Il Leasing Auto conviene? Vediamo come funziona e a chi può far comodo
 

Come prendere un’auto: perché scegliere il Leasing


Acquistare una vettura è una decisione che, come abbiamo già detto, offre numerose possibilità di scelta alle aziende e ai privati, dalla compravendita “diretta” fino al noleggio, passando anche per il Leasing Auto.

Tipi di Leasing Auto

C’è un vero e proprio mondo infatti oltre al classico acquisto “in contanti”, che include tutti i tipi di finanziamento auto descritti la scorsa settimana, fino ad arrivare al renting, soluzione che esclude totalmente la proprietà dell’auto. Esattamente in mezzo a queste due estremità c’è il leasing, la formula finanziaria sulla quale vogliamo concentrarci oggi.

COS’È IL LEASING AUTO

Possiamo definire il leasing un’intramontabile strumento di acquisizione di un’auto, specie se si tratta di un veicolo aziendale. Pagando un canone periodico, l’automobilista (o l’azienda) ha a disposizione una vettura per svolgere la sua attività. Vettura che successivamente può diventare di sua proprietà al termine del contratto, in seguito al pagamento di una quota prefissata di riscatto.

Approfondisci: che differenze ci sono con il Noleggio a lungo termine?

Esistono, in particolare, diverse tipologie di leasing: il classico (e molto diffuso) leasing finanziario, il leasing operativo e il leasing con servizi, detto anche full leasing.

A CHI CONVIENE IL LEASING AUTO

Senza alcun dubbio, il leasing è una formula che conviene a chi possiede una Partita Iva, ovvero professionisti, imprenditori e Fleet Manager aziendali che utilizzano l’auto per scopi lavorativi e possono dedurre dalle tasse buona parte del canone.

INFOGRAFICA - i tipi di leasing auto

Anche i privati, ovviamente, possono usufruire della formula, ma, per questo target, i finanziamenti sono sicuramente più appetibili, in considerazione della loro flessibilità, oltre che per ragioni fiscali. In alternativa, si più sempre valutare la convenienza del noleggio a lungo termine per privati.

QUALE TIPOLOGIA DI LEASING?

Come dice la parola stessa, il leasing finanziario è la formula che si avvicina maggiormente al finanziamento. Alla scadenza del contratto, che in media dura dai 3 ai 5 anni, il cliente può decidere se riscattare il bene o restituirlo alla società che concede il bene in locazione.

Discorso diverso per il leasing operativo, che è una sorta di noleggio “esautorato” dai servizi e, nella maggior parte dei casi, non prevede la possibilità del riscatto finale. Come abbiamo visto nella case history di Eismann, molte aziende scelgono questa formula per evitare il problema del chilometraggio in eccesso, che comporta, nel caso del renting, un maggiore esborso di denaro.

C’è poi il full leasing, che è una variante utile per chi è interessato a finanziare non solo l’auto, ma anche i servizi ad essa legati (in primis, la manutenzione), per non avere pensieri e, soprattutto, spese impreviste durante tutto l’arco contrattuale. Chi lo sceglie, ovviamente, è interessato a acquistare la proprietà del bene al termine del contratto, aspetto che differenzia questa soluzione dal Nlt.

IL TREND DEL “RISCATTO ALTO”

Una nuova tendenza che si sta diffondendo è quella del cosiddetto “riscatto alto”, ovvero optare per una somma finale d’acquisto del veicolo più elevata e, di conseguenza, per un canone mensile più conveniente.

Riscatto alto Leasing Auto

Un trend che viene cavalcato, in particolare, per le vetture di marchi di auto premium. In caso di “riscatto alto”, l’opzione dell’acquisto (o, al contrario, della restituzione) al termine del contratto deve essere inevitabilmente ancora più oculata, data l’ingente somma da pagare. Il ragionamento che solitamente si fa è: comincio a guidare l’auto, poi, in corso d’opera, valuto se restituirla o meno.

 

Related Posts

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*