Nuova Volvo XC40 Recharge: elettrica, connessa e sicura

La nuova Volvo XC40 Recharge è stata presentata in anteprima europea. I suoi segreti? Una nuova piattaforma, due motori elettrici e un'autonomia di oltre 400 km. Sarà la capostipite di una nuova famiglia di modelli elettrificati.

Arriverà sul mercato italiano tra la fine del 2020 e i primi giorni del 2021, ma la nuova Volvo XC40 Recharge è già protagonista. La prima auto elettrica di Volvo è stata infatti svelata in anteprima per il mercato EMEA stamattina al Volvo Studio di Milano

Un lancio fondamentale per la Casa svedese, perché la Volvo XC40 elettrica sarà la capostipite di una nuova gamma di “vetture alla spina”, la famiglia Recharge. “Da qui al 2025, lanceremo un modello full electric ogni anno” ha spiegato Michele Crisci, presidente di Volvo Car Italia

Presentazione nuova Volvo XC40 Recharge

NUOVA VOLVO XC40 RECHARGE: LE CARATTERISTICHE

Costruita sulla nuova piattaforma CMA, la nuova Volvo XC40 Recharge avrà lo stesso design della sorella Volvo XC40, che con 10.000 unità (oltre il 20% delle quali destinate al canale delle flotte aziendali) nel 2019 è stata la best-seller della Casa svedese in Italia. Unici elementi distintivi: la calandra senza prese d’aria e la presa di ricarica al posto del serbatoio. 

Esterni nuova Volvo XC40 Recharge

All’interno, rispetto alla versione termica, gli spazi rimangono invariati, dato che le batterie sono collocate sotto al pianale. Anzi, il sistema elettrico consente di ricavare un vano di carico aggiuntivo di 31 litri sotto al cofano anteriore. 

Approfondisci: tutte le novità della gamma della Casa svedese nel 2020

MOTORI DELLA VOLVO XC40 RECHARGE

Il cuore pulsante della nuova Volvo XC4o Recharge è rappresentato da due motori elettrici, posizionati rispettivamente sull’asse anteriore e sull’asse posteriore, alimentati da una batteria da 78 kWh. La potenza complessiva è di 408 Cv, con 660 Nm di coppia, valori che consentono di ottenere uno scatto da 0 a 100 km/h in soli 4,9 secondi. 

Come si guiderà la nuova Volvo XC40 elettrica? Basterà un pedale. Infatti, un comando consentirà di attivare la cosiddetta “one pedal driving”, per massimizzare il recupero dell’energia in fase di decelerazione. Quanto costerà? I listini sono già stati diramati, si parte da 59.600 euro. E anche sulla prima “zero emissioni” del marchio, sarà disponibile la formula di abbonamento Care By Volvo.

AUTONOMIA E RICARICA DELLA NUOVA VOLVO XC40 ELETTRICA

L’autonomia della nuova Volvo XC40 elettrica sarà di oltre 400 km nel ciclo WLTP (dichiarati dalla Casa). Con una colonnina fast charge, basteranno 40 minuti per ricaricare la XC40 all’80%, mentre da casa, con la wall-box, il tempo del rifornimento sale a circa 7 ore e mezza, ovvero lo spazio di una notte. 

Ricarica nuova Volvo XC40 Recharge

Leggi anche: le auto elettriche in arrivo nel 2020

INFOTAINMENT E SICUREZZA

Una delle principali novità della XC40 Recharge riguarda la tecnologia. A bordo, i driver potranno usufruire del sistema di infotainment Android Automotive, sviluppato appositamente per le esigenze dell’in-car entertainment, che si integra con i servizi Volvo On Call, utilizzabili da smartphone o smartwatch. Quest’ultimo consentirà aggiornamenti costanti “over the air” e di poter utilizzare dal display al centro della plancia Google Maps, Google Play e Google Assistant.

Interni di Volvo XC40 Recharge elettrica

Occhio di riguardo, ovviamente per la sicurezza. Sia per quel che concerne i materiali costruttivi, dato che le batterie sono protette da una guaina in alluminio per evitare conseguenze in caso di impatti laterali, sia per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida. La nuova Volvo XC40 Recharge, infatti, potrà beneficiare di software di automazione realizzati da Zenuity, con, in particolare, un Pilot Assist di ultima generazione, pensato per stigmatizzare qualunque comportamento non ortodosso: se il driver, durante la guida, toglierà le mani dal volante, l’auto si fermerà autonomamente. Per provare, basterà aspettare qualche mese.

LA STRATEGIA DI VOLVO

In attesa dell’arrivo della nuova XC40 Recharge, Volvo ha le idee chiare sul futuro. “Crediamo che la sostenibilità debba diventare il motore di un’ulteriore crescita economica” ha spiegato Crisci. La scelta di avviare il “progetto elettrico” con una best-seller come la XC40 la dice lunga. La Casa svedese punta sul serio a “fare volumi”. “L’obiettivo, a livello globale, è quello di ridurre del 40% le emissioni delle nostre auto entro il 2025” ha aggiunto il presidente di Volvo Car Italia

Per raggiungere questo risultato, ha ribadito ancora Crisci, “la nostra ambizione è chiara: far sì che tra cinque anni le auto full electric rappresentino il 50% delle nostre vendite a livello globale. Già quest’anno, stimiamo che le versioni plug-in hybrid potranno rappresentare il 20% delle nostre vendite in tutto il mondo”. Anche in Italia, dunque, il brand punterà deciso sull’elettrificazione e, in tal senso, le flotte avranno un ruolo fondamentale.

Volvo XC40 Recharge elettrica

L’INCENTIVO AI DRIVER

A ulteriore testimonianza di queste strategie, Volvo ha annunciato l’introduzione nel nostro Paese di un singolare incentivo per i driver che scelgono l‘ibrido plug-in. “Rimborseremo ai nostri clienti un anno di energia elettrica consumata, per far sì che effettivamente i driver siano spinti ad adottare sui nostri modelli una guida virtuosa” ha concluso Crisci. 

Come sarà possibile quantificare i consumi? Attraverso l’app Volvo on Call, che, tra le altre funzioni, è in grado di monitorare con la massima precisione questo aspetto. 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia