16 Ottobre 2018

Cos’è e come si usa il Peugeot i-Cockpit di ultima generazione

L'ultima generazione del Peugeot i-Cockpit mantiene le tipiche caratteristiche del posto guida Peugeot (volante compatto, quadro strumenti rialzato e un grande touchscreen), esaltando ancora di più l'esperienza digitale del driver.

Per i progettisti del Leone rappresenta un collegamento immediato tra il driver e il mondo digitale della vettura. E senza alcun dubbio il Peugeot i-Cockpit, in questi anni, è diventato un vero e proprio marchio di fabbrica. 

interni nuova Peugeot 508

L’ultima generazione del posto guida offerto dalla Casa francese ha debuttato sulla nuova Peugeot 508 (scopri qui i suoi 10 segreti). In realtà, si tratta della più recente evoluzione di una novità che ha visto la luce nell’ormai lontano 2012 sulla Peugeot 208, e che poi si è fatta apprezzare su altri modelli importanti come la Peugeot 308, la Peugeot 3008 e la Peugeot 5008 (qui tutte le info sull’evoluzione del 2016).

Un’evoluzione nel segno del comfort che, allo stesso, tempo, nel caso dell’ammiraglia, rende la plancia decisamente spettacolare. 

COS’È IL PEUGEOT I-COCKPIT

In sostanza, il Peugeot i-Cockpit, fin dalla sua nascita, è caratterizzato da tre elementi fondamentali. I tre ingredienti indispensabili per chi guida:

  • un volante compatto e di dimensioni ridotte rispetto a quelli tradizionali,
  • un grande touchscreen, che sulla nuova Peugeot 508 è in formato 8/3 e ha una grandezza di 10 pollici,
  • un quadro strumenti digitale, situato in posizione rialzata rispetto al volante, ad alta risoluzione e da 12,3 pollici.

Una plancia semplice, ma costruita intorno al driver e con tutto a portata di mano. Proprio questo è l’obiettivo sia del volante compatto sia del quadro strumenti digitale: rendere la vita più facile, per evitare che il guidatore distolga gli occhi dalla carreggiata. 

Approfondisci: il Gruppo PSA punta sugli Adas, ecco le recenti evoluzioni

COME SI USA IL PEUGEOT I-COCKPIT

All’apparenza, descrivere come funziona un posto guida può sembrare scontato. Ma il Peugeot i-Cockpit merita più di una considerazione anche su questo aspetto. In primis, perchè il quadro strumenti è personalizzabile a seconda delle esigenze e delle condizioni di traffico, del tempo, dell’orario (giorno o notte) e della carreggiata: difatti offre sei diverse modalità di visualizzazione. E il fatto di essere digitale rende il tutto piuttosto spettacolare. 

Interni di nuova Peugeot 508 2019

Il quadro, come detto, è situato sopra il volante e raggruppa tutte le informazioni sulla guida, incluso il Night Vision, ultima novità hi-tech introdotta proprio sull’ammiraglia del Leone. 

Leggi anche: le nuove 508 e 3008 ibride lanciate al Salone di Parigi 2018 

Per quanto riguarda invece il touchscreen, il formato grande è di serie a partire dall’allestimento Allure della nuova 508. Sotto di esso, spicca una serie di sette tasti, posizionati uno accanto all’altro, che consentono di usufruire delle principali funzionalità: navigatore, climatizzatore, radio, telefono

I-COCKPIT AMPLIFY

L’ultima generazione del Peugeot i-Cockpit comprende anche l’i-Cockpit Amplify, una novità molto importante che, se sfruttata, è in grado di agire anche sulla dinamica della vettura. Permette, prima di tutto, al driver di scegliere tra due ambienti (Boost e Relax), che influiscono in maniera diversa sulla vista (andando ad agire sull’intensità dell’illuminazione), sull’udito (regolando i parametri della musica e dell’audio) e sul tatto (i sedili offrono varie funzioni massaggio). 

Le dinamiche di guida possono invece cambiare utilizzando il selettore della modalità (Eco, Comfort, Normale e Sport). In fondo, ognuno di noi utilizza la vettura in modo diverso. E l’obiettivo principale del Peugeot i-Cockpit di ultima generazione è quello di soddisfare tutti i gusti e tutte le esigenze. 

 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia