La storia dell’iconica Vespa, che sta per compiere 75 anni

Vespa e Dior, fondati entrambi nel 1946, si preparano a festeggiare insieme i 75 anni, con uno scooter esclusivo e una linea di accessori coordinati. Ripercorriamo la storia della due ruote simbolo della dolce vita all’italiana.

Tutto iniziò nel 1946, da una geniale intuizione di Enrico Piaggio, che decise di proporre agli italiani un prodotto a basso costo e di largo consumo. Da allora, sono trascorsi quasi 75 anni, ma il rapporto tra la Vespa e i motociclisti dello Stivale non mostra segni di deterioramento.

vespa-couple

Per festeggiare i 75 anni Vespa ha scelto di farsi vestire a festa da due tra le più note firme del design mondiale: Sean Wotherspoon, che ha pensato a una coloratissima Vespa primaverile e la maison Christian Dior, autrice di una elegantissima Vespa con accessori coordinati.

VESPA E ITALIA, UN AMORE LUNGO 75 ANNI

Prima di mostrarvi le nuove, future, versioni del mitico scooter Piaggio, rivolgiamo lo sguardo al passato. Ripercorrendo insieme la lunga storia della Vespa, nata quasi 75 anni fa ma ancora simbolo di gioventù e gioia di vivere.

Simbolo di rinascita

Siamo nel 1946, la guerra è ormai finita, ma le strade ne portano ancora i segni. Il popolo, però, ha bisogno di muoversi, vuole muoversi. Bisogna andare a lavorare, a fare la spesa e a guardare il mirare, c’è la necessità di tornare a godersi la libertà venuta meno sotto i bombardamenti. Per farlo, c’è bisogno di un mezzo agile, veloce, ma abbastanza spazioso da non sgualcire le gonne delle signore e permettere loro di trasportare il cestino della spesa.

vespa - foto storiche

Enrico Piaggio ha la risposta a tutti questi desideri: ha due ruote, è stata disegnata dall’ingegnere aeronautico Corradino d’Ascanio e ha un vitino sottile che le fa guadagnare il nome di Vespa. La Vespa arriva sul mercato il 23 aprile di quell’anno, con un motore a due tempi da 98 cm cubici e un cambio a tre marci. Raggiungeva i 60 km/h e poteva scalare pendenze fino al 20%. Un vero successo che, nel solo primo anno di commercializzazione, raggiunse i 2484 esemplari venduti. Che divennero quasi 20 mila nel biennio successivo.

Largo ai giovani

Esordi da record, ma è negli anni Sessanta che la Vespa Piaggio diventa l’icona che tutti conosciamo. Il mezzo preferito dai giovani che, all’insegna della rivoluzione culturale, hanno iniziato a muoversi, divertirsi e spendere. La nuova Vespa con motore da 50 cm cubici, guidabile anche senza patente, è dedicata a loro. Mentre ai fratelli più grandi pensano i modelli da 125, 150 e 200 cm cubici, con cui è possibile percorrere anche l’appena nata autostrada Milano – Napoli.

vespa d'epoca

La Vespa è ormai pronta a conquistare il mondo, viene venduta anche negli Stati Uniti e in Asia. E, in questi anni, ottiene l’assicurazione massima di stima: inizia a essere spudoratamente copiata. Persino dai russi, che mettono in commercio la Vjatka, dal nome esotico ma prodotta da un’altra azienda italiana.

Approfondisci: La generazione Z vuole guidare: per i giovanissimi la patente è autonomia

Senza dimenticare le origini

Da allora, la Vespa, non ha fatto che rinnovarsi, nel design e nelle motorizzazioni. Sono i vecchi modelli, tuttavia, a continuare a essere i più apprezzati e acquistati. Ecco perché, dal 2010 in poi, dopo i modelli con motore a 4 tempi dei primi anni 2000, si è tornati ai 2 tempi delle origini. Anche nei colori pastello e nelle selle personalizzabili così simili a quelle della prima versione.

vespa - anni 50

E in futuro? La Vespa sarà green. Tra gli ultimi modelli presentati al EICMA nel 2017, c’è anche la Vespa elettrica, o meglio ibrida. Dotata di un motore elettrico in accompagnamento a quello a benzina da 100 cm cubici. Con autonomia di 250 km e un picco di potenza da 4 kw.

Leggi anche: La nuova Vespa Elettrica del Gruppo Piaggio

LE VERSIONI GRIFFATE

Veicolo dalla personalità eclettica, la Vespa ha presentato, nella sola ultima settimana, ben due versioni nuove di zecca. Una dedicata alla primavera, l’altra all’eleganza francese.

La Vespa Primavera di Sean Wotherspoon

La collaborazione tra Vespa e il giovane astro nascente della moda a stelle e strisce ha dato vita a uno scooter dallo stile tutto nuovo, coraggioso, irriverente e, soprattutto, coloratissimo. Frutto della passione per la sperimentazione, dedicata a non ha paura di osare e si diverte a giocare con la moda.

vespa - primavera sean wotherspoon

L’opera di Wotherspoon, completata da un casco e da una capsule collection di abbigliamento streetwear ispirato agli anni ’90, è già disponibile negli show room Piaggio di tutta Italia.

Vespa 946 Christian Dior

Ad accomunare Vespa e Dior, oltre all’innata eleganza, c’è la data di nascita. Sia lo scooter che la maison sono infatti nati nel 1946 e hanno scelto di festeggiare insieme l’imminente traguardo dei 75 anni di vita. Con una nuova Vespa 946 ridisegnata da Maria Grazia Chiuri, direttore creativo delle collezioni donna di Dior.

vespa - christian dior

Lo scooter, prodotto in Italia, con la cura, la dedizione e la precisione di un atelier di moda, sarà accompagnato da un bauletto decorato con il famoso motivo Dior Oblique, così come il casco in coordinato. Disponibile nelle boutique Dior di tutto il mondo dalla primavera del 2021, arriverà successivamente anche in selezionati flagship store Motoplex del Gruppo Piaggio.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia