7 giorni con Jaguar I-Pace: il Test Drive del crossover elettrico da 400 CV (6)

Abbiamo provato la nuova Jaguar I-Pace nel nostro consueto Test Drive lungo una settimana. Potenza complessiva: 400 CV. Ecco il diario dei nostri 7 giorni al volante della prima auto elettrica del Giaguaro!

UN’AUTO DI LUSSO

Sabato e Domenica

Spostamenti urbani, con la famiglia. Una puntata nell’hinterland, qualche tratto al galoppo per scatenare i cavalli, mentre i piccoli cercano le maniglie di appiglio per resistere alle poderose accelerazioni. Eh sì, sentire questa potenza sotto il piede destro è una goduria. Sono i primi metri a fare la differenza nella prova semaforo ed è proprio nello scatto da fermo dove un motore tradizionale non può competere con l’elettrico. La nuca picchia contro il poggiatesta e 4,8 secondi dopo sei a 100 km/h.

Nuova Jaguar I-Pace suv elettrico

Una prestazione alla portata di chiunque, perché la Jaguar I-Pace è davvero facile da guidare e ha sempre un’ottima motricità. Nella riflessiva serata della domenica, per farmi un’idea dei prezzi di questo ottimo prodotto, parto dalla versione “S” sul car configurator (81.390 euro), aggiungo tutti gli equipaggiamenti presenti sulla mia Jaguar I-Pace e arrivo a 105.000 euro. Gli indimenticabili sedili “Performance” in pelle Windsor Ebony costano, da soli, 9.000. Per la plancia rivestita e i fianchetti delle porte dello stesso materiale, più il cielo del tetto e i montanti in pelle scamosciata occorrono quasi 4.000.

Per carità, la Jaguar F-Pace più sportiva parte da questa cifra senza optional (mentre le diesel costano meno). Va tenuto presente, però, che su modelli di questo lignaggio la personalizzazione è fondamentale. Il bello della Jaguar I-Pace, in questo senso, è che non si tratta affatto di un prototipo, di una show car o di un’auto laboratorio, ma è un vero crossover di lusso. E si può configurare come ogni altra Jaguar di alta gamma.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia