’iscrizione è una tantum e costa 9 euro, mentre la tariffa a consumo viene divisa in:

  • Giovani 18-25 anni, che pagano 16 centesimi al minuto.
  • +26 anni o neopatentati, al costo di circa 20 centesimi al minuto.

Sharing Mobility a Torino: il car sharing di BlueTorino

L’iscrizione e l’uso del servizio permettono l’accesso libero alle ZTL di Centrale e Romana, la libera circolazione durante i blocchi del traffico, l’assicurazione Kasko e RC Conducente. Le vetture hanno poi posti riservati, tutti con colonnine di ricarica per caricare le vetture una volta terminato il loro utilizzo.

Usare le auto di BlueTorino è molto semplice, perché si possono prenotare e poi sbloccare tramite l’applicazione ufficiale, presente sia per Android che per iOS. Le auto sono piccole e maneggevoli, non eccessivamente potenti e, quindi, adatte proprio ai piccoli spostamenti urbani di tutti i giorni.

A partire da gennaio 2021, il servizio di BlueTorino sarà progressivamente sostituito con LeasysGO!, in seguito all’acquisizione della società da parte di Leasys.

Leggi anche: le 10 auto elettriche più vendute in Italia

IL CAR SHARING DI LEASYS GO! 

Novità proprio di questi giorni: a Torino sta per partire il nuovo car sharing di Leasys, la nota società di noleggio parte del gruppo FCA Bank. La società ha infatti annunciato l’acquisizione delle attività di car sharing e stazioni di ricarica di BlueTorino, società che operava nella ex Capitale italiana per il francese Groupe Bolloré.

L’acquisizione di BlueTorino, servizio di sharing di auto esclusivamente elettriche, permette di lanciare al 100% il suo nuovo servizio della società, LeasysGO! che partirà a Torino a partire dal 15 Gennaio 2021 (l’arrivo è previsto anche a Milano e Roma). 

LeasysGO! car sharing 500 elettrica

Per usare il nuovo servizio, ci si potrà iscrivere direttamente su Amazon, al costo di 19,99 euro al mese. LeasysGO! propone poi l’utilizzo della nuova Fiat 500 Elettrica con un abbonamento mensile di 19,99 euro/mese, per un totale di 120 minuti di utilizzo. Al termine dei minuti concessi dall’abbonamento, scatta la tariffa a consumo di 29 centesimi al minuto. Il servizio permette di entrare nelle ZTL della città, e di poter sostare sulle strisce blu in maniera totalmente gratuita.

Leasys, a partire da gennaio, provvederà a sostituire i punti di ricarica BlueTorino con i suoi, per permettere una ricarica più veloce per tutte le sue auto, tra cui appunto quelle del servizio LeasysGO!.

Approfondisci: Arriva LeasysGO!, il car sharing dedicato alla nuova Fiat 500 elettrica

SCOOTER SHARING A TORINO

Lo scooter sharing è una nuova forma di mobilità condivisa introdotta da qualche anno, principalmente a flusso libero.

Oltre ai diversi modelli di moto e scooter in circolazione, chiunque ricorra a questa modalità di trasporto può anche scegliere tra una vasta gamma di motorizzazioni e cilindrate, adatte alle proprie esigenze.

Leggi anche: Torino tornerà a essere la città dell’auto?

Attualmente i servizi di scooter sharing attivi a Torino:

  • MiMoto
  • Zig Zag

MIMOTO

MiMoto è il primo servizio italiano di scooter sharing elettrico a flusso libero. La sua flotta di compone di ciclomotori a zero emissioni e, di conseguenza, il servizio è fruibile da qualsiasi maggiorenne in possesso della patente che abilita la conduzione di questo tipo di veicoli.

Sharing mobility Torino: gli scooter di MiMoto

L’iscrizione a MiMoto è gratuita e prevede un bonus di benvenuto pari a 5€ di noleggio. Le tariffe per il noleggio partono da 0,23 €/min, casco incluso. L’offerta di noleggio comprende anche una tariffa oraria forfettaria di 4,90 €, mentre quella giornaliera è di 19,90 €.

MiMoto ha poi delle convenzioni con alcuni atenei meneghini: gli universitari possono iscriversi al servizio usando la loro mail universitaria e inserire un codice promo specifico, che riportiamo qui di seguito:

  • mied” per lo IED;
  • mipolito” per il Politecnico di Torino;

Leggi anche: Sharing Mobility in Fase 2: tutti i protocolli degli operatori

ZIG ZAG

Zig Zag è il nuovo servizio di scooter sharing a flusso libero, la cui flotta si compone di scooter Yamaha Tricity 125 a tre ruote e di scooter elettrici Etropolis.

Zig Zag scooter sharing a Milano

L’iscrizione a Zig Zag è gratuita e il servizio è fruibile da chiunque abbia raggiunto la maggiore età e sia in possesso della patente di guida per questa categoria di veicoli.

Lo scooter sharing di Zig Zag prevede 3 tariffe di noleggio calcolate sulla base dell’utilizzo, e divise per due modelli:

  • Tariffe per lo scooter più grande e potente, con due ruote anteriori:
    • Tariffa al minuto: 0,29 €/min
    • Tariffa oraria: 14,90 €/ora
    • Tariffa giornaliera: 59,00 €/giorno
  • Tariffe per lo scooter urbano più piccolo:
    • Tariffa al minuto: 0,26€/min
    • Tariffa oraria: 9,90€/ora
    • Tariffa giornaliera: 39,00€/giorno

Leggi Anche: Le batterie del futuro si studiano al Politecnico di Torino

BIKE SHARING A TORINO

Mobilità a due ruote, sì. Zero emissioni? Al 100%. La mobilità condivisa arriva anche nel settore delle biciclette con i due servizi attualmente attivi a Torino di bike sharing, uno a flusso libero e l’altro a postazioni fisse.

Leggi anche: Google Maps inserisce il car e il bike sharing nel calcolo dei suoi percorsi

MOVI BY MOBIKE

Per quanto riguarda servizi di bike sharing free floating, a Torino sono garantiti da MOVI by Mobike, una delle società più grandi per quanto riguarda lo sharing delle biciclette.

Per usarlo, è sufficiente scaricare l’applicazione RideMovi, scansionare il QR Code per sbloccare la bici per utilizzarla e, infine, dopo l’utilizzo, bloccare la bicicletta, sempre dall’applicazione, sempre controllando di aver parcheggiato correttamente. MOVI dispone di biciclette tradizionali ma anche di biciclette elettriche. Inoltre, la società ha annunciato che a breve introdurrà anche il noleggio di monopattini elettrici.

Sharing Mobility a Torino: il bike sharing di MOVI

Al momento della registrazione bisogna versare 1 € come deposito  per l’utilizzo “legale, appropriato e civile” delle Mobike, rimborsabile in qualsiasi momento. Il servizio di bike sharing è fruibile da chiunque abbia raggiunto il 16° anno di età.Il costo di Mobike è di 1 € a corsa, prelevati direttamente dal “borsellino elettronico” ricaricabile con 5, 10, 20 o 50 euro.

TOBIKE

Anche il Comune di Torino propone un servizio di bike sharing per la città, chiamato [TO]BIKE. I cittadini possono registrarsi sul sito ufficiale, www.tobike.it, inserendo tutti i loro dati e facendo particolare attenzione all’indirizzo dato, visto che sarà quello a cui la società spedirà l’abbonamento. 

Sharing mobility a Torino: il bike sharing di Tobike

Dopo aver confermato la mail, gli utenti potranno accedere alla sezione “Utenti Registrati” del sito, per poi acquistare o regalare un abbonamento. 3 le modalità di pagamento: bonifico, bollettino postale o carta di credito. Gli abbonamenti:

  • Annuale a consumo: 25 euro + prima ricarica obbligatoria di 5 euro.
  • Settimanale a consumo: 8 euro + prima ricarica obbligatoria di 3 euro.
  • Giornaliero a consumo: 5 euro + prima ricarica obbligatoria di 3 euro.
  • 4FORYOU “flat”: 8 euro per 24 ore anche non consecutive.
  • 8FORYOU “flat”: 13 euro per 48 ore anche non consecutive.

Solo dall’app Bicincittà, inoltre, è possibile attivare i seguenti abbonamenti:

  • Annuale Mobile a consumo: 25 euro + prima ricarica obbligatoria di 5 euro.
  • One Day Mobile: 8 euro per 24 ore anche non consecutive.
  • 2 Days Mobile “flat”: 13 euro per 48 ore anche non consecutive.

Leggi Anche: Tutti i monopattini delle Case automobilistiche

MONOPATTINO SHARING A TORINO

La nuova frontiera della mobilità condivisa: il monopattino sharing (in gergo: kick sharing). Un’iniziativa nata in America, già collaudata a New York e Washington, che soprattutto con il COVID e gli incentivi statali ha avuto un enorme successo in tutte le città italiane, Torino compresa. La città sabauda dispone di questi servizi per il noleggio dei monopattini:

  • Bit Mobiliy
  • Bird
  • Dott
  • Helbiz
  • Lime

BIT MOBILITY

La tariffa di Bit Mobility, altro importante player del noleggio di monopattini, chiede:

  • 1€ per lo sblocco;
  • 0,15€ al minuto;
  • 0,05€ al minuto durante le pause.

BIRD

Il servizio di Bird, uno dei più importanti provider di kick sharing del globo, richiede 1 euro per lo sblocco e propone una tariffa al consumo di 15 centesimi al minuto.

Sharing Mobility a Roma: il servizio di Bird

Attualmente, Bird è attivo nel centro della città e nei quartieri che rientrano nel Municipio centrale, ma l’azienda ha comunicato di essere al lavoro per espandere il servizio anche in altre aree.

Bit propone anche dei pacchetti:

  • Easy Bit: 5€ un’ora;
  • Unblock Daily: 3,99€ per 15 minuti e sblocchi illimitati per un giorno;
  • Unblock Weekly: 10,99€ per 110 minuti e sblocchi illimitati per una settimana.

DOTT

Sharing Mobility Milano: Dott

Molto semplice la tariffa di Dott, una delle più recenti società di kick sharing a Milano: il costo è infatti unico, di 0,15€ al minuto più un euro per lo sblocco.

HELBIZ

Anche a Torino ci sono i monopattini di Helbiz! Il costo è di 1 euro per lo sblocco, e poi una tariffa a consumo di 15 centesimi al minuto.

Sharing mobility a Roma: il servizio di Helbiz

Helbiz propone anche la tariffa flat Helbiz Unlimited: 29,99 euro al mese per corse quotidiane illimitate, della durata massima di 30 minuti e con un’attesa di 20 minuti tra un noleggio e l’altro.

LIME

Sharing Mobility Milano: Lime

Altra novità nel panorama meneghino: Lime, i cui monopattini si distinguono per le livree bianche con contrasti verde fluo. La tariffa è unica: 1€ per lo sblocco e 0,19€ ogni minuto di utilizzo.

 

 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia