Ecco gli Adas obbligatori dal 2022 secondo l’Europa: l’elenco completo

L'accordo è ancora provvisiorio, ma l'Unione Europea vuole rendere obbligatoria l'adozione di svariati sistemi di ausilio alla guida, noti come Adas. I limiti di tempo sono il 2022 per le auto di nuova immatricolazione e il 2024 per le altre.

In Europa molti Adas (Advanced Driver Assistance Systems, sistemi di assistenza avanzata alla guida) diventeranno obbligatori dal 2022. Lo dice Bruxelles, ma l’intesa dovrà essere approvata dagli ambasciatori di tutti i Paesi membri, oltre che dal comitato per il mercato interno e la protezione dei consumatori, prima di essere sottoposta al giudizio del Parlamento e del Consiglio dei ministri.Adas protezione ciclisti

La tendenza generale è quella di rendere obbligatorie, di serie, funzioni come la frenata automatica di emergenza o il mantenimento della corsia. Lo scopo è ridurre il numero di incidenti mortali efacilitare le condizioni per la guida autonoma.

Leggi anche: Sistemi Adas: quali sono i più diffusi? E a cosa servono?

GLI ADAS OBBLIGATORI

Il nuovo regolamento prevede l’introduzione di quasi trenta dotazioni per salvaguardare la sicurezza dei guidatori e dei passeggeri. Oltre ai sistemi di sicurezza attivi, come la frenata di emergenza, le nuove regole imporranno dei miglioramenti a livello di sicurezza passiva. Alcune regole speciali per i mezzi di grandi dimensioni, che dovranno essere progettati per garantire una maggiore visibilità e includere sistemi di controllo degli angoli ciechi o di avviso di collisione.Blind Spot Detection Adas

  • Frenata di emergenza automatica (auto, furgoni)
  • Controllo del tasso alcolemico(auto, furgoni, camion, bus)
  • Prevenzione della sonnolenza (auto, furgoni, camion, bus)
  • Prevenzione della distrazione (auto, furgoni, camion, bus)
  • Scatola nera per la registrazione degli incidenti (auto, furgoni, camion, bus)
  • Emergency stop signal, ovvero accensione automatica delle 4 frecce in caso di frenata improvvisa (auto, furgoni, camion, bus)
  • Protezione completa per la sicurezza passiva  (auto e furgoni)
  • Protezione in caso di impatto con pedoni e ciclisti (auto e furgoni)
  • Intelligent speed assistance, cioè rilevamento dei segnali stradali e del limite di velocità corrente (auto, furgoni, camion, bus)
  • Lane keeping assist, cioè mantenimento della corsia (auto e furgoni)
  • Protezione laterale dagli impatti (auto e furgoni)
  • Telecamera posteriore e sistemi di rilevamento (auto, furgoni, camion, bus)
  • Monitoraggio della pressione dei pneumatici (furgoni, camion, bus)
  • Rilevamento degli utenti vulnerabili della strada e avviso di presenza (camion e bus)
  • Rilevamento degli angoli ciechi  (camion e bus)

ENTRO IL 2022 E IL 2024

Il tema della sicurezza è caldo: non a caso gli Adas saranno i protagonisti al Fleet Motor Day 2019. Ma quando enterà in vigore l’obbligo? La maggior parte di questi requisiti dovrà essere soddisfatta da tutti i modelli di nuova omologazione che verranno introdotti sul mercato a partire dal maggio del 2022. Per le vetture già in commercio (dunque omologate per la vendita prima del 2022), le nuove dotazioni diventeranno obbligatorie a partire dal maggio del 2024.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia