I servizi di scooter sharing in Italia: la nuova mobilità che avanza (4)

I servizi di scooter sharing in Italia sono sempre più diffusi, anche dopo l'avvento della pandemia, perché sono sicuri dal punto di vista sanitario, smart e, nella maggior parte dei casi, anche elettrici. Ecco una panoramica sugli operatori di questo settore in grande sviluppo.

ZIG ZAG

Scooter elettrici e termici caratterizzano la flotta di Zig Zag, scooter sharing attivo a Milano, Roma, Firenze e Torino. La formula è free floating e la prenotazione/gestione del servizio avviene tramite app. Uniche condizioni richieste: essere maggiorenni, possedere la patente di guida e avere una carta di credito.

Zig zag scooter sharing

Le tariffe di Zig Zag si distinguono a seconda dei mezzi (scooter a due, oppure a tre ruote). Nel primo caso il costo è di 0,26 euro al minuto, nel secondo caso di 0,29 euro al minuto. Possibile scegliere anche tariffe orarie (9,90 euro oppure 14,90 euro) e giornaliere (39 euro oppure 59 euro). Disponibili, inoltre, pacchetti che spaziano da 50 minuti (0,24 euro al minuto) a 400 minuti (0,19 euro al minuto).

Leggi anche
Consigliati per te
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia