SsangYong Rexton: il restyling con un nuovo design disponibile dal 2021

Dopo Tivoli e Korando, la casa sudcoreana rinnova anche la sua ammiraglia SsangYong Rexton. Il nuovo design vede elementi ripresi dai due modelli più piccoli, ma anche novità estetiche che segnano l'inizio di un nuovo corso stilistico. La nuova Rexton, aggiornata anche nei motori, nella sicurezza e nella dotazione tecnologica, sarà disponibile nel primo semestre del 2021.

Dopo il restyling della Tivoli, e la nuova generazione di Korando, la casa coreana completa il rinnovo della sua gamma con un restyling pesante della sua ammiraglia.

SsangYong Rexton vista 3/4 anteriore

Le novità del nuovo SsangYong Rexton si notano subito, grazie ad uno stile completamente stravolto, che prende dagli altri modelli ma introduce anche importanti novità.

Approfondisci: Ssangyong Rexton 2021, non solo stile: novità su motore e Adas

IL NUOVO DESIGN DI SSANGYONG REXTON

Il Rexton, per il suo conveniente rapporto qualità-prezzo, è da sempre il modello di riferimento per  SsangYong Motor, motivo per cui viene continuamente rinnovato. Il modello appena presentato non vuole essere una nuova generazione, visto che è un modello lanciato nel 2017, bensì un restyling importante.

Il nuovo frontale di SsangYong Rexton

Il nuovo stile vuole quindi accentuare il suo profilo da SUV, unendo però dettagli e stilemi che lo integrino bene nella città. Il nuovo design, quindi, prende molto sia da Tivoli che da Korando, ma anche con elementi di novità: il frontale, in particolare, si nota per la nuova, grande griglia del radiatore a nido d’ape completamente cromata – l’inizio di un nuovo stile, come SsangYong ha precisato – mentre i fari hanno una nuova forma e un nuovo disegno, ovviamente con tecnologia full LED, per un aspetto ancora più maestoso e imponente rispetto a prima.

Il posteriore rinnovato di SsangYong Rexton

Anche il posteriore è stato cambiato, anche in questo caso modificando la forma del gruppo ottico, e il disegno dei LED, che ora hanno una forma a “T”. Novità sono anche i terminali di scarico cromati, introdotti sempre per dare al grande SUV un aspetto più elegante. Rimane, invece, la grande scritta Rexton appena sotto il lunotto posteriore.

Approfondisci: Fari a matrice di LED, cosa sono e come funzionano

GLI INTERNI

La casa sudcoreana ha migliorato anche gli interni. Le porte, per esempio, hanno ora una nuova finitura, e anche il volante cambia con un’inedita forma a “D” e quattro razze a doppia cucitura “a diamante” in gradi di dare un aspetto sportivo.

Novità anche per quanto riguarda la dotazione tecnologica: la console centrale ha ora una finitura lucida, e dei tasti soft-touch che punta tutto a una migliore e maggiore comodità, e a dare in generale un aspetto più premium. La nuova console porta a sua volta una gradita novità: un porta-bibite verticale, con copertura per sfruttare al meglio lo spazio. I passeggeri posteriori, invece, possono ora godere di una presa da 12 V e due prese USB.

Il cruscotto, interamente digitale, arriva ora a 12,3 pollici, e mostra tutte le informazioni più importanti, nonché il navigatore, quando è in funzione. È anche discretamente personalizzabile: l’utente, infatti, può scegliere tra tre temi e layout diversi, in base ai propri gusti.

Trattandosi di un restyling, le dimensioni rimangono le stesse: il Rexton propone sempre la sua ottima capacità di bagagliaio che parte da ben 784 litri che diventano 1977 abbattendo completamente il divano posteriore. Perfettamente in linea con una vettura pensata per offrire comodità, versatilità e spazio nei lunghi viaggi.

Leggi anche: I 10 SUV più economici sul mercato

SSANGYONG REXTON: CON IL RESTYLING MIGLIORANO PRESTAZIONI E SICUREZZA

Il restyling non riguarda solo l’aspetto estetico, ma anche il motore. SsangYong Rexton guadagna 21 CV rispetto alla versione precedente, potendo contare quindi su un nuovo motore da 202 CV unito a un cambio automatico a 8 rapporti shift-by-wire, che il costruttore dichiara essere più efficiente rispetto al precedente automatico a 7 rapporti, nonché più fluido e meno rumoroso nelle cambiate. Un cambio piuttosto semplice nell’uso e intelligente, in quanto a motore spento passa da solo alla modalità “stazionamento”.

SsangYong Rexton: vista di profilo

Come detto, Rexton è una vettura che nasce per i lunghi viaggi in totale comodità, per cui il restyling non fa che migliorare la sua già ottima stabilità di guida, introducendo il nuovo servosterzo elettrico E-EPS.

Oltre a questo, le novità tecniche riguardano il comparto off-road.  Il nuovo differenziale autobloccante migliora le prestazioni fuoristrada, rendendo il Rexton una delle vetture con la migliore capacità di traino a trazione integrale. Inoltre, è presente il Trailer Sway Control, che percepisce ogni movimento del rimorchio quando viene trainato, e che controlla anche la forza motrice e i freni.

Leggi anche: Come distinguere fra Suv, crossover e fuoristrada

SICUREZZA

Il restyling di SsangYong Rexton aggiorna l’ammiraglia coreana con tutti gli ADAS di ultima generazione. L’auto presenta ora:

  • Intelligent Adaptive Cruise Control (IACC)
  • Telaio a quattro strati
  • Nove airbag (uno anche per le ginocchia di chi guida)
  • Segnale delle cinture di sicurezza su tutti i sedili.
  • Lane Change-Collision Warning System, ovvero il sensore di angolo cieco che avvisa se c’è rischio di collisione cambiando corsia.
  • Rare Cross Traffic-Collision Assist, che avvisa in caso di rischio di incidente in retro e attiva automaticamente la frenata di emergenza.
  • Safety Exit Warning, che avvisa il conducente di altri veicoli in arrivo quando esce dalla vettura.

Approfondisci: Calibrare gli Adas in sicurezza, Adas Mobile al Fleet Motor Day 2020

A questi, si unisce anche la visualizzazione 3D a 360° che mostra tutta l’area intorno al veicolo, utile al conducente per avere una visuale sicura e completa in fase di parcheggio e manovra.

Una novità è anche la funzione Rear Cabin Talk, pensata per una comunicazione chiara e ben udibile tra tutti gli occupanti della vettura. Chi siede dietro può sentire bene il conducente che parla attraverso dei microfoni integrati, e collegati a delle casse posteriori silenziabili se i passeggeri desiderano riposare.

Leggi anche: Coronavirus, SsangYong in crisi per colpa della pandemia

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia