Corrente, ecco il nuovo car sharing elettrico: 120 Renault Zoe a Bologna

Si chiama “Corrente” ed è il nuovo car sharing elettrico di Bologna, attivo a partire dal prossimo 27 ottobre. Il servizio è stato presentato nel capoluogo emiliano da Renault e da TPER (Trasporto Passeggeri Emilia Romagna). 

Car sharing elettrico Corrente Bologna

Inizialmente sarà caratterizzato da una flotta di 120 Renault Zoe, che diventeranno 240 entro Pasqua del 2019. L’evento si è svolto in presenza, tra gli altri, dell’Assessore Regionale alla Mobilità Raffaele Donini e dell’Assessore alle Politiche per la Mobilità del Comune di Bologna Irene Priolo.

Il progetto, che coinvolge anche Omoove, con la sua suite tecnologica, e Car Server, con la sua esperienza nel mondo della gestione delle flotte, è stato curato da Omnibus, il consorzio pubblico-privato che riunisce TPER, Cosepuri e Saca, che ha scelto per la flotta l’auto elettrica francese. Nello specifico, Car Server fornirà e gestirà la flotta di 240 Zoe a disposizione degli utenti del servizio.

Approfondisci: le Renault Zoe protagoniste anche nel Salento con la formula dell’auto condivisa

COME FUNZIONA IL CAR SHARING ELETTRICO CORRENTE

Le Renault Zoe del car sharing elettrico “Corrente”, già da oggi, coloreranno la città di Bologna per l’ultima fase di test su strada, mentre da lunedì prossimo (8 ottobre) sarà possibile registrarsi sulla piattaforma on-line o scaricare la app su Play Store o Apple Store

Alle Zoe sarà consentito l’accesso alle zone a traffico limitato di Bologna (eccezion fatta per le aree pedonali) e alle corsie preferenziali, oltre alla possibilità di sostare gratuitamente sulle strisce blu, nei parcheggi per i residenti e nei posti auto riservati al car sharing.

La formula è quella del car sharing a flusso libero, una modalità di fruizione che ha determinato il successo dell’auto condivisa: attraverso la app e il portale il cliente potrà visualizzare sulla mappa le auto disponibili più vicine e la prenotazione potrà essere effettuata in tempo reale. Da quel momento, l’utente avrà a disposizione 15 minuti per raggiungere l’auto a pagamento. 

Renault Zoe car sharing elettrico Corrente

I veicoli liberi si troveranno sia su aree pubbliche, sia all’interno di parcheggi dedicati messi a disposizione nell’area di operatività del car sharing.

Leggi anche: quali sono le auto elettriche con maggiore autonomia?

LE TARIFFE  E L’AUTO

Fino al 31 dicembre 2018, sarà in vigore la speciale tariffa di lancio di 20 centesimi al minuto, tariffa che, a partire dal 2019, sarà applicata anche agli abbonati annuali TPER. Previste, ovviamente, convenzioni con le imprese e gli operatori pubblici e privati. La Renault Zoe ha un’autonomia pari a 300 km nel ciclo WLTP, grazie alla sua batteria Z.E. 40 da 41 kWh.

Secondo il direttore generale di Renault Italia, Xavier Martinet, la mobilità del futuro si realizza “costruendo le relazioni, sviluppando l’offerta dei servizi di mobilità, consolidando la partnership con tutti gli attori coinvolti: i Costruttori, le istituzioni, le utility energetiche”

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia