Gestione parco auto: Technogym punta sulla flessibilità

Technogym: flessibilità in tutto, anche nella car list


La flessibilità è ormai un aspetto imprescindibile in ottica di gestione parco auto. Il discorso vale anche per un’azienda come Technogym, con un parco considerevole, ma nell’ordine del centinaio di unità.

gestione parco auto Technogym

In questo caso si tratta di un lavoro quasi sartoriale, che caratterizza la parternship con la società di noleggio. La nota realtà italiana nel settore Fitness & Wellness ha sede in Romagna e, come detto, può contare su un parco veicoli che supera di poco le 100 unità.

Approfondisci: le strategie di Lavazza

GESTIONE PARCO AUTO TECHNOGYM: I CONTRATTI A MATRICE

“Noi siamo stati i primi in Italia a chiedere all’azienda di noleggio i contratti a matrice” specifica Aldo Cavallini, Facility Service coordinator di Technogym, parlando dell’importanza della flessibilità, un aspetto evidenziato anche dalla nostra survey “Noleggio&Qualità”.

Il progetto, condotto con Volkswagen Financial Services, si basa su un sistema di calcolo che, partendo dall’individuazione del pacchetto di servizi necessari all’azienda, combina, in base ai mesi di contratto stabiliti, oltre 200 possibili soluzioni di chilometraggio dei veicoli e per ognuna fissa a priori un canone, che non verrà più modificato.

IL VANTAGGIO DI RIPARAMETRARE IL CANONE

“D’altra parte, la flessibilità, a nostro avviso, significa poter riparametrare in qualunque momento il canone di noleggio a lungo termine, a seconda delle necessità” spiega Cavallini. Un aspetto sul quale i noleggiatori stanno lavorando parecchio, “anche perché si stanno avvicinando al target dei privati”, che richiede soluzioni con pochi vincoli.

Leggi anche: i progetti di Volkswagen Financial Services sul canale diretto

La flessibilità, infine, nel particolare momento storico che stiamo vivendo, deve riguardare anche la car list. “Ovvero – conclude Cavallini – poter scegliere sempre più vetture ad alimentazione alternativa, in grado di rispettare le attuali normative di circolazione”. E su questo aspetto, anche le Case auto, oltre ai noleggiatori, sono chiamate a recitare la loro parte.

Related Posts

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*