1 Marzo 2018

Volvo XC40, la Volvo che mancava [Test Drive]

Volvo XC40 è il risultato della decisione presa dalla casa svedese di entrare nel settore super affollato dei SUV compatti. Ci sono marchi che si innamorano di una filosofia di design, e la ripropongono su tutta la gamma adattando dimensioni e proporzioni. Volvo avrebbe potuto seguire questa strada sulla propria gamma auto 2018, visto che il fratello maggiore XC60 piace (e vende) molto, invece ha deciso coraggiosamente di esplorare nuovi scenari.

XC40 è la Volvo che mancava, che va a completare la gamma Suv, dopo XC90 e XC60 con un efficace family feeling, ma giocando di più sull’innovazione e la creatività. Come il servizio “Care by Volvo”, inedita formula d’uso.

Questo contenuto fa parte del nostro SPECIALE VOLVO XC40, una panoramica a 360° sul primo Suv compatto della casa svedese. Per leggere tutti gli altri approfondimenti clicca qui.

IL DESIGN DI VOLVO XC40

Non solo i modelli grandi di Goteborg, ma anche quelli compatti hanno spesso dettato le regole in fatto di stile. Negli anni Ottanta la serie 300, nei Novanta la 400, fino alla celebre coupé 480. Modelli che trasferivano nel segmento C la qualità costruttiva delle gloriose station wagon “full size” della gamma.

Test Drive Volvo XC40

Volvo Cars è il Costruttore automobilistico specializzato in vetture di lusso ed è proprio in questo ambito che il nuovo Suv compatto intende presentarsi al mercato. La piattaforma su cui nasce è sviluppata in collaborazione con Geely, del quale gruppo il brand svedese fa parte dal 2010.

È denominata CMA ed è un’architettura modulare su cui verranno sviluppati tutti gli altri modelli della serie 40, comprese le auto elettriche. L’XC40 è il primo ad essere realizzato su questa nuova base, che consente di realizzare vetture a elevata abitabilità in dimensioni esterne ridotte e, soprattutto, di applicare le più avanzate tecnologie disponibili o future.

L’intera immagine di marca acquisisce un indirizzo diverso con la XC40, perché va oltre la classica qualità costruttiva, accompagnata da robustezza e praticità, che contraddistingue da sempre i prodotti Volvo, andando a raggiungere invece un target più ampio, fatto non solo di clienti che acquisteranno l’auto, ma che sceglieranno il brand come punto di riferimento per la sicurezza, la facilità d’uso, la ricercatezza tecnologica e di stile. Sono tante, infatti, le novità all’interno di questo nuovo modello che parlano un linguaggio “lifestyle”, più che strettamente automobilistico.

Test Drive Volvo XC40 interni

Qui la carrozzeria ha uno sviluppo più verticale e, soprattutto, una personalità tutta sua nella vista laterale, nella quale il montante posteriore è l’elemento di spicco: la parte bassa, infatti, inizia già a metà della lunghezza del finestrino posteriore. In ogni caso, se l’intento era quello di rivolgersi a una clientela diversa rispetto a quella degli altri SUV in gamma, gli elementi ci sono tutti, carrozzeria bicolore compresa.

Lo sfruttamento dello spazio interno definisce nuovi asset e soluzioni proposte: c’è un cassetto sotto al sedile del guidatore, la piastra a induzione alla base della console, un gancio davanti al passeggero per appendere le borse e le tasche nei pannelli portiera sono così grandi che ci sta persino un laptop.

Quanto al bagagliaio, la capacità va da 460 a 1336 litri, ma soprattutto, il fondo non solo ha un “pozzetto” secondario sotto al piano principale, ma si può anche piegare, in modo da dividere lo spazio a disposizione come più fa comodo e, nel caso appenderci anche delle borse.

COME VA SU STRADA

In un segmento in cui tutti, non si sa bene perché, cercano di offrire una guidabilità da compatta sportiva, in Volvo hanno deciso di differenziarsi: sterzo più lento e sospensioni più morbide della media. Il che si traduce in un relax di guida molto alto.

Ottima l’insonorizzazione del motore turbodiesel da 190 CV in accelerazione (protagonista della prova), il quale peraltro è irreprensibile dal punto di vista della spinta, ai bassi così come agli alti regimi.

Da un lato c’è la tecnologia che si occupa della sicurezza, ambito nel quale l’XC40 porta nel segmento dei Suv compatti i sistemi “leader” dei modelli della Casa di categoria superiore: Pilot Assist, City Safety, Run-off Road Protection & Mitigation (a tutela degli occupanti in caso di uscite di carreggiata) e Cross Traffic Alert con assistenza alla frenata e telecamera a 360° per facilitare le manovre di parcheggio.

Test Drive Volvo XC40

Dall’altro c’è quella che si concentra su connettività e infotainment: qui si va oltre l’abitacolo, in un certo senso, grazie al “Volvo On Call” che connette smartphone/tablet con la vettura, consentendo l’apertura a distanza e una serie di funzioni (preriscaldamento, raffrescamento, impostazione destinazioni, individuazione dell’auto in un parcheggio, eccetera).
Quest’ultimo sistema, tra l’altro, permette di fare car sharing con amici, familiari o colleghi di lavoro, perché consente l’accesso all’auto tramite la propria “personal device”.

Dal punto di vista dell’efficienza, la compattezza consente vantaggi in termini di peso, con conseguenti benefici in termini di consumi ed emissioni. Il resto è fatto dai motori: debutta sulla XC40 T3 un nuovo 1.5 litri a benzina da 156 Cv, primo motore a 3 cilindri nella storia della Volvo, mentre le T4 e T5 sfruttano il 2.0 litri nelle varianti da 190 o 247 Cv.

Le diesel sono tutte su base 4 cilindri 2.0 litri e partono dalla D3 (150 Cv, cambio manuale, trazione anteriore) per arrivare alla D4 AWD Geartronic (cioè a trazione integrale e cambio automatico a 8 rapporti) da 190 Cv.

Persino il piccolo 3 cilindri turbo benzina è in grado di offrire 265 Nm di coppia, non poi così distanti dai 320 Nm del 2.0 turbo diesel. Più avanti debutteranno sia la versione ibrida, sia quella full-electric.

LA VOLVO PROIETTATA NEL FUTURO

La nuova XC40, che ha dimensioni e dotazioni perfette per una guida ‘urban’, strizza l’occhio a una clientela tendenzialmente più giovane rispetto al consueto target della casa scandinava. E con una significativa componente femminile.

Test Drive Volvo XC40

I contenuti di tecnologia sono analoghi a quelli delle auto più grandi, specialmente sul piano della sicurezza. Look moderno e accattivante, ottimo il comportamento stradale.

È una vettura proiettata nel futuro grazie ad una gamma che comprenderà anche motori elettrificati e la rivoluzionaria formula dell’abbonamento ‘Care By Volvo’, in alternativa al concetto di proprietà dell’auto.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia