TFSI e, l’ibrido plug-in Audi tra sportività ed efficienza

Lo schema tecnico utilizzato dalla gamma elettrificata del marchio di Ingolstadt prevede un ibrido ricaricabile in parallelo, con un vero cambio e i due motori – termico ed elettrico – a trasmettere potenza e coppia

Procedono in parallelo prestazioni ed efficienza, vivacità e bassi consumi. In parallelo come l’ibrido plug-in TFSI e, sigla che Audi spalma sempre più nella propria gamma, con le ultimissime aggiunte di Audi A3 Sportback e Audi Q8.

Come funziona ibrido Audi TFSI e

 

Un parallelo che è la soluzione tecnica adottata per far dialogare il motore termico turbo benzina con il motore elettrico. Dalla nuova A3 Sportback all’ammiraglia A8, dalla wagon A6 Avant al suv Audi Q5, tutte le TFSI e seguono il medesimo schema: motore benzina, cambio – doppia frizione S tronic o automatico tiptronic – e motore elettrico installato tra i due. E’ mediante una frizione di separazione che avviene l’innesto della potenza e coppia del motogeneratore sulla linea di trazione.

Come è fatto ibrido audi a6 avant tfsi e

ESSERE IBRIDI PLUG-IN E FEDELI ALLA TRADIZIONE

C’è un marchio di fabbrica quando si parla di trasmissione della potenza alle ruote in Audi: quattro. La trazione quattro ruote motrici non è barattata sull’altare dell’ibrido plug-in, anzi. È potenziata dalla spinta dell’elettrico, con l’eccezione di Audi A3 Sportback TFSI e, due ruote motrici “pura”.

Audi Q5, Q7, Q8 e Audi A8 sono tutte delle ibride plug-in quattro. La variante quattro ultra – la trasmissione della coppia alle quattro ruote avviene solo quando necessario per scenari di bassa aderenza – è proposta su Audi Q5, A6 berlina e Avant come su Audi A7 Sportback.

trazione quattro Audi TFSI e

UNA SIGLA PIÙ SFUMATURE

Un ibrido plug-in accomunato nella filosofia di base, diversificato nella componente del motore benzina, che vede per Audi A3 Sportback TFSI e impiegare un turbo 4 cilindri 1.4 litri con cambio S tronic 6 marce. Sempre benzina, ma 2 litri TFSI è l’unità prevista sui modelli di segmento D: A6, A7, Q5, con trasmissione S tronic 7 marce.

Sostanzialmente diverso è il cuore benzina delle “grandi”, i suv Q7 e Q8, l’ammiraglia A8: il TFSI e prevede il motore benzina turbocompresso V6 di 3,0 litri.

Motore V6 audi tfsi e ibrido

La garanzia di prestazioni e vivacità dell’ibrido plug-in Audi è nell’adozione di una configurazione che vede il motore elettrico inserirsi e “sommarsi” ai valori di potenza e coppia prodotti dal motore benzina; inoltre, la presenza di un cambio meccanico assicura un’esperienza di guida familiare nella risposta della progressione di velocità e giri motore.

NON SOLO AUTONOMIA IN ELETTRICO: L’ESPERIENZA E-TRON

C’è poi l’aspetto ecologico della formula TFSI e, non solo frutto delle batterie agli ioni di litio – la capacità varia tra i 13 e i 17,8 kWh – grazie alle quali si ottiene un’autonomia di marcia in elettrico fino ai 67 km della A3 Sportback 40 TFSI e, rilevati nel ciclo WLTP, a fronte di un dato inferiore della “forchetta” presidiato da Audi Q7 TFSI e, con 48 km di autonomia in elettrico.

Quanto ai dati relativi alle emissioni di Co2 – il consumo medio, nel funzionamento ibrido, è ovviamente frutto del livello di carica della batteria ed è compreso tra gli 1,0 lt/100 km di nuova A3 TFSI e e i 2,8 lt/100 km di Q8 TFSI e quattro – la compatta A3 ibrida plug-in si attesta sui 24-30 g/km, Audi A6 tra i 31 e i 50 g/km a seconda della variante di motorizzazione, arrivando all’estremo dei 64 g/km del Q8 TFSI e.

ricarica audi ibride plug-in

Un comparto elettrico che beneficia della ricerca condotta a Ingolstadt sui modelli e-tron, elettrici puri a batteria. Il più immediato riscontro di questa sinergia si ha nelle possibilità di ricarica dalla rete di colonnine pubbliche, parte di Audi e-tron Charging Service – dove non si opti per la carica domestica. Con una potenza massima di ricarica di 7,4 kW, in 2 ore e mezza si ricaricano i 14,1 kWh della A8 TFSI e, mentre con il semplice cavo dalla presa a 230 Volt, nuova A3 richiede solo 5 ore a 2,9 kW.

Sul fronte tecnico, è l’aspetto della gestione elettronica del motogeneratore in fase di recupero e di ricarica della batteria che svetta. Anzitutto, la possibilità di frenare su valori di decelerazione bassi (entro gli 0,3 G) ricorrendo all’effetto frenante del motore elettrico che agisce quale generatore, introducendo i freni idraulici solo successivamente a tali valori di decelerazione.

L’elettronica, poi, in modo predittivo dalle Audi TFSI e di segmento D in su, o comunque secondo le condizioni di guida, è in grado di decidere in modo intelligente quando, in fase di rilascio dell’acceleratore, è opportuno sfruttare l’abbrivio (il coasting) oppure produrre un effetto frenante dal recupero d’energia, che va ad alimentare la batteria.

COMFORT ED EFFICIENZA CON LA POMPA DI CALORE

Accantonando un istante il focus dalla tecnica che impatta sulla guida, dall’esperienza elettrica Audi con e-tron arriva sulle ibride la climatizzazione del tipo a pompa di calore, presente dai modelli TFSI e: il calore disperso dalle componenti elettriche ad alta tensione dell’ibrido plug-in è sfruttato – anziché disperso – per il funzionamento dell’impianto di climatizzazione, con un ridotto consumo elettrico: 3 kW di potenza termica sono ottenuti a fronte del consumo di 1 kW di energia elettrica. Un’attenzione aggiuntiva all’efficienza.

clima a pompa di calore audi tfsi e

L’ACCELERATORE “DIALOGA” CON IL GUIDATORE

Guidare in elettrico è uno scenario standard per tutte le Audi ibride plug-in all’avvio del veicolo e fintanto che non si insiste maggiormente sull’acceleratore. Quest’ultimo è più di un semplice comando del gas, essendo dotato di una tecnologia di tipo aptico, ovvero, in grado di opporre una moderata resistenza sotto il piede del guidatore quando è funzionale a suggerire un alleggerimento dell’accelerazione, in chiave di guida efficiente. Al contrario, nel passaggio da elettrico a funzionamento ibrido, l’attivazione è percepita dal superamento di una simile resistenza, affondando il piede sul gas.

Le prestazioni velocistiche sono degne di modelli caratterizzati in chiave sportiveggiante – look compreso, con l’allestimento S line -, basti pensare allo zero-cento più “lento” nel pacchetto di mischia delle TFSI e, la nuova A3 Sportback da 204 cavalli scatta in un più che vivace 7”6, fino ad arrivare a prestazioni in tutto e per tutto da vere sportive, come nel caso della Audi A6 60 TFSI, che mette a segno un tempo di 5”7, fino ad arrivare all’insospettabile – per aplomb e massa in gioco – Audi A8 TFSI e: 4”9 e brucia l’esercizio simbolico della performance.

Tag

Leggi anche
Consigliati per te
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia