Le auto ibride plug-in più economiche (sotto i 40.000€)

Guidare in elettrico per lunghi tratti senza scontare i punti deboli delle auto a batterie. Le auto ibride plug-in sono un'interessante soluzione immediata. Quali sono le auto ibride plug-in più economiche sulla piazza?

L’ibrido plug-in è stato il grande protagonista del 2021 che si sta chiudendo, aspettando un futuro elettrico tutto da scrivere sui volumi. Quali sono le auto ibride plug-in più economiche?

auto-ibride-plug-in più economiche

AUTO IBRIDE PLUG-IN, LA MEDIA DEI PREZZI

E’ bene sottolineare come si navighi in un’offerta di alto profilo – considerando i segmenti dei modelli -, nella quale l’asticella è posta ben al di sopra dei 30.000 euro. Prezzi ufficiali di listino sui quali però, tra campagne promozionali delle Case auto e incentivi (che con ogni probabilità verranno confermati anche nel 2022), si spuntano pressoché su tutti i modelli interessanti offerte.

Approfondisci: cosa pensano i Fleet e Mobility Manager della mobilità ibrida? Ecco i risultati della nostra survey

Aldilà degli incentivi (che in questo articolo, lo sottolineiamo subito, non verranno considerati, anche perchè ad oggi devono essere rifinanziati), le vetture che vi illustriamo in queste pagine non presentano le risapute problematiche legate all’autonomia delle auto elettriche e il loro prezzo di listino è inferiore a 40.000 euro

FULL HYBRID E PLUG-IN HYBRID: COSA CAMBIA

La differenza tra auto ibride tradizionali e ibride plug-in è, anzitutto, nella possibilità di ricaricare il pacco batterie esternamente, da una presa di ricarica, nel caso delle ibride plug-in.

Questo consente di adottare pacchi batterie di maggior capacità e, di conseguenza, ottenere un’autonomia di marcia in modalità esclusivamente elettrica più ampia. In molti casi i modelli di riferimento superano, non a caso, i 60 km dichiarati (qualche modello si avvicina ai 100). 

Un’auto ibrida plug-in, rispetto a un sistema full hybrid, in ragione delle batterie più “grandi” sconta anche un aggravio di peso. Le auto full hybrid, diversamente dalle plug-in, ricaricano la batteria (più compatta e non sufficiente per coprire più di una manciata di chilometri in elettrico) esclusivamente dalla rigenerazione in frenata o mediante l’intervento del motore termico.

AUTO IBRIDE PLUG-IN 2021

L’offerta di modelli ibridi ricaricabili dall’esterno è in aumento esponenziale (guarda la nostra panoramica sul 2021). I limiti sempre più stringenti sulle emissioni hanno spinto le Case a spingere sulla produzione di auto ibride plug-in, capaci di assicurare bassi livelli di CO2

Approfondisci: ecco perchè le infrastrutture di ricarica arrancano

IL SUPPORTO DELLE CASE

Il ruolo dei Costruttori, unito a quello degli incentivi statali e locali, è fondamentale nella sempre maggiore diffusione di questi modelli. Ci sono infatti vetture plug-in che, con l’ausilio delle agevolazioni e delle promozioni, arrivano al di sotto della soglia di 40.000 euro.

Qualche esempio: l’Audi A3 Sportback (che parte da 40.900), le Mercedes Classe A e B, la Citroen C5 Aircross, la DS 4 E-Tense (che parte da 40.750 euro) la Mini Countryman, la Toyota Prius, la Mitsubishi Eclipse Cross, la Seat Tarraco, la Opel Grandland X, le Peugeot 3008 e 508, le Mitsubishi Eclipse Cross e Outlander, la Jeep Compass, la Skoda Superb e la Volkswagen Tiguan.

Fatta questa doverosa premessa, vi presentiamo le auto ibride plug-in più economiche, ovvero quelle che hanno un listino sotto i 40.000 euro al netto degli incentivi e delle promo dei Costruttori. 

LE AUTO IBRIDE PLUG-IN PIÙ ECONOMICHE, SOTTO I 40.000 EURO

BMW SERIE 2 ACTIVE TOURER 

Diverse nella carrozzeria, gemelle nella tecnica ibrida plug-in: stiamo parlando di BMW 225xe Active Tourer iPerformance e della MINI Countryman plug-in. La Serie 2 Active Tourer ibrida plug-in ha listino ufficiale a partire da 39.600 euro.

BMW Serie 2 Active Tourer ibrida plug-in

Sul fronte dei consumi, secondo i dati dichiarati dalla Casa, l’ibrida plug-in riesce a scendere sotto i 2 l/100 km, valore rilevato ovviamente con pacco batterie completamente carico, un elemento da non trascurare nel leggere il dato di consumo su tutte le auto ibride plug-in.

Il 1.5 tre cilindri a benzina da 136 Cv è abbinato a un motore elettrico da 88 Cv, per una potenza di sistema di 224 Cv (coppia massima: 385 Nm). La batteria agli ioni di litio da 9,7 kWh promette di percorrere oltre 50 chilometri a zero emissioni, in modalità esclusivamente elettrica. 

Leggi anche: i 10 segreti della nuova BMW i4

Leggi anche
Consigliati per te
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia