Sospensioni pneumatiche, come funzionano e quali sono i vantaggi

Sospensioni pneumatiche: “leggono” la strada


Sempre più modelli adottano le sospensioni pneumatiche, di serie o come optional. Il motivo è semplice: offrono un comfort di marcia superiore rispetto ai convenzionali sistemi a molla in acciaio. Il segreto sta nell’utilizzo di soffietti in gomma riempiti con aria compressa. Questo meccanismo permette di impostare il livello di altezza del veicolo, grazie al volume d’aria contenuto nei soffietti.

Sospensioni pneumatiche meccanica

QUALI SONO I VANTAGGI DELLE SOSPENSIONI PNEUMATICHE

Le sospensioni pneumatiche garantiscono una regolazione rapida e precisa del livello della carrozzeria su entrambi gli assi, assicurando il comfort di marcia anche a vettura carica (le asperità della strada vengono assorbite meglio). Con l’aumentare della velocità, poi, si ha a bordo una sensazione di grande stabilità. Un incremento della rigidità delle molle, per esempio in curva o in frenata, riduce efficacemente il rollio.

Approfondisci: Sicurezza: ESP e TCS, un antidoto alle insidie della strada

COME FUNZIONANO LE SOSPENSIONI PNEUMATICHE

Le sospensioni pneumatiche si distinguono in attive o semi-attive (o adattive). Consentono una regolazione continua e attiva dello smorzamento (semi-attive) e anche della rigidezza (attive), attraverso il sistema di controllo elettronico integrato nella centralina. La differenza rispetto alle sospensioni passive è evidente. In questo caso, il movimento è influenzato solo dalla superficie stradale e le specifiche di molla e ammortizzatore sono predeterminate in fase di progettazione.

Sulle auto dotate di sospensioni semi-attive, il dispositivo per la regolazione automatica del livello del veicolo mantiene la carrozzeria a un’altezza costante, indipendentemente dalle condizioni di carico. Si compensa così un eventuale beccheggio, sia in frenata sia in accelerazione, a beneficio del comfort di marcia e della stabilità del veicolo.

Nel caso delle sospensioni attive, le molle pneumatiche vengono azionate in modo più morbido o più rigido a seconda delle condizioni della strada o dell’assetto scelto tra quelli previsti nella configurazione dell’auto. Un altro vantaggio è la possibilità di selezionare l’altezza. In questo modo, il sistema assicura il comfort di marcia e di rotolamento e al tempo stesso un comportamento dinamico.

Leggi anche: Emergenza manutenzione strade: lavori fermi nei primi mesi del 2017

EFFETTO SKYHOOK

Le sospensioni Skyhook sono dotate di sensori che rilevano l’accelerazione delle ruote e del corpo vettura, compensandola con la regolazione istantanea degli ammortizzatori. Queste sospensioni si adattano alle diverse condizioni di guida in base alla velocità e riducono al minimo rollio e beccheggio. L’assetto è quindi in grado di gestire qualsiasi buca e dislivello. Oltre ad assorbire ogni irregolarità del terreno, offrendo il massimo livello di comfort, si “tarano” a seconda dello stile di guida del driver. È come se il veicolo fosse “agganciato” al cielo. Un fenomeno che dà appunto il nome a questo particolare controllo.

Related Posts

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*