30 Novembre 2017

Il Test Drive della nuova Ford Fiesta: la settima generazione non si scorda mai

Tutta nuova, l’ultima generazione della nuova Ford Fiesta cresce nelle dimensioni. Più tecnologica e avanzata, offre tante motorizzazioni a basse emissioni. In più, numerose possibilità di personalizzazione.

Con l’arrivo della settima generazione, la Ford Fiesta si fa in cinque. Oltre alla più tradizionale Titanium, infatti, i clienti potranno scegliere tra l’elegante Vignale, la sportiveggiante ST-Line, la “crossoverizzata” Active (in arrivo a inizio 2018) e la pepata ST (attesa nel secondo trimestre del prossimo anno), equipaggiata con il 3 cilindri EcoBoost 1.5 da 200 CV (scatto da 0-100 km/h in soli 6,7 secondi).

IL TEST DRIVE DELLA NUOVA FORD FIESTA

COME VA SU STRADA

La versione più indicata per le flotte aziendali è quella Plus. Noi abbiamo fatto un giro sulla Titanium, equipaggiata con il 1.5 TDCi da 85 Cv. Il turbodiesel consuma poco (abbiamo registrato una media di quasi 20 km al litro), ma si guida in modo tranquillo e disinvolto, in abbinamento al cambio manuale a sei marce.

recensione ford fiesta

Rispetto alla precedente generazione, il design esterno è più moderno e filante. Lo stacco con il passato parte dalla grande calandra anteriore in stile “Aston Martin”. A cambiare, però, sono soprattutto le fiancate e la coda. Crescono le dimensioni, in linea con il trend del momento. La lunghezza ha guadagnato ben 7 cm, raggiungendo i 4,04 metri.

Ancora più evidente il rinnovamento degli interni di Ford Fiesta. Adesso la plancia presenta un’impostazione più contemporanea e ordinata. Addio ai tanti tasti.

interni ford fiesta

Entrando in macchina, si nota subito il display centrale da 8 pollici, in posizione quasi “sospesa” (altrimenti c’è la versione sempre touch con schermo da 6,5 pollici). Il Sync 3 funziona molto bene: è reattivo al tocco, ha una grafica chiara e semplice, è compatibile con Android Auto e Apple CarPlay e si caratterizza per i comandi vocali (un marchio di fabbrica per la Ford) che possono gestire le principali funzioni di bordo. Migliorata, infine, la qualità dei materiali, assemblaggi e finiture. Il listino parte da 14.250 euro.

Approfondisci: come funziona il Ford Sync3

TECNOLOGIA AL TOP

La nuova Ford Fiesta, che ha ottenuto le 5 stelle EuroNCAP, porta in dote una ricca gamma di tecnologie di sicurezza, comfort e assistenza alla guida. La piattaforma hi-tech è basata su 2 telecamere, 3 radar, 12 sensori a ultrasuoni e può monitorare a 360 gradi sia l’area intorno all’auto sia la strada davanti, fino a 130 metri.

prova su strada Ford Fiesta

Al debutto la versione avanzata del sistema di riconoscimento dei pedoni, che può aiutare a evitare collisioni anche di notte, e l’aggiornamento del sistema di parcheggio semiautomatico Active Park Assist, che frena autonomamente per evitare i piccoli urti durante le manovre di parcheggio.

A bordo della Fiesta, inoltre, troveranno posto:

  • Sistema di riconoscimento dei segnali stradali
  • Abbaglianti automatici
  • Monitoraggio del traffico in arrivo
  • Adaptive cruise control
  • Limitatore di velocità
  • Riconoscimento di veicoli nella zona d’ombra
  • Indicatore della distanza di sicurezza
  • Driver alert
  • Avviso di emergenza pre-collisione
  • Lane keeping alert e Llane keeping aid.

LA BENZINA SUPERA IL DIESEL

Aumenta la penetrazione dei motori a benzina Ford nelle flotte aziendali, soprattutto nei segmenti inferiori. Si va riequilibrando, così, il rapporto con il diesel, che in questo settore ha sempre dominato.

Leggi Anche: la benzina è il vero carburante del futuro?

“La nascita di questa nuova generazione di motori Euro 6 estremamente efficienti, parchi nei consumi e con bassi livelli di emissioni, sta spingendo le flotte a spostarsi anche su questo tipo di motorizzazione”
Fabrizio Quinti, fleet, rental & remarketing manager di Ford Italia.

Il cambiamento di trend è testimoniato dalla nuova Ford Fiesta, la cui gamma di motorizzazioni include il pluripremiato 3 cilindri EcoBoost 1.0 (dotato di tecnologie come l’iniezione diretta ad alta pressione, la doppia fasatura variabile e l’albero motore offset), disponibile in tre step di potenza, da 100, 125 e 140 Cv (in abbinamento al nuovo cambio manuale a 6 marce a basso attrito che abbassa le emissioni CO2 fino a 97 g/km). L’EcoBoost 1.0 da 100 Cv, inoltre, è disponibile anche con cambio automatico a 6 marce e paddle al volante.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia