Nuova Citroën e-C4: l’originale compatta francese si fa elettrica

Citroën e-C4 rappresenta la versione completamente elettrica della nuova generazione della C4. Come la gemella termica, la vettura si distingue per un design originale e ricercato, con un'inedita forma a "crossover coupé" che nella versione a zero emissioni punta ancora di più alla vita urbana, grazie ai vantaggi legati al mondo dell'elettrico. Senza contare le agevolazioni e gli incentivi fiscali, che possono ridurre (e non di poco) i prezzi a partire da 35.150 euro.

Citroën goes Ëlectric for all” recita il nuovo motto della casa francese, in riferimento al lancio di 6 nuovi modelli elettrici ed elettrificati. La nuova Citroën e-C4 è uno di questi, e rappresenta la versione completamente elettrica della nuova berlina compatta del Double Chevron.

La nuova Citroën e-C4

Una vettura che, quindi, segue l’esempio delle cugine di Peugeot, 208 e 2008, anch’esse lanciate in versione o termica o completamente elettrica, e che tra l’altro raccoglie una lunga tradizione di berline compatte originali e spesso innovative prodotte dal marchio francese.

Leggi anche: Citroën ë-C4 al Fleet Motor Day 2020

IL DESIGN CROSSOVER COUPÉ DELLA NUOVA CITROËN E-C4

Come tutte le Citroën, anche la e-C4 vuole farsi notare prima di tutto a livello estetico. Il design della nuova segmento-C francese da una parte evolve quanto visto sulla C4 Cactus, e dall’altra introduce numerosi elementi di novità.

Della Cactus rimangono gli ormai iconici Airbump, che sono presenti su tutte le nuove vetture del marchio dalla C3 alla C5 Aircross e che qui sono meno vistosi rispetto al passato, posti nei punti più sensibili ai piccoli urti quotidiani, come per esempio i minigonne; e sempre dalla Cactus deriva l’impostazione a metà tra una berlina e un crossover, quest’ultima sottolineata dalle ruote di dimensioni molto generose (690mm) e che permettono una distanza al suolo di 156 mm, unica nel settore.

Citroën e-C4 in città

I cerchi non fanno che aumentare la sensazione di grandezza del diametro delle ruote, e hanno dimensioni da 18’’ nelle versioni un po’ più accessoriate, mentre elementi “da SUV” sono anche i passaruota in nero opaco direttamente collegati ai paraurti anteriori e posteriori e ai già accennati airbump.

Leggi anche: Nuova Citroen C4, prospettive crossover per la compatta

UN’ESTETICA TUTTA A “V”

La novità estetica è però la forma a coupé della Citroën e-C4, che non serve solo a rendere la vettura qualcosa di diverso nel panorama delle segmento C, ma anche a creare un profilo molto aerodinamico insieme a delle linee fluide e scolpite che rendono l’idea di una vettura insieme filante e robusta.

Il frontale della nuova Citroën e-C4 ripropone la nuova firma LED a “V”, introdotta sulla concept car Citroën CXPerience e visti sia sulla microcar elettrica Ami sia sul restyling della C3. Si tratta, anche in questo caso, della naturale evoluzione dei tipici fari frontali Citroën divisi in due livelli. I fari sono full LED, dalle luci diurne ai proiettori con 3 moduli LED fino ai fendinebbia.

Il retro di nuova Citroën e-C4

Leggi anche: Test drive Citroën Ami, guidare è un gioco da ragazzi

Oltre a loro, il frontale assume una aspetto più chic ed elegante con la cromatura del Chevron di Citroën, che si estende in larghezza arrivando a fondersi fino alle luci a diurne.

Lo stesso disegno del frontale è ripreso anche al posteriore, ma reso piùparticolare. Il retro della Citroën e-C4 è infatti molto dinamico, ed è esteticamente originale perché i fari, anch’essi a V, sono bruniti e quasi si confondono nel nero del tettuccio, del lunotto e del portellone del bagagliaio, a contrasto con il colore del resto della carrozzeria.

In generale, il posteriore della vettura si ispira a quello della prima C4 uscita nel 2004, anch’essa caratterizzata da un lunotto inclinato e diviso in due parti da uno spoiler aerodinamico.

GLI INTERNI

Da Citroën non possiamo che aspettarci il massimo del comfort, per quanto riguarda gli interni. E, in effetti, a un primo sguardo si può dire che l’abitacolo colpisce sia per qualità percepita che per modernità.

L'abitacolo della nuova Citroën e-C4

Tutto è morbido e ricercato, moderno nell’impostazione del design. I sedili sono le “solite” poltrone del marchio francese che hanno avuto un grande successo sia sulla vecchia Cactus sia sulla C3 e sulla C3 Aircross. Sono poltrone pensate per invitare i passeggeri a sedersi, e realizzate con materiali che sostengano la schiena e la seduta, senza essere né troppo duri né troppo morbidi.

La plancia, invece, è stata completamente ridisegnata. Ora vede uno sviluppo orizzontale, è molto larga e aumenta la sensazione di spazio all’interno del veicolo. L’atmosfera è poi resa accogliente grazie al rivestimento con motivi grafici a Chevron presenti in tutto l’ambiente, dalla plancia, ai sedili ai pannelli porta.

Nuova Citroën e-C4: la plancia completamente rinnovata

A livello di materiali, oltre alla scelta di rivestimenti morbidi per i braccioli e per i pannelli delle portiere anteriori, si nota una piacevole alternanza tra elementi satinati ed elementi lucidi sul cruscotto, sul volante e sulla console centrale.

Citroën e-C4 è una vettura che vuole essere anche molto pratica e versatile, come suggeriscono i numerosi vani portaoggetti disposti in diversi punti dell’abitacolo, dai pannelli porta, al tunnel centrale.Tanto lo spazio a bordo, anche per quanto riguarda il bagagliaio che, a discapito della forma, parte da un’ottima capacità di 380 litri.

TECNOLOGIA

Novità anche per quanto riguarda il comparto tecnologico. Il conducente si trova ora un quadro strumenti interamente digitale in alta definizione, in modo che sia sempre ben leggibile a ogni condizioni di luce. Il cruscotto è completato anche da un grande head-up display a colori, che permette a chi guida di non distogliere l’attenzione dalla strada.

Al centro della plancia si trova invece il nuovo TouchPad ultrasottile da 10’’, che funge anche da centro per i comandi del veicolo: qui si trovano infatti, oltre ai comandi del sistema infotainment compatibile con CarPlay e Android Auto, anche i comandi del climatizzatore automatico bi-zona. I comandi sono fortunatamente fisici, con una bella finitura cromata, motivo a Chevron e in posizione facilmente raggiungibile.

Tra le dotazioni tecnologiche troviamo:

  • Trattamento digitale “Arkamys” del suono, per ridurre i rumori di rotolamento e fruscii aerodinamici e assicurare un perfetto isolamento dell’abitacolo.
  • Impianto audio Hi-Fi a otto vie, diviso in una via centrale, woofer in tutte e 4 le portiere, tweeted nei montanti del parabrezza e subwoofer sotto il fondo del bagagliaio.
  • Parabrezza, volante e tutti i sedili riscaldabili.
  • Ingresso e avviamento keyless.
  • Park Assist, con anche sensori di parcheggio laterali e retrocamera Top Rear Vision.
  • Hill Assist, per facilitare le partenze in salita.

Nuova Citroën e-C4: la guida in città

La tecnologia viene anche in soccorso del conducente e dei passeggeri: la nuova e-C4 è infatti dotata di tutti gli ultimi ADAS di sicurezza disponibili, tra cui:

  • Active Safety Brake, sister di frenata automatica in caso di rischio collisione.
  • Collision Risk Alert e Post Collision Safety Brake, un sistema che avvisa il conducente se rischia di fare una collisione con il veicolo che lo precede.
  • Avviso di superamento involontario della linea di carreggiata.
  • Regolatore della velocità adattivo con Stop&Go, che adatta la velocità della vettura a quella del veicolo che precede e mantiene la distanza di sicurezza.
  • Highway Driver Assist, ovvero guida semiautonoma di livello 2 che unisce le funzioni del regolatore di velocità al mantenimento di corsia, tenendo sempre l’auto all’interno della carreggiata e gestendo velocità e traiettoria.
  • Drive Attention Alert e Coffee Break Alert: il primo valuta lo stato di vigilanza del conducente, e il secondo avvisa che è il momento di una pausa dopo due ore di guida a velocità superiori a 70 km/h.

Approfondisci:  EuroNCAP, Adas Highway Assist alla prova: così si valutano i migliori

LA GUIDA 100% ELETTRICA DELLA NUOVA CITROËN E-C4

La Citroën e-C4 è, come detto, la versione completamente elettrica e a zero emissioni della nuova berlina compatta del marchio francese. Si profila come una vettura per l’uso prettamente urbano, ma anche per gite fuori porta a distanze non eccessive, permesse dall’autonomia di 350 km secondo il ciclo WLTP.

I vantaggi dell’elettrico li sappiamo: esenzione dal bollo per 5 anni, la possibilità di entrare nelle ZTL e in Area C, nonché strisce blu gratuite, e tante prestazioni. Nel caso della Citroën e-C4, c’è un unico motore elettrico da 136 CV con coppia massima di 260 N/m che permette un’accelerazione immediata molto utile in città, dove serve una risposta pronta per immettersi nelle rotonde o ripartire velocemente dai semafori. Ma è una coppia utile anche ad alte velocità, per non avere alcun tipo di problema nei sorpassi e in ripresa.

La Citroën e-C4 con la gemella termica

È, inoltre, presente anche la funzione Brake, sistema che amplifica la decelerazione del veicolo recuperando energia in frenata, senza che sia necessario appoggiare il piede sul pedale del freno. Le modalità di guida sono tre, Eco, Normal e Sport, che cambiano parametri e assetti della vettura, privilegiando ora il risparmio energetico ora le prestazioni e il divertimento alla guida, e andando anche ad agire sulla potenza del climatizzatore sempre in un’ottica di risparmio.

TEMPI DI RICARICA

Al motore si abbina una batteria da 50 kWh ad alta tensione agli ioni di litio, che supporta la ricarica rapida grazie alla doppia presa CSS Combo. Inoltre, Citroën dota di serie la vettura del cavo di ricarica da 22 kW, permettendo quindi sempre una ricarica molto veloce, sia alle colonnine pubbliche sia usando la Wall Box domestica. La batteria di trazione ha una garanzia di 8 anni o 160.000 km, e per il 70% della capacità di circarica.

Andando ad approfondire, i tempi di ricarica sono ottimizzati in diverse modalità:

  • Nella modalità 4, usando un caricatore da 100 kW, la batteria si carica di 10 km al minuto, arrivando all’80% di carica in mezzora.
  • Nella modalità 3, usando una Wall Box 32 A domestica (a noleggio, oppure acquistabile), la batteria si ricarica completamente in 7 ore e mezza con il caricabatterie monofase, mentre in 5 con il trifase da 11 kW.
  • Nella modalità 2, usando la normale presa domestica servono oltre 24 ore, mentre usando una presa 16 A di tipo Green’up servono 15 ore.

NUOVA CITROËN E-C4: ALLESTIMENTI E PREZZI

La nuova Citroën e-C4 è disponibile unicamente con il motore da 100 kW e 136 CV, e batteria da 50 kW. Tre gli allestimenti:

  • Feel, a partire da 35.150 euro
  • Feel pack, a partire da 36.150 euro
  • Shine, a partire da 37.650 euro.

La vettura, già disponibile per gli ordini, arriverà nel mercato italiano a gennaio 2021, debuttando insieme alle versioni termiche della nuova Citroën C4.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia