24 Giugno 2020

Tesla Model 3 Long Range: il Test Drive in compagnia di un esperto

La Tesla Model 3 è la berlina elettrica più famosa al mondo, il segmento D più venduto in Italia in tempi di Covid. L’abbiamo testata su strada nella versione Long Range, assieme a Federico Lagni, membro fondatore del Tesla Club Italy.

Appena saliti a bordo della Tesla Model 3 Long Range, ci siamo accorti che questa non è un’auto come le altre, forse non è nemmeno una vera e propria auto. Sarebbe meglio definirla un evoluto strumento tecnologico capace anche di trasportarti da un posto all’altro.

Ecco perché, per raccontarla al meglio, abbiamo chiesto aiuto a un vero esperto Tesla: Federico Lagni, fondatore del Tesla Club Italy e organizzatore di Tesla Club Italy Revolution, il più grande evento italiano dedicato a possessori e amatori di Tesla.

LA TESLA MODEL 3 LONG RANGE

La Tesla Model 3 a nostra disposizione, interamente configurata online, è una Long Range la cui motorizzazione si compone di due motori elettrici con una potenza complessiva di 351 cavalli, per un’autonomia di 560 km in ciclo WLTP, velocità massima di 233 km/h e uno scatto da 0 a 100 in 4,6 secondi.

Gli interni, essenziali ed ipertecnologici, in quest’allestimento sono presenti in edizione Premium. Con sedili riscaldati, impianto audio da 14 altoparlanti, sistema Premium Connectivity, fendinebbia a Led, quattro porte USB e base per due smartphone. Manca solo la chiave, sostituita dallo smartphone o dalla tesserina.

Approfondisci: Le novità Tesla del primo trimestre 2020

Passione tecnologia

A spingere all’acquisto di una Tesla, ci conferma Federico, è la passione per la tecnologia. Possedere una Tesla vuol dire entrare a far parte di una community di pionieri della mobilità, accomunati dall’amore per il l’innovazione e dal gusto per la sperimentazione. Guidare una Tesla è diverso dal guidare una qualsiasi altra automobile perché farlo “vuol dire essere al volante della versione reale dell’astronave che sognavi da bambino”.

esla Model 3 Long Rage - interni

Questo è il primo test drive in cui la questione motori non è mai saltata fuori. Non abbiamo parlato di cilindri, di pneumatici o di performance. Ampio spazio è stato dedicato, invece, ai sistemi di infotainment e ai nuovi prototipi software di guida autonoma. D’altronde, Tesla è una società il cui 63% del personale è occupato in area software, percentuale che in una casa automobilistica si aggira di solito attorno al 2%.

Leggi anche: L’Autopilot Tesla con stop agli incroci e semafori

Long Range, long trip

Come tutti i teslari, Federico è un sognatore, capace però di fornire risposte anche a quesiti più pragmatici come, ad esempio, quello riguardante la spinosa questione ricarica. Che ricaricare una Tesla presso un Supercharger fosse estremamente facile e veloce, lo sapevamo già. Quel che volevamo sapere è se l’autonomia dichiarata e la rete di punti di ricarica fossero sufficienti a reggere anche viaggi lunghi.

Tesla Model 3 Long Rage

La risposta è sì. Ce lo conferma il fondatore del Tesla Club Italy che quattro anni fa, a bordo della sua Tesla, ha viaggiato da Roma a Capo Nord e da Capo Nord a Venezia, in 8 giorni e senza problemi. Oggi l’avventura sarebbe ancora più facile, grazie alla continua espansione della rete Supercharger italiana. Attualmente, il network conta 29 Supercharger Stations, per un totale di 200 singole colonnine distribuite uniformemente lungo tutto lo Stivale, isole comprese.

Posso provare una Tesla?

Acquistare non è l’unico modo per guidare una Tesla. La Model 3 Long Range ha un prezzo di 57.920 euro, ma è disponibile anche a noleggio. Per un privato è possibile noleggiarla per 36 mesi e 60.000 km a 750 euro al mese, senza anticipo. Mentre un’azienda può noleggiare la Model 3 a un costo di 749 euro al mese, con anticipo di 7.000 euro.

Tesla Model 3 Long Rage -

È Tesla stessa, inoltre, a offrire la possibilità di una prova. Dopo aver acquistato l’auto, si ha tempo una settimana per restituire il veicolo senza costi aggiuntivi, a patto che il contachilometri non indichi un valore superiore ai 1600 km e non si siano apportate modifiche né recato danni all’automobile.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia