21 Settembre 2021

Test Drive Fiat Tipo Cross: la familiare che guarda ai SUV

Fiat Tipo Cross è la versione della Tipo con estetica rinforzata e assetto rialzato che guarda ai SUV, con tanta tecnologia multimediale e di sicurezza, un motore efficiente e parco nei consumi che la rendono una vettura intelligente e dall'anima avventuriera.

Fiat Tipo Cross è un esempio vincente di berlina che si adatta in un mondo di SUV, perché fa uso di ingredienti intelligenti che la rendono appetibile, e arricchiscono ulteriormente un modello che dal lancio ha saputo farsi apprezzare.

Estetica classica e moderna, destinata a non stancare, assetto rialzato, ma soprattutto tanta tecnologia che nulla ha da invidiare alla concorrenza (anzi…), con qualche piccolo compromesso che si nota soprattutto in alcuni materiali interni, e con il sempre ottimo motore FireFly prestante e parco nei consumi. Vediamo come si è comportata durante la nostra prova.

Approfondisci: I 10 segreti della nuova Tipo!

FIAT TIPO CROSS: IL RESTYLING CHE CI VOLEVA

La berlina compatta lanciata nel 2015 si è rivelata un successo per Fiat, “battendo” le ultime due segmento C precedenti (Bravo e Stilo) che non avevano riscosso il successo sperato.

Rispetto a loro, la Tipo ha tutto “a posto”: un design moderno ma classico, non esagerato per rimanere attuale il più a lungo possibile che, con il restyling, si aggiorna con ritocchi importanti soprattutto all’anteriore.

A partire dai fari, con nuova trama LED a fascione luminoso, molto scenografico, e con il nuovo logo sulla griglia, unico punto in cui appare (il resto della carrozzeria presenta ancora il logo a sfondo rosso). Nuova anche la trama LED dei gruppi ottici posteriori, che ora sono bruniti. 

Insieme alla Sport, la Tipo Cross è l’allestimento più “modaiolo” della gamma, con un’estetica diversa e inedita. Il paraurti, sia all’anteriore che al posteriore, è rinforzato per conferire robustezza e una maggiore sensazione di sicurezza.

Per venire incontro a una clientela ormai orientata alla guida in alto, la Tipo Cross è più alta di quasi 7 cm rispetto, e riprende dalla Fiat 500 X  gli pneumatici maggiorati.

Inediti e di serie sono anche i cerchi in lega Cross Diamond da 17 pollici, mentre numerosi i dettagli “Cross” che prevedono, per esempio, i codolini su fiancata e frontale, l’estrattore posteriore e le barre del tetto, che finora erano un’esclusiva della Wagon.

La nostra versione dispone degli eleganti specchietti esterni cromati, che si possono aggiungere a 100 euro.

Ciò che non cambia, invece, è la lunghezza di 4,3 metri, perfetta non solo per la città, ma anche per gli strettissimi vicoli dei paesi di collina e montagna. Montagna in cui tra l’altro, il “Verde Toscana” della nostra vettura fa la sua bella figura, ma è un optional da 700 euro.

Leggi Anche: Le 30 auto italiane più iconiche che tutti ricordiamo

TANTO SPAZIO, TECNOLOGIA E INTERNI SUFFICIENTEMENTE CURATI

Compatta sì, ma senza rinunciare allo spazio, sia per gli occupanti. Il passo è di 2,6 metri, quindi ben proporzionato alla vettura anche se naturalmente non assicura spazio al posteriore per chi, come me, arriva a 1,94m di altezza. Bene il bagagliaio, che con i suoi 440 litri fa meglio di molte delle concorrenti.

Gli interni sono concreti, e sono migliorati rispetto a prima. Nonostante ci sia ancora qualche plastica che avrei preferito un po’ più rifinita, la sensazione al tatto, soprattutto del volante, del bracciolo, e dei pannelli porta è buona.

Buono è anche lo spazio per i passeggeri anteriori, mentre quelli posteriori, soprattutto se guida una persona alta, sono un po’ sacrificati, e in questo si vede la scelta di privilegiare il bagagliaio – una cosa comunque in linea con la sua vocazione di auto da avventura.

La Tipo ora non ha nulla da invidiare alle concorrenti, con il cruscotto quasi interamente digitale, e al centro il nuovo display 21:9 da dieci pollici con Radio DAB, su modello di quello della nuova 500 elettrica, disponibile come optional singolo a 400 euro o nel “Tech Pack” da 500 euro, che include anche la base per la ricarica wireless (di serie è disponibile quello da 7 pollici).

Anche sulla Tipo, quindi, gira in maniera molto fluida l’ultima versione del sistema Uconnect 5, completamente riscritto e con una grafica minimalista e pulita con tutto quello che serve. Tra l’altro, qui Apple CarPlay e Android Auto si collegano anche wireless.

Leggi Anche: Il nostro primo contatto con la Fiat Tipo SW Restyling 2021

FIAT TIPO CROSS: PER VIAGGGI RILASSATI

La Tipo Cross, come detto, è la versione che guarda ai SUV. Una berlina rialzata, che si inserisce in mercato (che qui potete approfondire) dove trovare per esempio anche Ford Focus Active, Volkswagen Golf Alltrack e Skoda Octavia Scout. Lei è però più in linea con la Focus, visto che non dispone di trazione integrale.

Anche il nuovo motore GSE motore 1.0 3 cilindri da 100 CV, piccolo e parco nei consumi, suggerisce l’idea di una vettura non sportiva né fuoristradistica, perché il suo focus rimane comunque la città. E proprio alla città si adatta la vista un po’ più rialzata e l’ammortizzazione soft, che permette di assorbire meglio le buche e di vedere meglio gli ostacoli.

Il motore mi ha comunque stupito per quanto è silenzioso ma al contempo sufficientemente prestante e scattante grazie alla coppia di 190 N/m, mentre l’unico abbinamento possibile è il cambio automatico a 5 marce, la cui leva si impugna molto bene, e la cambiata è sufficientemente morbida.

Un grande passo in avanti rispetto al precedente motore da 95 CV e 127 N/m di coppia. Il tutto senza rinunciare a ottimi consumi, dichiarati di 5,8 litri su 100 km, ma nel mio utilizzo sono stato vicino ai 5,5 e anche qualcosa di meno. Ammetto, però, che mi piacerebbe qui, e soprattutto sulla Tipo Sport (che della gamma è quella che preferisco), un motore benzina più performante.

L’intelligenza della Tipo viene anche dalla disposizione dei tasti, e dalle funzionalità scelte. Prima di tutto, la funzione “City” che rende il volante più leggero, e facilita le manovre in città – lasciando all’extraurbano il volante giustamente rigido per meglio controllare l’auto.

Sul volante, poi, i tasti sono quelli giusti, e comprendono quelli relativi a chiamate e messaggi vocali, al cruise control adattivo. Mi piace anche la scelta di inserire i tasti relativi alla musica dietro alle due razze, quella destra per la regolazione del volume, quella sinistra per cambiare traccia o stazione.

Non ho invece molto capito la scelta di disporre la rotella del volume sotto la leva del cambio, forse è un po’ troppo in basso e un po’ scomoda da raggiungere.

La Tipo Cross, in generale, si comporta bene, ed è anche sufficientemente comoda. Mi piace il rivestimento dei sedili, che non è soffice ma neanche molto duro, mentre sottolineo che apprezzo molto l’impugnatura del volante, e in generale l’abitacolo, che certo non è molto luminoso, però crea un bell’ambiente.

Leggi Anche: Ford Focus ST Edition è l’ultima cattivissima prima dell’elettrificazione?

I SISTEMI ADAS

La Tipo Cross è un’auto molto sicura e include di serie tutti i principali sistemi di sicurezza, tra cui:

  • Lane Departure Warning;
  • Intelligent Speed Assist;
  • Sensori di parcheggio anteriori e posteriori;
  • Fari Full LED con abbaglianti automatici e fendinebbia;
  • Drowsy Driver detection;
  • ESP con Hill Holder, per la ripartenza in pendenza;
  • Cruise Control Adattivo;
  • Kit riparazione pneumatici;
  • Limitatore di velocità;
  • Full Brake Control;

A completare la dotazione di ADAS il Blind Spot Detection, l’assistente di angolo cieco (un optional da 400 euro). Presente anche la retrocamera, ma una definizione migliore sarebbe preferibile.

Leggi Anche: I 15 SUV in arrivo entro la fine dell’anno

FIAT TIPO CROSS: PREZZI E CANONI

Il prezzo della Fiat Tipo Cross parte da 23.750 euro per il motore 1.0 benzina da 100 CV della nostra prova, mentre si sale a 25.450 euro aggiungendo tutti gli optional indicati. Il motore diesel 1.3 SDE da 95 CV parte da 22.602 euro, mentre il diesel 1.6 da 130 CV, il più potente, da 23.932.

Il canone con offerta Leasys Noleggio Chiaro è di 199 euro al mese e anticipo di 8.400 euro (IVA inclusa) con contratto di 36 mesi o 60.000 km per la versione con motore diesel 1.3 da 95 CV.

FOLLOW US

Per rimanere sempre aggiornato seguici sul canale Telegram ufficiale e Google News. Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderti le ultime novità di Fleet Magazine.

Leggi anche
Consigliati per te
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia