I 10 segreti della nuova Jeep Renegade 4xe [VIDEO]

Born to be wild, ma non solo. La nuova Jeep Renegade 4xe attacca la spina, grazie al matrimonio tra il motore termico e il motore elettrico. Allo stesso tempo, non rinuncia al 4x4. In attesa di provarla su strada, vi presentiamo i suoi 10 segreti.

Evoluzione verde. Queste due parole, nella loro semplice ed efficace italianità, sintetizzano al meglio i nuovi progetti del Gruppo FCA. Che si incarnano nella nuova Jeep Renegade 4xe che, insieme alla Compass 4xe, segna una svolta importante nella storia del marchio a stelle e strisce. Una svolta che ha un nome: Phev, ovvero ibrido plug-in.

Un po’ ce lo aspettavamo, a dir la verità. Suona più naturale che mai veder debuttare la tecnologia alla spina sulla Jeep un po’ meno selvaggia di tutte e più votata all’uso misto, città, fuori città e off-road. Una Jeep che, però, non rinuncia, come vedremo, al suo Dna. Ecco quindi i 10 segreti della nuova Jeep Renegade 4xe ibrida plug-in.

Approfondisci: le ibride plug-in in arrivo sul mercato nei prossimi mesi

I 10 SEGRETI DELLA NUOVA JEEP RENEGADE 4xe 2020

1) ESTERNI BORN TO BE WILD

Partiamo proprio dal primo colpo d’occhio. La Renegade è molto Jeep, con quella mascherina con le tradizionali 7 feritoie. Born to be wild ma, come dicevamo prima, la linea compatta restituisce un’essenza meno purista e più stradale. Ecco, esteriormente la nuova Jeep Renegade 4xe 2020 mantiene tutte le caratteristiche delle sorelle termiche, ma si distingue per l‘inedito colore Blue che caratterizza il badge della Casa sul muso e, allo stesso modo, quelli sulle fiancate e dietro. Le stesse sfumature si ritrovano nella scritta laterale Renegade. 

Esterni nuova Jeep Renegade 4xe

Dove è la presa di ricarica? La domanda è d’obbligo quando si parla di un modello elettrificato. Sulla Renegade è situata sul fianco sinistro ed è protetta da un coperchio con sistema di apertura e chiusura a pressione. 

Approfondisci: la presentazione delle due 4xe

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia