11 Settembre 2020

Auto a metano economiche, i 5 modelli che costano meno

Soluzione ideale per una mobilità ecologica e dai bassissimi consumi, le auto a metano più economiche sono anche i modelli che ritroviamo in testa alle vendite

In un’ottica di puro contenimento dei costi di gestione, guidare a metano è una delle scelte più furbe a disposizione. E con un occhio soprattutto al portafoglio, andare a caccia delle auto a metano economiche è del tutto in linea con la filosofia del massimo risparmio.

AUTO A METANO ECONOMICHE

Non mancano modelli di segmento compatto, berline e station wagon, fino a progetti con il dna delle grandi stradiste; contenuti che, ovviamente, alzano l’asticella del listino prezzi. Centrando l’attenzione sulla fascia di prezzo al di sotto dei 20 mila euro, si segnalano 6 modelli in particolare. 

Leggi anche: Ibrido e metano? Ora è possibile

Le case costruttrici a cimentarsi sul bifuel a metano restano poche: il Gruppo FCA, con una lunga storia ultradecennale; di recente il Gruppo Volkswagen, con i marchi Audi (scopri le proposte della gamma g-tron), Seat, Skoda, Volkswagen, ha rinnovato l’impegno sullo sviluppo di soluzioni interessanti. E sono le tecnologie di casa FCA e Volkswagen che ritroviamo nella classifica delle auto a metano più economiche. 

AUTO A METANO CONVENIENTI

La convenienza nel guidare bifuel a metano deriva anzitutto dal costo del gas per autotrazione, 1 euro al kg o poco meno; per caratteristiche proprie del metano, invece, le emissioni di Co2 risultano circa del 25% più basse se confrontate con le corrispettive motorizzazioni esclusivamente benzina.

tazione di rifornimento di biometano auto a Rapolano

Un dato che apre a tutti i modelli elencati le porte degli incentivi all’acquisto previsti dall’Ecobonus. Vantaggi in sostituzione dei quali non mancano le costanti campagne promozionali delle case, a equiparare i listini dei modelli bifuel a metano a quelli delle soluzioni benzina, così da azzerare le differenze e i relativi tempi di ammortamento del maggior costo previsto.

Leggi anche: Campionesse di risparmio, le auto che consumano meno

L’andamento del mercato, nei primi 8 mesi dell’anno, ha registrato 19.758 veicoli bifuel a metano immatricolati, con un calo del 14,3% rispetto allo stesso periodo del 2019. Tuttavia, la quota di mercato, con un 2,4%, è tornata sui valori del 2018, dove lo scorso anno si attestava all’1,7%. 

Il dato ritagliato sulle auto a metano a noleggio, invece, dice di 3.328 unità registrate tra gennaio e agosto, numeri senza i quali il mercato vale 16.430 esemplari,

6° – SEAT ARONA

Il serbatoio della nuova Seat Arona a metano

Solo utilitarie o citycar? Affatto. E Seat Arona è il primo suv a metano a essere introdotto sul mercato. La tecnica ricalca quanto offerto già da altri modelli del Gruppo e si avvantaggia di una motorizzazione turbo, con un buon dato di coppia motrice.

Il prezzo di listino parte da 19.750 euro, i 90 cavalli e 160 Nm ne fanno una proposta completa e non solo per un impiego limitato all’ambito urbano. I consumi si attestano sui 4,1 kg/100 km e le emissioni partono da 93 g/km, sugli allestimenti base. 

Approfondisci: Il test delle Seat a metano, come va Arona?

Le prestazioni dicono di una velocità massima di 172 km/h, adeguata l’accelerazione da 0 a 100 km/h: 13″2. 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia