7 Maggio 2020

Come cambiano i rapporti tra Case e noleggio? Ne parliamo con Fabrizio Piastra (Renault Italia) | Fleet Talks ep.13

Nel nuovo episodio dei nostri Fleet Talks, Fabrizio Piastra, direttore flotte di Renault Italia, spiega come l’emergenza Covid ha cambiato il legame tra Costruttori e noleggiatori, con un focus sul noleggio a breve termine che dovrà affrontare la crisi del settore turistico.

“Pensavamo di lavorare meno, in realtà il telelavoro ci comporta riunioni su riunioni”. Il nostro nuovo ospite dei Fleet Talks, Fabrizio Piastra, direttore flotte di Renault Italia, testimonia con parole chiare l’attività quotidiana dei manager dopo l’avvento del Covid.

Nonostante lo smart working (scopri tutti gli strumenti per lavorare da casa), i rapporti tra Case e società di noleggio sono rimasti in forza, anche e soprattutto per supportare le aziende clienti che hanno mantenuto l’operatività in questa fase d’emergenza. Piastra, però, raccontando la sua esperienza, fa una netta distinzione tra noleggio a lungo termine e noleggio a breve termine.

FLEET TALKS ep. 13 – I RAPPORTI TRA CASE E NOLEGGIO AI TEMPI DEL COVID

“Per quanto riguarda il Nlt, non ci sono grandi cambiamenti, la mia squadra di key account è a disposizione dei noleggiatori e delle aziende clienti e il contatto, anche prima, avveniva abitualmente via telefono o via mail. Per quel che concerne il Rac, invece, siamo in fase di adeguamento con quanto sta accadendo. Stiamo quindi effettuando diverse riunioni per comprendere l’evoluzione della situazione” spiega Piastra.

NOLEGGIO A BREVE TERMINE

Analizzando nel dettaglio il Rac, “l’attuale situazione sta portando di fatto a un azzeramento del noleggio a breve termine, con gli annullamenti delle prenotazioni estive già in corso. Alla fine, per dare un’idea, consegneremo il 10-15% dei volumi previsti inizialmente. Ci sono alcuni noleggiatori, quelli che lavorano in maniera specifica con il turismo domestico, che sono più ottimisti, perché sperano in una ripresa a luglio e agosto” puntualizza Piastra.

Leggi anche: in che modo i Fleet Manager affrontano l’emergenza Covid? I risultati della nostra survey

NOLEGGIO A LUNGO TERMINE

Diverso il discorso per il noleggio a lungo termine, un mondo macro caratterizzato oggi da due volti. “Le grandi aziende prevedono in ogni caso la sostituzione delle vetture e, quindi, non hanno sospeso gli ordini, mentre le pmi hanno promosso fin dall’inizio dell’emergenza un blocco totale, in attesa di vedere quello che succederà” spiega il direttore flotte di Renault Italia.

NOLEGGIO: UN TRAINO PER LA RIPRESA?

Abbiamo chiesto a Piastra se il noleggio potrà essere un traino per la ripresa nella Fase 2. “Negli ultimi anni abbiamo registrato un incremento del noleggio, anche tra gli artigiani e le Partite Iva. Per quanto riguarda il noleggio ai privati, invece, siamo ancora all’inizio. Non credo comunque che alla riapertura delle attività ci sia un forte incremento del noleggio; ci sarà, come stava accadendo fino a qualche mese fa, un aumento graduale” sottolinea il manager. Con una naturale difficoltà, almeno inizialmente, da parte della clientela delle pmi.

Tra le azioni per supportare le aziende, Piastra prevede il ricorso a misure specifiche, in particolare, per fare un esempio, “finanziamenti che posticipino le rate e, quindi, aiutino i clienti nella ripresa”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia