Gamma Renault E-Tech: al volante di Clio, Megane e Captur ibride [VIDEO]

Clio, Captur e Megane: i tre modelli più venduti della Losanga costituiscono la nuova gamma di auto ibride Renault E-Tech. Le abbiamo provate in anteprima alle porte di Milano.

Un motore termico, due motori elettrici e una batteria. Sono le componenti fondamentali della gamma ibrida Renault E-Tech, che abbiamo provato in anteprima alle porte di Milano, durante il primo evento test drive dedicato alla stampa a cui abbiamo partecipato dopo l’emergenza Covid

Un segnale forte di ripartenza e, allo stesso tempo, un lancio strategico per la Casa francese, che ha scelto di sposare l’ibrido con i suoi modelli più venduti: Clio, Captur e Megane. Con un obiettivo chiaro in testa: “Vogliamo democratizzare l’elettrificazione” ha spiegato Francesco Fontana Giusti, direttore comunicazione di Renault Italia.

Gamma ibrida Renault E-Tech

Anche la scelta di ambientare l’evento presso il circuito ACI-Sara di Arese Lainate (prima del tradizionale test drive stradale, che si è svolto secondo le norme di sicurezza anti Covid – un solo driver per ogni auto -, abbiamo effettuato un simbolico giro di pista) non è casuale: la tecnologia Renault E-Tech è infatti mutuata dal know-how della Casa francese nel mondo della Formula 1

Approfondisci: le novità della gamma della Losanga 2020

L’ibrido è molto importante nella strategia di Renault Italia, che, come testimonia il direttore generale Eric Pasquier, vuole rivolgersi anche e soprattutto alle flotte aziendali: “Penso che le flotte abbiano un ruolo importante da svolgere nel mercato italiano: ci sono aziende che hanno il desiderio di avere un’immagine ecologica, per cui sono interessate a questi modelli green. A questo, si aggiungono i vantaggi che l’ibrido può portare in termini di TCO“, spiega nella videointervista.

TEST DRIVE GAMMA RENAULT E-TECH

CLIO E-TECH

Per prima, abbiamo scelto di testare l’auto più venduta di Renault in Italia, la  nuova Clio, che ha recentemente presentato la nuova generazione (leggi qui i suoi 10 segreti). Rispetto alla vettura termica tradizionale, la nuova Renault Clio E-Tech ibrida non cambia nel design, esterno e interno. Anche l’abitabilità, con i 300 litri di bagagliaio, rimane inalterata.

Test drive nuova Renault Clio E-Tech

La grande novità, naturalmente, si trova sotto al cofano ed è costituita dal sistema Full Hybrid: un motore termico a benzina da 1.6 litri, affiancato da due motori elettrici, uno grande e uno piccolo, con quest’ultimo che sostituisce il classico alternatore. L’unità elettrica più importante è alimentata da una batteria agli ioni di litio da 1,2 kWh di capacità.  Il powertrain ibrido offre una potenza massima di 140 Cv ed è abbinato a un cambio a 4 marce elettroattuato senza frizione (questa tipologia di trasmissione, denominata multi-mode, è una caratteristica di tutte le nuove ibride della Losanga).

Si parte sempre in elettrico e il motore termico interviene solo in un secondo momento. Durante la marcia la batteria si rigenera automaticamente nelle decelerazioni e, in particolare, sfruttando la nuova modalità del cambio Brake. Tenendo appena possibile il piede sollevato dall’acceleratore, l’ibrido contribuisce a ridurre consumi ed emissioni. La Casa dichiara 4,3 litri/100 km e 96 g/km (nel ciclo WLTP).  

MEGANE E-TECH PLUG-IN HYBRID

Siamo poi passati alle auto ibride plug-in della gamma Renault E-Tech: la nuova Megane E-Tech e la nuova Captur E-Tech. Della prima abbiamo apprezzato lo spazio da station wagon (l’ibrido è presente solo sulla versione Sporter), con un bagagliaio di 447 litri.

Test drive nuova Renault Megane E-Tech

Anche qui il design è lo stesso della termica, con lo stile più dinamico e deciso della nuova generazione, attualmente in fase di lancio. 

Leggi anche: i 10 segreti della nuova Megane

Il sistema ibrido plug-in (motore a benzina 1.6 + due motori elettrici), caratterizzato da una batteria più grande (9,8 kWh) e ricaricabile dall’esterno, aumenta la potenza a 160 Cv. Di conseguenza, l’accelerazione, che avviene in pura modalità elettrica, diventa un punto di forza notevole di questa vettura, che riesce ad essere agile anche nel traffico.

I consumi dichiarati dalla Casa si abbassano a 1,3 litri/100 km, mentre le emissioni sono di 28 g/km (ciclo WLTP). Per la ricarica della batteria, a seconda della presa disponibile, occorrono da 3 a 5 ore. L’autonomia in pura modalità elettrica è fino a 65 km in città (50 km nel ciclo misto). 

CAPTUR E-TECH PLUG-IN HYBRID

La nuova Captur E-Tech, infine, abbina lo status da Suv compatto (vera e propria rivelazione degli ultimi anni) allo stesso sistema ibrido della Megane: 160 Cv e batteria di 9,8 kWh. Cambiano i consumi dichiarati, 1,4 litri/100 km e le emissioni, 32 g/km (ciclo WLTP). 

Test drive nuova Renault Captur E-Tech

L’accelerazione ricalca quella della sorella plug-in, con il vantaggio della guida alta, che rimane la caratteristica portante di questo modello. 

PREZZI DI LISTINO E NOLEGGIO A LUNGO TERMINE

Le nuove Renault Clio E-Tech e Renault Megane E-Tech sono ordinabili dal 12 giugno scorso: la Clio parte da 21.950 euro, la Captur da 32.950 euro, mentre i prezzi della nuova Megane E-Tech saranno comunicati nelle prossime settimane. 

Test drive gamma Renault E-Tech

La gamma E-Tech di Renault sarà disponibile anche con la formula del noleggio a lungo termine. Un esempio di canone? Ecco l’offerta Arval sulla nuova Renault Clio E-Tech INTENS: 361 euro al mese, Iva esclusa, nell’intervallo 36 mesi/15.000 km all’anno, con un anticipo di 2.890 euro, Iva esclusa.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia